Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Venerdì, 07 Giugno 2019 11:07  Asterio Tubaldi  Stampa  2031 

Marco Buccetti risponde ad Antonio Bravi per frasi considerate offensive nei confronti dei medici di famiglia

Marco Buccetti risponde ad Antonio Bravi per frasi considerate offensive nei confronti dei medici di famiglia

PRECISAZIONI SULLA COLLABORAZIONE DEI MEDICI DI FAMIGLIA DI RECANATI

 

Nei giorni scorsi, in campagna elettorale, sono state fatte ingiuste accuse di mancata collaborazione nei confronti dei Medici di Famiglia di Recanati (ribadite in particolare dal candidato sindaco Antonio Bravi anche durante il confronto televisivo su ETV Marche di lunedì 3 giugno), pertanto è doveroso precisare quanto segue:

 

  • Il medico di famiglia lavora come libero professionista convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale tramite uno specifico contratto, nel quale non esiste alcuna menzione di attività strutturate da svolgere all’interno di strutture ospedaliere o similari; ciononostante con tale ruolo è presente in maniera regolare e assidua presso tutte le strutture residenziali (RSA, IRCER, SRR, OASI AVE MARIA, CASA DI RIPOSO DI MONTEFANO, ecc.) ove sono degenti i propri assistiti.
  • Peraltro, i medici di Famiglia di Recanati da tantissimi anni hanno sempre collaborato con il Servizio Sanitario Territoriale al fine di trovare soluzioni adatte per una adeguata e sana collaborazione all’interno di quelle oggi giorno definite “Cure Intermedie”; collaborazione ancora in atto, nel rispetto dei loro impegni contrattuali, e che si avvale anche di periodici e costanti incontri di equipe territoriale.
  • L’attività pratica di medico addetto ai posti letto dell’Ospedale di Comunità è invece regolata da una distinta convenzione di lavoro; pertanto l’adesione a queste ulteriore attività lavorativa parallela è prettamente su base volontaria dei singoli professionisti e risponde anche alla effettiva disponibilità temporale che il singolo medico può dedicare ad un lavoro extra.

Quindi il non aver sottoscritto un secondo contratto di lavoro non può e non deve essere valutato come scarsa volontà collaborativa; peraltro dei circa venti (20) medici presenti sul territorio, solo sei (6) professionisti hanno sottoscritto il secondo contratto, e li ringraziamo per la loro scelta. Gli altri non devono però essere demonizzati o accusati di nulla, poiché tuttora continuano a garantire una costante collaborazione gratuita verso la nostra Sanità Territoriale. La loro distinta scelta nasce infatti da molteplici motivazioni tra le quali in particolare la mancanza, da parte della ASUR, di chiarezza organizzativa e di valide garanzie rispetto alla presenza di un adeguato personale e di adeguate strumentazioni diagnostiche dedicate alle cure intermedie. Pertanto, la gran parte dei medici, non avendo avuto tali essenziali garanzie, non ha ritenuto opportuno sottoscrivere un parallelo contratto di lavoro che avrebbe messo a rischio il già affollato operato professionale, a discapito soprattutto dei pazienti.

 

 

 

Dott. Marco Buccetti

opinioni a confronto

14 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  07/06/2019 17:50  Anonimo475

    sarebbe stato meglio cogliere l'occasione per stare zitti

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  07/06/2019 12:06  Buccetti Marco

    Carissimo Anonimi 720 e 852,
    grazie per il vostro parere, ciononostante vi devo ricordare che il mio intervento non è stato assolutamente dettato da alcun desiderio di dare “…un aiutino a qualche collega in vista del ballottaggio...”, ne tantomeno strumentalizzare il voto; infatti, se leggete attentamente il mio scritto non do alcuna indicazione di voto, ma esprimo il mio disappunto. Devo comunque affermare che questa campagna elettorale è stata “odiosa”, caratterizzata da insulti, denigrazioni e liti pubbliche (provenienti peraltro anche da chi aveva governato sino ad oggi) che non fanno onore alla nostra democrazia locale. L’attacco verso i medici di famiglia è stato utilizzato più volte nei comizi per difendere ad oltranza un operato regionale, a mio avviso non rispettoso e poco congruo per il territorio; quindi non è stata solo una lieve polemica, ma un progetto concreto a scopi probabilmente elettorali (peraltro in alcuni comizi locali sono stati fatti anche apprezzamenti poco rispettosi sulle scelte dei medici, che a loro dire erano dettate solo da motivi di interesse personale). In questo contesto ho assunto un compito di attento osservatore e mi sono completamente sentito offeso nel mio ruolo di medico di famiglia quando l’accusa di mancata collaborazione nelle cure intermedie è stata nuovamente espressa lunedì 3 giugno in maniera pubblica in un dibattito televisivo; i tempi di una mia replica sono stati immediati e quindi dettati dalle dichiarazioni di suddetto candidato sindaco e non dal sottoscritto. Altrimenti altra soluzione sarebbe stata quella di agire per vie legali con una querela per diffamazione (cosa che potrei comunque sempre fare in futuro). Anonimo 720 ti ringrazio comunque per aver ricordato il ruolo di assessore di mio padre Egidio, ciononostante ti ricordo che lui, pur essedo di indole progressista ed estremamente innovativa, fu sempre fedele ai valori dell’originario Partito Popolare, avendo militato sin da giovane all’interno di tale partito e della successiva Democrazia Cristiana. Dopo un periodo di astensione dalla politica attiva fu eletto in Recanati come indipendente nelle liste della Democrazia Cristiana su proposta dell’allora sindaco Ferdinando Foschi e successivamente come assessore alla cultura fu importante supporto per i successivi sindaci Garbuglia e Simonacci. Nella sua storia politica non aveva preconcetti e odiava il gioco partitico delle “correnti contrapposte” non essendo legato ad alcuna di esse, ma sentendosi libero di esprimere il proprio pensiero e le proprie convinzioni; quindi mi spiace deluderti sugli aspetti idealizzati che tu avevi di lui. Era inoltre figlio di un orgoglioso repubblicano di Osimo (Golo Buccetti) che per difendere il proprio pensiero nel ventennio fascista aveva lottato subendo umiliazioni e la galera politica. Da entrambi io e mio fratello Mauro abbiamo ereditato: il desiderio di non essere assoggettati ad alcun potere assolutistico ispirato a qualsiasi appartenenza ideologica (la dittatura non ha colore politico è sempre un potere assolutistico che cambia forma e struttura nel tempo, ma annulla la libertà); la volontà di difendere le nostre idee anche a discapito dei nostri interessi finanziari; il non accettare compromessi che possano ledere la libertà individuale; il non accettare e/o fare raccomandazioni a fini di interesse personale e/o elettorale. Questi a mio avviso sono valori fondamentali e non hanno una colorazione politica. Purtroppo negli ultimi anni ho visto la fragilità di essi, li visti calpestati e derisi anche da coloro che a voce dicevano cose assai differenti; ho visto applicare una politica “becera” basata sull’insulto e la denigrazione verso non solo l’oppositore, ma anche verso chi dissentiva nei confronti di coloro che governavano. Ciò non lo gradisco più; affermare questo non vuol dire schierarsi per una delle due parti, quanto piuttosto schierarsi a difesa della libertà di pensiero.
    Grazie per avermi permesso di dire il mio pensiero.
    Marco Buccetti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  1   Rimuovi


  • 2  07/06/2019 09:39  Anonimo852

    Che delusione sentirla strumentalizzare così una frase che non offendeva nessuno...
    Che dispiacere vederla passare di là solo per ripicca

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  7   Rimuovi


  • 3  07/06/2019 09:22  Anonimo633

    Bravo Marco
    motivo in piu' per votare SIMONACCI!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  1   Rimuovi


  • 4  07/06/2019 08:57  Anonimo718

    Grazie Marco...! Parole chiare e dirimenti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    9  1   Rimuovi


  • 5  06/06/2019 18:10  Anonimo835

    grazie Marco per la chiarezza.purtroppo il duo Fiordomo/Bravi sono stati sempre proni ai tagli del direttore dell'asur

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    29  5   Rimuovi


  • 6  06/06/2019 14:57  Anonimo828 Franco morbi

    Complimenti Marco, mi hai chiarito le idee a chi votare per il ballottaggio

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    26  5   Rimuovi


  • 7  06/06/2019 14:52  Anonimo772

    oramai nessuno sopporta più l'amministrazione uscente. ci sarà pure un motivo, no?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    31  5   Rimuovi


  • 8  06/06/2019 14:18  Anonimo446

    Dottore sempre disponibile e lo dico anche se non sono una paziente.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    22  5   Rimuovi


  • 9  06/06/2019 14:05  Anonimo720

    Caro Marco, il dibattito sull'organizzazione sanitaria e' opportuno e non finirà qui. Quello ch deve finire e non e' proprio opportuno e' prendere a pretesto una battuta polemica in un dibattito, per dare all'ultimo momento un "aiutino" a qualche collega in vista del ballottaggio. Se sei stato attento al dibattito tra i candidati ti sarai accorto che la battuta di Bravi si riferiva all'affollamento nelle lista da parte dei medici che, secondo quello che dici, non avrebbero tempo per assumere altre responsabilità. Figuriamoci l'impegno da consigliere. Ora sono convinto che visto il tuo carattere tu sei te quelli generosi e disponibili, ma non mi sembra che la maggioranza dei tuoi colleghi lo siano ugualmente, spesso sono soltanto burocrati sfornaricette. Il tuo intervento non è stata una bella cosa e non mi sarei mai aspettato che il figlio di Egidio, grande assessore della sinistra DC, appoggiasse ora il centrodesta.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  24   Rimuovi


  • 10  06/06/2019 13:58  Anonimo362

    Giustissima la precisazione del dott.Buccetti ,da aggiungere che la maggioranza uscente a guida PD ha sostenuto ,con la partecipazione attiva e appassionata della dottoressa Mariani che la lungo degenza unitamente al PPI è un superamento valido ,una conquista rispetto al Pronto soccorso

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    20  6   Rimuovi


  • 11  06/06/2019 12:52  Anonimo694

    non fa una piega!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    36  6   Rimuovi


  • 12  06/06/2019 11:56  Anonimo613

    Bravo Marco

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    36  6   Rimuovi


  • 13  06/06/2019 11:42  Bellorofonte

    Lo stato paga i "Medici di famiglia" un tanto a paziente che lo ha scelto. Il medico "segue" il suo paziente nel PROPRIO AMBULATORIO, per altro sempre intasato e con ore ed ore di attesa per essere visitato o per informare il proprio medico dei suoi problemi fisici. Tutto per risparmiare sulle spese sanitarie: chiudere e declassare vari ospedali, meno medici e paramedici ed infermieri, ecc. ecc. Ma i direttori di AV1-2-3-4-5 (come Maccioni AV3), continuano a prendere circa 250.000 euro annui più "premi" di produzione. Li niente risparmio! Quindi, teoricamente se non trovo il MIO medico nell 'ambulatorio chiuso perché sta in altro posto a visitare pazienti di un altro medico, che devo fare? Lo dovrei denunciare per abbandono del suo posto di lavoro? Esagero? Forse!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    31  2   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
24
02
2020
Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Nutrita partecipazione per il secondo appuntamento della rassegna

02
03
2020
Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Si riprende dalla giornata sospesa nell'ultimo week end dall'Eccellenza in giu'

01
03
2020
Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Non basta il gol di Pezzotti ai giallo rossi che scivolano a meno 7 dalla vetta

28
02
2020
Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

In serie D girone F nessuna gara rinviata, giallo rossi di scena al Della Vittoria alle 14,30

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür