Stampa questa pagina

Lunedì, 15 Aprile 2019 20:18  Asterio Tubaldi  1290 

RECANATI: VILLA TERESA, SIMONACCI: "ABBIAMO PROPOSTE MA SIAMO DISPONIBILI AL CONFRONTO"

RECANATI: VILLA TERESA, SIMONACCI: "ABBIAMO PROPOSTE MA SIAMO DISPONIBILI AL CONFRONTO"

Il candidato Sindaco del Centrodestra Simone Simonacci risponde, attraverso una lettera aperta, al Presidente del Comitato di quartiere di Villa Teresa Paolo Accattoli.

"Caro Presidente, ho letto con interesse il suo appello e credo che le priorità da Lei elencate siano tutte esigenze richieste dal buonsenso. Per quel che riguarda il verde, nel nostro programma è presente una riqualificazione cittadina prendendo spunto dall'esempio scandinavo che in prima persona ho vissuto. Su questo tema credo che il Centrodestra sia l'unica forza politica che possa parlare con cognizione di causa, visto che non abbiamo voluto noi la demolizione del Campo sportivo "Fratelli Farina" nè la cementificazione dei giardini pubblici di fronte alla scuola elementare di Via dei Politi.

Per quel che riguarda i passaggi pedonali e i marciapiedi, possiamo solo promettere che il nostro sarà un impegno lungo cinque anni, non un rifacimento nei giorni immediatamente precedenti al voto: crediamo infatti che i cittadini abbiano memoria e sappiano apprezzare chi, con buonsenso, lavorerà per il bene della città e non per la riconferma del posto.

Sulla sicurezza, io in prima persona sono stato accusato di essere disfattista e di aver messo Recanati allo stesso livello di Caracas. Prendo le sue parole come un ulteriore punto a favore della mia visione della città che vede una microcriminalità crescente e in fermento: bisogna arginare il fenomeno e risolvere il problema prima che questo diventi una routine. Le proposte da lei avanzate, come l'illuminazione e l'installazione di nuove telecamere, mi trovano d’accordo e aggiungerei anche la creazione di un Vigile di Quartiere proprio per garantire la sicurezza in modo capillare.

Infine il nostro impegno per la sanità è certo, come è stato sempre dimostrato da chi, nelle liste a mio sostegno, si è battuto in questi anni prima per contrastare la chiusura e poi per evitare lo smantellamento dell'Ospedale. Noi non prometteremo la luna, di certo però lotteremo affinché i recanatesi abbiano nell'ospedale di Recanati un riferimento per la salvaguardia del bene più importante: la salute. Potenzieremo la diagnostica e i servizi ai più fragili e potenzieremo il Punto di Primo Intervento.

A titolo personale, le chiedo un incontro per implementare quelle che sono le nostre proposte, presentate anche all'incontro pubblico di sabato scorso, con la sua visione di un quartiere vitale per Recanati come Villa Teresa. L'ascolto delle istanze di tutti i cittadini, tanto dal Centro quanto dalle periferie, è una prerogativa della mia candidatura.

opinioni a confronto

9 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!