Stampa questa pagina

Domenica, 02 Giugno 2019 21:23  Asterio Tubaldi  562 

LORETO PARCO DELLA RIMEMBRANZA LA RISPOSTA DEL SINDACO

LORETO PARCO DELLA RIMEMBRANZA LA RISPOSTA DEL SINDACO

Il sindaco Paolo Niccoletti, durante un ampia intervista fatta per la nostra emittente, sulle problematiche di Loreto ha fatto anche delle precisazioni riguardo il Parco della Rimembranza, rispondendo indirettamente all’intervista da noi effettuata con il segretario di Terra Mater Prof. Franco Raffi, in cui veniva criticato, di voler più che ristrutturare cambiare la destinazione del Parco, che ricordiamo onora i caduti della Grande Guerra. Paolo Niccoletti in proposito ha detto «di base ci sono dei pregiudizi politici che sono ostili a prescindere a volte anche interessati, dispiace poi che vengono coinvolte tutte le istituzioni, in quanto  scrivere al Presidente della Repubblica, che a Loreto si deturpa il Parco delle Rimembranze mi sembra eccessivo, quando sono il primo sindaco – continua Niccoletti - da quando è stato fatto il Parco dall’ingegnere Cirilli, che ci spende i soldi per riqualificarlo, cosa che in atri tempi, senza togliere niente a nessuno, il Parco era diventato la serra dei giardinieri e lo spogliatoio degli operai comunali, oltretutto ci sono state piantati nel tempo, arbusti e piante diverse dal progetto originale» Niccoletti poi invita la cittadinanza « vorrei che i cittadini vadano a vedere il progetto posto davanti al cantiere del Parco della Rimembranza e si accorgeranno che non verrà così stravolto, gli alberi verranno ripiantati e tutto sarà fatto rispettando il luogo – precisa il sindaco – il tutto attraverso l’intercettazione dei fondi europei grazie ai quali abbiamo elaborato un progetto che è stato approvato dal Ministero dei Beni Culturali e della Sovraintendenza, hanno fatto un sopraluogo il presidente regionale dei Combattenti e Reduci, la Delegazione Pontificia e l’Unitalsi, oltretutto ci sarà l’abbattimento delle barriere architettoniche e quindi anche i portatori di handicap ed i “Treni Bianchi” potranno usufruire del parco, cosa che non poteva avvenire prima» Il sindaco conclude rispondendo indirettamente al Prof. Raffi riguardo il fatto che il Parco diventasse luogo di spettacoli «non credo che dodici panchine possano essere una testa di ponte per fare degli spettacoli, comunque tutti possono vedere il progetto davanti il cantiere del Parco della Rimembranze e giudicare» Ovviamente continueremo a seguire la vicenda se ci saranno sviluppi, l’importante che il Parco della Rimembranza sia usufruibile prima possibile almeno per il 4 novembre per poter festeggiare i 101 anni della fine della 1° Guerra Mondiale, conflitto in cui Loreto ha dato tante giovani vite.  

Giovanni Pespani.

opinioni a confronto

1 commento