Stampa questa pagina

Martedì, 04 Giugno 2019  Nikla Cingolani  302 

Mostra fotografica di Stefano Lotumolo

Mostra fotografica di Stefano Lotumolo

Dal 7 al 9 giugno - galleria Idill'io Recanati

A Recanati dal 7 al 9 Giugno presso la Galleria di Arte contemporanea Idill'io in piazza Giacomo Leopardi si potranno ammirare le fotografie di Stefano Lotumolo. Venerdi 7 Giugno presso il circolo fotografico “Obiettivo per tutti” quartiere Le Grazie, ci sarà l'incontro con il fotografo dalle ore 21.30. Per la serata, oltre al progetto sarà presentato anche il libro omonimo “Its All About Love”.

Sabato 8 Giugno inaugurazione in galleria dalle 10.00. La galleria venerdì sarà aperta dalle 16 alle 20, mentre il sabato e la domenica dalle 10 alle 22.

 

COMUNICATO STAMPA

Stefano Lotumolo, 32 anni, fotografo lucchese freelance. Da novembre 2015 ha iniziato a viaggiare per il Mondo. Con la fotogra fia ha cominciato seriamente lo scorso Giugno 2017. “Prevalentemente ho visitato Africa ed Asia, vivendo anche 10 mesi in Australia per lavoro. Poi all'età di 29 anni mi sono ritrovato ad un bivio della mia vita e dopo esser tornato in Italia per sei mesi per problemi familiari, appena ho potuto ho intrapreso il mio primo vero viaggio fotogra fico. Con la mia Canon 700d ed un paio di lenti, sono partito alla scoperta del mondo e di me stesso, viaggiando per tre mesi in solitaria in Africa. In questi mesi ho consolidato la mia amicizia con un Masai nel nord della Tanzania. Appena tornato ho messo su la prima piccola esposizione in cui, tra mille errori ma con tantissimo entusiasmo, ho visto che era possibile creare emozioni sui volti delle persone. Fui così motivato a rimettermi in moto che decisi di vivere altri 5 mesi in giro, accompagnato dalla mia fedele nuova amica.
Dall'Iran al Giappone, passando dal Nepal, subendo l'influenza della mistica India e del magico Myanmar, nel quale ho capito ancora di più quale fosse la mia reale vocazione, ovvero immortalare emozioni sotto forma di fotogra fie.” Lo scorso 2018 ha visto Stefano impegnato nella sua prima Tournèe fotografica nazionale, nella quale ha esposto 80 opere.
“E' stata una scommessa vinta contro tutto e tutti, che mi ha permesso di iniziare questa nuova annata sapendo quali fossero gli errori da non commettere più.”

Il tutto fa parte di un progetto che sta portando avanti con la sua compagna “di vite”, come a lui piace dire, per sensibilizzare e far conoscere al nostro bellissimo popolo alcune delle realtà presenti in questo mondo, mostrandole in maniera diversa, durante sprazzi di vita quotidiana. “Attraverso le mie foto cerco di trasmettete un messaggio d’amore e di condivisione tra culture, con la speranza che la diversità diventi un valore aggiunto e non più un limite.”

Nello specifico, "ITS ALL ABOUT LOVE 2.0" consiste in un progetto di comunicazione a 360 gradi, dato che oltre alle mostre fotografiche è presente anche un libro nel quale l'artista ha voluto mettere a nudo questo suo cambiamento radicale che lo sta portando ad affermarsi come uno dei fotogra fi più ambiziosi a livello italiano.

“Non sono un superuomo, ho solamente dato spazio al mio cuore di collegarsi con la mente ed ho lasciato che venisse fuori la mia vera vocazione, in maniera del tutto naturale.
Attraverso il viaggio sono entrato a stretto contatto con persone ed Etnie così diverse da quella che era stata la mia vita precedente e posso solamente ringraziare l'Universo che circonda tutti noi per avermi messo alla prova e per avermi fatto vedere quanto sia importante la diversità per poter progredire dentro noi stessi.

Quando torno a casa in Italia vedo invece molte persone che hanno paura di tutto quello che è diverso da loro, questo è il motivo principale che quotidianamente ci spinge a continuare a credere in quello che stiamo portando avanti con molte dif ficoltà perché purtroppo, l'arte in Italia è vista come un qualcosa di marginale, mentre andrebbe tutelata di più dato che attraverso le emozioni possiamo veramente ambire ad un cambiamento reale.”

“Nella mostra fotogra fica di quest'anno, stiamo accompagnando le 75 fotogra fie con delle didascalie nelle quali, voglio far vivere ciò che ho vissuto io in prima persona, in maniera tale che l'energia che una foto può emanare sia ampliata da pensieri che arrivano senza essere filtrati dal mio cuore. Il mondo ha bisogno di positività ed amore, di riprendere a vivere perseguendo ciò che ci rende felici.”