Stampa questa pagina

Lunedì, 20 Maggio 2019  Mauro Nardi  206 

Pulcini 2009 del Villa Musone, nel segno della continuità

Pulcini 2009 del Villa Musone, nel segno della continuità

Il gruppo seguito dall'indimenticato Gianluca Carotti ora è seguito da mister Simone Cecchi  

Continuiamo il nostro viaggio attraverso i gruppi del settore giovanile del Villa Musone. Oggi parliamo dei Pulcini 2009, il gruppo che era seguito dal nostro indimenticato Gianluca Carotti. Dopo la sua perdita, il gruppo è stato affidato a mister Simone Cecchi, affiancato da Nicola Gigli, il quale con entusiasmo sta portando avanti il lavoro che aveva iniziato mister Carotti. "Sono subentrato in una situazione dolorosa - commenta mister Cecchi - perchè la perdita di un allenatore come mister Carotti per l'ambiente Villa Musone, e per un gruppo di bambini molto legati a lui, non è stata una situazione facile. A tal proposito voglio ricordare Gianluca ma sono sicuro che nella gestione di questo gruppo una mano, ovunque si trovi, ce la sta dando. Vorrei ringraziare per la gestione del momento subito dopo la scomparsa di Gianluca, che era la cosa più difficile, Nicola Gigli che ha collaborato con me, poi i due dirigenti Luciano Armillotta ed Umberto Giampechini oltre al responsabile tecnico Davide Finocchi che ha deciso di affidarmi la squadra. Li ringrazio tutti perchè mi hanno agevolato nell'iniziare questa avventura. Detto questo i ragazzi hanno reagito comunque bene, meglio di come mi sarei aspettato, ed abbiamo cercato di portare avanti il lavoro che Gianluca aveva impostato. Diciamo che ho visto grossi miglioramenti da parte dei ragazzi, perchè hanno messo in campo loro stessi in ogni situazione. C'è voglia di fare ed è un bel gruppo molto rispettoso, educato, contento di poter lavorare e ci sono grandissimi margini di miglioramento. Nelle categorie precedenti hanno giocato e si sono divertiti, in questo fase uniamo il divertimento e proseguiamo con il lavoro che è stato tracciato. Personalmente sono molto contento di questi ragazzini e sono fiero delle cose che mi hanno fatto vedere poco a poco. L'apice lo abbiamo raggiunto al torneo del Primo Maggio, quando abbiamo convocato tanti ragazzini che anche dopo una sconfitta sono usciti da campo con il sorriso sulle labbra perchè si sono divertiti: ecco penso che questa sia la vittoria più grande in un'età molto importante come quella che stanno vivendo. In questa esperienza c'è stata una frase che mi ha colpito molto: un giorno i ragazzini sono venuti da me e mi hanno detto che gli ricordavo mister Gianluca Carotti - conclude mister Cecchi - e mi sono veramente emozionato".