Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Giugno 2019 »
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

ARCHIVIO NOTIZIE

15
06
2019
Montecassiano, la sezione dell’Avis compie 55 anni

Montecassiano, la sezione dell’Avis compie 55 anni

Domenica il festeggiamento dell’anniversario con corteo, celebrazione liturgica e ufficiale

14
06
2019
Il Cambiamento a Recanati

Il Cambiamento a Recanati

riflessione ironica ma seria del Professor Cuomo, architetto, da anni a Recanati e innamorato della nostra città

13
06
2019
AUDIONEWS
Intervista a Jonathan Arpetti

Intervista a Jonathan Arpetti

autore del libro "Leopardi si tinge di nero" insieme a Christina B. Assouad

Domenica, 21 Aprile 2019 19:36  Asterio Tubaldi  Stampa  1007 

Santa Maria di Castelnuovo a Recanati: una speranza di rinascita

Santa Maria di Castelnuovo a Recanati: una speranza di rinascita

nota del Comitato Quartiere Castelnuovo

All’incontro pubblico organizzato dal Vescovo Nazareno Marconi su richiesta del Comitato di Quartiere Castelnuovo il 9 aprile, Sua Eccellenza ha risposto ad alcune domande poste dal Comitato sulla chiesa chiusa dal 2016 a causa del sisma. Si chiedeva come mai a distanza di quasi tre anni non fossero stati mai eseguiti gli interventi di messa in sicurezza dell’edificio (puntellamenti, cerchiature), né lavori di piccola manutenzione con opere di riparazione, per evitare ulteriori danni. Ma quali sono questi danni? A quanto ammontano?

E’ bene sapere che le chiese rientrano nella categoria dei beni culturali. Alcune sono di proprietà dello stato e hanno un loro percorso. Le altre chiese come la nostra, che sono di proprietà della Diocesi, sono sì private ma rientrano nei beni culturali tutelati dallo Stato.

Come per le opere pubbliche lo Stato ha stabilito un elenco dove le Diocesi hanno indicato le chiese in ordine di urgenza con precedenza per quelle nel cratere. L’elenco ha costituito una lista nazionale e la Chiesa Santa Maria di Castelnuovo, essendo fuori dal cratere, è al 102esimo posto. 

La scheda dei rilievi dei danni della nostra chiesa compilata dal Dipartimento della Protezione Civile, ha stabilito che le pareti esterne non sono in situazione di pericolo, mentre all’interno sono state rilevate alcune crepe sulla volta, un distacco dalla volta verso la parete di fondo del campanile, un segno di lesione in fondo all’arco sull’altare e altre fessure. I danni precedenti al terremoto non sono stati presi in considerazione (sic!) quindi, secondo la Protezione Civile per aprire la chiesa sarebbe bastato un minimo intervento di stuccatura. Tale conclusione, paragonata al nascondere una malattia senza curarla, non è stata ritenuta soddisfacente dal Vescovo poiché, se fosse accaduto un altro sisma, il tetto probabilmente non avrebbe retto. Essendo la chiesa coperta da assicurazione la Diocesi ha chiesto ai propri periti di rifare una perizia più approfondita trovando un accordo con la compagnia assicurativa per un rimborso di 193.583,71 euro che saranno utilizzati esclusivamente per la riapertura della chiesa.

La scelta della Diocesi inizialmente è sembrata piuttosto titubante: meglio attendere che lo Stato attui il decreto con finanziamenti fermi ormai da due anni? Oppure usare i soldi dell’assicurazione, mettere in sicurezza la chiesa e riaprirla seppur con qualche penalizzazione estetica? 

La Diocesi opterebbe di avvalersi del rimborso assicurativo e lavorare su un proprio progetto basato su un sistema ben calcolato di tirature anche se passerà molto tempo prima di soddisfare le inflessibili richieste della Soprintendenza fino a completa approvazione. “Eccellenza su questo deve essere meno francescano” interviene il Sindaco Francesco Fiordomo “In quel tavolo ogni tanto bisogna farsi rispettare”. Fiordomo ha ricordato che in 10 anni del suo mandato di sindaco sono cambiati ben 5 soprintendenti. Riconosce quindi la difficoltà di rapportarsi con l’ente, ma incoraggia il Vescovo consigliando di riscuotere la polizza assicurativa e seguire la stessa strada che ha usato il Comune per aprire le chiese di proprietà, San Vito e San Francesco e il Palazzo Comunale. “Lo dico molto umilmente e rispettoso dell’autonomia della Diocesi, inoltre sono qui come ospite, ma in due anni non è stato sbloccato nessun finanziamento tranne quelli per le scuole. Considerando il fatto che la chiesa si trova al 102 esimo posto, consiglierei di andare avanti da soli.” 

Quanto tempo ci vorrà prima di rientrare in chiesa non è dato sapere. Tuttavia come Comitato cercheremo di monitorare puntualmente lo sviluppo del progetto e le tempistiche di realizzazione affinché si recuperi quanto prima ciò che per la comunità, laica o cristiana che sia, resta un simbolo di unità e punto di riferimento.

 

Comitato Quartiere Castelnuovo

opinioni a confronto

11 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  24/04/2019 10:15  Comitato Quartiere Castelnuovo

    Anonimo 373 mi scusi, ma di cosa dovremmo vergognarci???? La data l’ha scelta il Vescovo e nessun altro!!!!! Noi l’incontro lo abbiamo chiesto molto prima di inizio campagna elettorale!! Legga bene! A inizio articolo c’è scritto “incontro organizzato dal Vescovo”!!!
    Comitato Quartiere Castelnuovo

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  1   Rimuovi


  • 1  23/04/2019 22:38  anonimo666

    Anonimi 373 e 376, non so cosa avete letto e interpretato, ma mi sembra che l'articolo sia una nota riguardante una riunione avvenuta tra il Vescovo e alcuni cittadini di Castelnuovo. So che il Comitato di quartiere da almeno un anno si stava occupando della Chiesa, chiedendo informazioni a tutte le istituzioni competenti,Curia, Sovrintendenza, Amministrazione Comunale, uffici competenti e quant'altro. Quindi mi sembra evidente che quello che è stato scritto è il risultato del lavoro svolto (oltretutto svolto gratuitamente). "Sotto elezioni,Ingrato, miope, rovina dell'Italia vergognatevi, ecc.. ecc..." non ci si sentono affatto gli abitanti di Castelnuovo, anzi approvo e ringrazio chi ha fatto questo lavoro.
    Solo se c'è interesse da parte di tutti si può ottenere qualche risultato, chi insulta gratuitamente a vanvera forse è il male.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  0   Rimuovi


  • 2  23/04/2019 18:43  Anonimo596

    Si stanno spendendo centinaia di migliaia di euro (se non qualche milione !) e sorge la diatriba per sistemare a regola d'arte ed in piena sicurezza la più antica Chiesa di Recanati ? Se il pubblico è incapace di aiutare a provvedere con esigue somme, dove sono i facoltosi "magnati " della città che tanto hanno ricevuto da essa ma che poco hanno reso ? La Chiesa è un invidiabile gioiello architettonico e potrebbe essere un'ulteriore meta turistica per chi giunge in città, ma tutti se ne fregano, compresi tutti i contendenti allo scranno di Sindaco, nessuna intenzione di tutela, nessun cenno nei tanti programmi per lo più scopiazzati da quelli precedenti !! Possibile una così stolta indifferenza ??

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  2   Rimuovi


  • 3  23/04/2019 18:08  Anonimo550

    Ha fatto in tempo ad uscire Fabbraccio e già cominciano a muoversi per provare a fare qualcosa di diverso dalle semplici chiacchiere!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  3   Rimuovi


  • 4  23/04/2019 16:28  Anonimo620

    Questa ci mancava...... Il Nostro EX Sindaco disquisisce anche di San Francesco.
    Monsignore attenzione.... non è che costui vuole diventare anche Vescovo?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  2   Rimuovi


  • 5  23/04/2019 11:14  Anonimus

    DELIRIO DI FIORDY ....... si permette di dare consigli al Vescovo. Pensi al mutuo di 500.000 per la demolizione della scuola Gigli che non avrà mai i finanziamenti del terremoto ....... intanto le macerie resteranno lì per un bel pò!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  3   Rimuovi


  • 6  22/04/2019 10:41  Anonimo567

    La chiesa romanica di Castenuovo, a memoria, la piu' antica di Recanati, lasciata in mano al destino di uno Stato ignavo di ogni suo bene culturale e a quello di una polizza di assicurazione ! La rabbia e lo sconcerto s'innalzano di fronte all'indifferenza sorda di chi pur avendo avuto molto dall'alto, dal territorio e da questa citta', non sente nemmeno lontanamente la voce di restituire, almeno in parte e per pubblica soddisfazione, l'obolo di riconoscenza ! Inutili poi targhe, lapidi, pergamene e riconoscimenti di prestigio per sonarsela e cantarsela tra quattro bacia pantofole. Eppure per molti di questi, sarebbero solo noccioline e pistacchi !!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  0   Rimuovi


  • 7  22/04/2019 08:59  Anonimo931

    Io te voto solo passi da magna' e da campa' a me e alli figli mia! Se no perché te debbo vota'?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  5   Rimuovi


  • 8  22/04/2019 08:53  Anonimo376

    Ma come, l'Amministrazione mette a nuovo Castelnuovo, facendo tante opere (asfalti, selciati, fognature e sottoservizi rinnovat, sistemazione di spazi verdi, etc.) e qui qualcuno dice che si sveglia sotto elezione adducendole colpe su una proprietà ed azioni della Diocesi!!! Cittadini ingrati e volutamente miopi! Siete voi la rovina dell'Italia, perché a voi non interessa ciò che si fa per la collettività ma solo chi promette di soddisfare il vostro tornaconto personale!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  6   Rimuovi


  • 9  22/04/2019 08:05  Anonimo373

    ma com'è che soltanto sotto elezioni ricordate alcune cose, vergognatevi

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  5   Rimuovi


  • 10  21/04/2019 20:44  Anonimo386

    Ci avevano avvertito che domani cambiava il tempo, ma a Casternovo gia nevica?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  2   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
15
06
2019
IL FASCINO DELLE AUTO D’EPOCA PER IL 24° TROFEO SCARFIOTTI

IL FASCINO DELLE AUTO D’EPOCA PER IL 24° TROFEO SCARFIOTTI

Sabato e domenica l’evento principale della stagione CAEM/Scarfiotti, dedicato al grande campione marchigiano attraverso tre province e sulle “sue” strade

10
06
2019
Il primo step per avvicinarsi al gioco del calcio, il Villa Musone e i piccoli amici

Il primo step per avvicinarsi al gioco del calcio, il Villa Musone e i piccoli amici

Panoramica sull'attività del settore giovanile in casa giallo blu

07
06
2019
Giampaolo per il dopo Alessandrini, la Recanatese ha scelto il nuovo mister

Giampaolo per il dopo Alessandrini, la Recanatese ha scelto il nuovo mister

Ultime due stagioni all'Avezzano, è il fratello di Marco allenatore della Sampdoria

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür