Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Sabato, 04 Maggio 2019 07:48  Asterio Tubaldi  Stampa  1665 

Recanati: una brutta vicenda di stalking a scuola raccontata in Tribunale

Recanati: una brutta vicenda di stalking a scuola raccontata in Tribunale

Era l’ottobre del 2015, la vittima aveva 14 anni e il bullo tre di più: una lunga storia di sofferenza, fatta di insulti, minacce, sfottò finchè il ragazzino non ce l’ha fatta più e ha avuto il coraggio di raccontare tutto ai suoi genitori. Una storia rievocata ieri in Tribunale di Macerata dai diretti protagonisti: la vittima, oggi maggiorenne, e il bullo. Entrambi prendevano insieme l’autobus per andare a scuola a Recanati e qui iniziavano le prime angherie: insulti, schiaffi, spinte, lanci di palline di carta e strattonate e poi le minacce. Il ragazzino era terrorizzato, non riusciva a dormire la notte né a mangiare, piangeva spesso e racconta la vergogna che provava per la sua situazione anche se non avrebbe avuto nulla da vergognarsi: andava bene a scuola, era un ragazzino educato e gentile e molto apprezzato negli ambienti che frequentava.

Un anno di sofferenze finchè il 17 novembre 2016 c’è stato l’ultimo episodio: la vittima era seduto in un bar di Recanati e giocava a carte con gli amici quando il bullo si è avvicinato e ha iniziato a prenderlo in giro e poi ad aggredirlo con schiaffi e spinte, una di queste troppo forte tanto che il ragazzino è caduto rovinosamente contro i tavoli e ha sbattuto violentemente la schiena. Lo hanno soccorso gli amici per fargli prendere l’autobus e far ritorno a casa ma qui, non riuscendo più a camminare, una volta sceso dall’autobus è stato costretto a chiamare suo padre che a sua volta ha chiamato i carabinieri e ha portato al Pronto Soccorso il figlio. Ora il bullo dovrà rispondere di stalking e lesioni. L’appuntamento è al 20 dicembre quando ci sarà la prossima udienza in cui saranno sentiti altri testimoni.

opinioni a confronto

10 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  06/05/2019 23:07  Anonimo895

    Tanto a tutti i bulli minorenni non dara' pene da scontare nessuno e nessun Tribunale.Saranno seguiti dai Servizi Sociali del Comune di appartenenza,ma saranno sempre a zonzo a continuare a far danni.Se nessuno li fermera' con pene severe continueranno ad agire...tanto sanno come funziona!!! E loro si sentono sempre piu' forti,soprattutto in gruppo. Avete sentito in tv quello che accaduto la settimana scorsa??? Mi dispiace tanto, ma e' e sara' sempre cosi' se non saranno applicati seri provvedimenti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 1  05/05/2019 07:05  Anna Maria Fedeli

    Devo precisare per correttezza che mio figlio quando fu vittima di bullismo frequentava la scuola media Calcagni (allora ubicata nell'ex seminario ora Hotel Gallery) e non la Patrizi come ho scritto erroneamente. Il bullismo, ripetuto soprattutto il lunedì che era il giorno di orario lungo, iniziava a scuola e in alcuni casi si protraeva fuori con inseguimenti fin dentro lo scuolabus in presenza dell'autista anche lui testimone compiacente. Non merita il titolo di educatore chi ha avallato comportamenti di questo genere.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  0   Rimuovi


  • 2  04/05/2019 20:33  Anonimo392

    State tranquilli che tanto il delinquente avrà mille scappatoie, la messa in prova, il perdono giudiziale o male che vada la prescrizione.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  0   Rimuovi


  • 3  04/05/2019 16:19  Anna Maria Fedeli

    Messaggio per Lupogrigio. Ringraziando persone come lei e come la dirigente della scuola ove mio figlio studiava un pensionato è stato torturato e poi ucciso da un gruppo di bulli. Tutti sapevano, ma erano scherzi di ragazzi. Complimenti. Denunciare sempre comunque e subito, cosa che io purtroppo non feci.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  0   Rimuovi


  • 4  04/05/2019 14:40  Anonimo493

    Il bullismo c'è stato da sempre, un fenomeno che si perde nella notte dei tempi, solo oggi tutti se ne sono accorti, prima non se ne erano mai accorti nessuno, vi ricordate per esempio il nonnismo nelle caserme dove si prestava il servizio militare? Delle volte quel nonnismo era pure benedetto dalle alte gerarchie militari, non è stata anche quella una forma di bullismo? Brutto e vergognoso quando viene dalle istituzioni statali stesse!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  0   Rimuovi


  • 5  04/05/2019 13:30  Lupogrigio

    In un certo senso il corpo docente si comporta in maniera giusta, perché i ragazzi devono spesso tirar fuori le "palle" difendendosi da soli. Questo servirà nella vita da adulto, dove per necessità devi cavartela da solo.
    L'intervento dei genitori e poi degli avvocati servirà solo a fare di quel soggetto sempre un "pauroso" e educherà i figli sempre in "difesa", magari da avvocati.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  9   Rimuovi


  • 6  04/05/2019 10:53  Anna Maria Fedeli

    Meno male che ora queste vicende vengono a galla e si va in Tribunale.Alla fine degli anni 90 dello scorso secolo mio figlio fu bullizzato pesantemente nella Scuola Media Patrizi a Recanati e io stupidamente mi rivolsi alla preside che non fece altro che minimizzare l'accaduto e coprire vergognosamente gli autori dei gesti criminali portandomi in giro per un periodo sufficiente a far scadere i termini per la denuncia penale. Troppo spesso a scuola il corpo docente ha praticato la teoria che i ragazzi devono cavarsela tra loro.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    13  1   Rimuovi


  • 7  04/05/2019 10:51  Anonimo869

    Ridicolo il 20 dicembre l'udienza ,ecco come và la giustizia x una faccenda che sono già anni passati .Purtroppo è una goccia che prospera poichè si ha paura di far sapere ,e si subisce .

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  0   Rimuovi


  • 8  04/05/2019 09:27  Anonimo828

    Bullo ??? Io direi maleducato , prepotente e impunito !

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  0   Rimuovi


  • 9  04/05/2019 08:42  Anonimo392

    E per una vicenda così grave, la prossima udienza tra sette mesi.
    E' assolutamente vergognoso.
    Il crimine e i criminali sguazzano.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    10  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
17
08
2019
Composti i gironi del calcio marchigiano, il Loreto nel girone B della Promozione assieme al Porto Recanati

Composti i gironi del calcio marchigiano, il Loreto nel girone B della Promozione assieme al Porto Recanati

Villa Musone con le anconetane della Prima categoria, Csi confermato nel girone E della Seconda Categoria

17
08
2019
Il Villa Musone si apre al calcio femminile

Il Villa Musone si apre al calcio femminile

L'invito della società giallo blu a bambine e ragazze

16
08
2019
Parla mister Giampaolo della Recanatese, domenica il test con la Fermana

Parla mister Giampaolo della Recanatese, domenica il test con la Fermana

Un girone F dove si gioca a calcio e dove si potranno vedere delle belle partite

Da pochi giorni sono stati diramati i gironi ed i calendari della Serie D, la Recanatese è inserita nel Girone F insieme alle altre marchigiane Jesina,
Matelica, Sangiustese, Montegiorgio, Tolentino e Porto Sant’Elpidio.

Il 25 agosto i leopardiani affronteranno il primo impegno ufficiale della stagione contro il Montegiorgio in Coppa Italia. Dopo un mese di lavoro ed i
primi test abbiamo intervistato mister Giampaolo.

Dopo quasi un mese di preparazione la situazione del gruppo è quella che si aspettava?

“Abbiamo iniziato questo ritiro con un’idea di gioco completamente nuova, c’è bisogno di tempo per assimilare quello che stiamo proponendo, le gambe ancora
non girano ma per il momento è giusto che sia così. Le priorità della preparazione erano quelle di non avere infortuni e di mettere benzina sulle gambe,
priorità che sono state rispettate. Ora bisogna cercare di mettere in campo quello abbiamo proposto durante queste prime settimane di allenamento”. 

Cosa ne pensa della composizione del girone F? 

“Sulla composizione del giorone F posso dire che è sicuramente un bel girone, dove si gioca a calcio e dove si potranno vedere delle belle partite. Il
fatto che non sia stato inserito il Foggia ha soddisfatto un po tutti”.

Quali sono, secondo lei, le squadre potenziali protagoniste?

“Le squadre che si sono rinforzare di più, che saranno protagoniste e lotteranno per vincere il campionato penso possano essere il Matelica, il Pineto,
il Cambobasso, la Vastese”.

La Recanatese potrà ambire alla lotta al vertice?

“La Recanatese è stata costruita per raggiungere i play-off. La stagione scorsa è stata molto postiva, cerchiamo di proseguire il percorso cercando di
alzare l’asticella, bisogna vedere tutto poi quando inizieranno le partite che contano”.

Ricordiamo l’appuntamento per domenica 18 agosto alle ore 18,00 per l’allenamento congiunto Recanatese-Fermana.

 

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür