Stampa questa pagina

Sabato, 11 Maggio 2019 09:45  Asterio Tubaldi  2638 

Nuovi incarichi e spostamenti di sacerdoti

Nuovi incarichi e spostamenti di sacerdoti

Il  vescovo Nazzareno Marconi ha comunicato una corposa serie di nomine e di spostamenti di sacerdoti che andranno in vigore entro la fine del prossimo mese di settembre 2019, in tempo per l’inizio del nuovo anno pastorale.Nuovo incarico

Don Igino Tartabini         Parroco ai Santi Vito e Patrizio – Chiesanuova

Don Fabrizio Perini         Parroco a Villastrada e a S.Vittore – Cingoli

Don Mirco Cichella          Parroco a Troviggiano e a VillaTorre

Don Roberto D’Annibale             Parroco a San Vincenzo Maria Strambi – Piediripa

Don David Malavè          Parroco a Cristo Redentore e Chiarino – Recanati

Don Franco Pranzetti     Parroco a Montecassiano

Don Rafael Ranchal Garcia          Collaboratore nell’UP di Montecassiano e Direttore degli Oratori delle UP

Don Pier Andrea Giochi                Parroco a Santa Croce – Macerata

Don Sergio Fraticelli       Collaboratore UP Immacolata – Santa Croce – Macerata

Don Luca Poli     Collaboratore UP Immacolata – Santa Croce – Macerata

Don Alberto Forconi      Coordinatore Pastorale di UP 06 Urbisaglia – Colmurano – Abbadia di Fiastra

Don Fabio Piombetti      Collaboratore UP 06 Urbisaglia – Colmurano – Abbadia di Fiastra e 08 la Rancia – Casette Verdini – Sforzacosta – Piediripa

Don Rino Ramaccioni     Collaboratore di UP 06 Urbisaglia – Colmurano – Abbadia di Fiastra

Don Salvatore Paparoni               Collaboratore di di UP 06 Urbisaglia – Colmurano – Abbadia di Fiastra

Don Francesco Zambelli               Collaboratore UP 13 – Porto Recanati

Don Giacomo Pompei   Collaboratore UP 9 e 10 – Tolentino

Don Pietro Micheletti    Parroco a S. Francesco e Addolorata di Recanati

Don Giacomo Ippolito   Collaboratore UP 11 (Recanati Centro) e 16 (Montelupone)

Don Gianfranco Ercoletti             Parroco a Montelupone e San Firmano

Don Samuele Sapio        Collaboratore UP 12 – Cristo Redentore Recanati e Chiarino

 

 

Si tratta di scelte che vogliono offrire risposte alle urgenze manifestate dal nostro tempo e che corrispondono anche a caratteristiche peculiari della nostra diocesi; una per tutte: l’elevato numero di sacerdoti formati nel Cammino Neocatecumenale a una vocazione diocesana e missionaria, per i quali ogni anno si sperimenta l’esperienza del ritorno e della partenza di alcuni presbiteri dalle terre di missione, come pure il rientro dalla missione di coloro che saranno presto ordinati diaconi e che verranno assegnati alle varie Unità Pastorali (d’ora in poi indicate con UP) per cominciare fin da subito la loro esperienza pastorale.

Testimonianza di Fabio Piombetti, diacono che sarà ordinato sabato 11 maggio

 

Tornerà da una lunga missione a Taiwan don Mirko Cichella, per un tempo di servizio pastorale e formazione in diocesi. La sua presenza tra noi, soprattutto nel prossimo anno, sarà occasione preziosa per far conoscere alle nostre comunità parrocchiali la realtà della chiesa cattolica in Cina. La nostra diocesi, sulle orme di padre Matteo Ricci, ha una particolare vocazione a riguardo.

 

Partiranno invece per la missione don Sauro Formiconi, attuale parroco a Villastrada e San Vittore, don Oscar Salguero, attuale collaboratore a Montecassiano ed infine don Peter Paul Sultana, attuale parroco di Chiesanuova.

Testimonianza di Samuele Sapio, diacono che sarà ordinato sabato 11 maggio

 

L’Abate Generale dell’Ordine Cistercense Mauro-Giuseppe Lepori ha purtroppo confermato per lettera che non sarà possibile un ritorno dei Monaci Cistercensi a Fiastra. Questo ha imposto di cercare come garantire il servizio liturgico e soprattutto di confessioni e di direzione spirituale, che tanta gente continua a cercare in questo prezioso Santuario Mariano. Alcuni sacerdoti anziani, ancora desiderosi di servire il Signore con la preghiera e l’amministrazione dei sacramenti, si sono resi disponibili per garantire il servizio nell’abbazia e anche nelle vicine parrocchie dell’UP, cioè Urbisaglia e Colmurano. C’è speranza di poter presto affiancare a loro la presenza di una Comunità monastica femminile Benedettina.

Professione di fede dei due candidati al sacerdozio

 

Un altro fattore che impone delle risposte è l’età avanzata di molto del nostro clero. Lasciare isolati o sovraccarichi di impegni pastorali dei sacerdoti molto anziani non è giusto, come va superata la mentalità che vincola la fede a un sacerdote ritenuto insostituibile, mentre è solo in Gesù il fondamento irrinunciabile. L’abitudine a una persona ed al suo stile di pastorale, non può essere il fondamento della fede vera.

 

Se i sacerdoti devono essere disponibili – come di fatto si sono dimostrati – a obbedire alle necessità dell’intera diocesi e non di una sola parrocchia, i fedeli devono impegnarsi a vivere una fede adulta, dove l’amicizia umana con il parroco è una cosa bellissima, ma non può essere il cardine indispensabile della fede.

 

Seguono le nomine a Parroci e Collaboratori che si compiranno entro la fine di settembre.

 

 

               

 

opinioni a confronto

18 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!