Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Luglio 2019 »
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

ARCHIVIO NOTIZIE

Venerdì, 14 Giugno 2019 19:33  Asterio Tubaldi  Stampa  2411 

Il Cambiamento a Recanati

Il Cambiamento a Recanati

riflessione ironica ma seria del Professor Cuomo, architetto, da anni a Recanati e innamorato della nostra città Vedi il video dell'intervista

E ora si cambia. Una nuova amministrazione con nuove idee, nuove persone e nuovi valori. Ma facciamo un passo indietro. Dal duemilasei vivo e lavoro a Recanati
e subito prendo confidenza con alcune persone, almeno nominalmente. Chi fa il sindaco, chi l’assessore, chi il consigliere e chi il professionista, l’imprenditore e
chissà cos’altro. Poi conosco meglio e personalmente alcuni concittadini, quando si dice l’empatia, e capisco che con loro potrei contribuire alla vita sociale e culturale
della città. Iniziamo a chiederci e a chiedere cosa va e cosa non va, e con le nuove elezioni ritornano quelle persone che conosco, nominalmente, ma con ruoli diversi.
Chi fa “questo”, chi fa “quello” e chi il professionista, l’imprenditore e chissà cos’altro.

 

Poco male, almeno questi ultimi la pensano come me. Eppure più passa il tempo e più mi fanno notare che le cose non starebbero andando proprio come da
copione. Perché c’erano delle persone che facevano il professionista, l’imprenditore e chissà cos’altro e c’è quel tipo di persona. Saranno capaci e meritevoli dei ruoli che ricoprono, penso. Ma ecco un altro requisito, essere i figli di, i fratelli di, gli amici di e, in queste ultime settimane, anche i nipoti di e padri di.

 

D’improvviso riaffiorano vecchi ricordi, fatti di militanza di Partito, di campagne elettorali, nazionali e locali, qualche tafferuglio, manifesti tanti manifesti e candidature personali, tra successi e delusioni. E allora con coraggio pensiamo di trasformare le nostre idee e la voglia di provare a migliorare la città, in una proposta politica. Tanti incoraggiamenti, tante pacche sulla spalla, tanti gli auguri, forza, coraggio, ma pochi voti. Qualcosa non va. Intanto il tempo passa e, sempre con più amici, notiamo che è proprio il copione ad essere stato scritto male. Quando si dice un copione a quattro mani.
 

Allora anche noi pensiamo che lavorando insieme ad altri, alla prima occasione elettorale riusciremo a farci sentire e perché no ad aggiustare il copione. E infatti, tanti incoraggiamenti, tante pacche sulla spalla, tanti gli auguri, forza, coraggio, ma sempre troppo pochi i voti, anche meno della precedente volta mentre, con le ultimissime elezioni, sono presenti ancora le stesse persone che ormai riconosco da tempo e con ruoli neanche tanto diversi dai soliti. Chi farà “questo”, chi farà “quello” e chissà cos’altro. Ma allora cos’è che non funziona? perché questi cambiamenti che non cambiano? Forse le nostre idee non “bucano”, forse la buona volontà di aggiustare il “giocattolo rotto” non è bastata e sicuramente la sola onestà non è più.
 

E adesso seri. Abbiamo corso un grande rischio a Recanati. Il clima politico nazionale è sotto gli occhi di tutti e quest’aria avremmo potuto respirarla anche nella città della poesia. Il dato elettorale, sin dal primo turno, ha mostrato che i due terzi dell’elettorato vuole riconoscersi nei valori della solidarietà, della tutela delle fasce deboli, della salvaguardia dell’ambiente e del territorio, valori quanto meno ascrivibili al patrimonio genetico politico del centrosinistra storico. Tuttavia il pericolo di disperdere tale investitura elettorale nel suo complesso, con il suo patrimonio valoriale e con un’ esperienza amministrativa ormai decennale, è stato elevato. Risalire ai motivi che ci hanno portato a questo rischio non è esercizio per tutti, non per quelle persone che continuano a chiedersi perché, non per gli altri ventimila recanatesi “non addetti ai lavori” e sempre troppo lontani dai lavori.
Eppure qualcosa, ed anche qualcuno, mi dice che forse qualche responsabilità deve pur esserci. Ma certo, ecco di chi……. dei figli di, i fratelli di, gli amici di e, nelle ultime settimane, dei nipoti e padri di.
Fulvio A. Cuomo

opinioni a confronto

14 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  20/06/2019 14:36  Anonimo777

    Dopo l'intervista ho capito meglio. Interessante. Di sicuro è vero che la moltiplicazione delle liste non ha significato l'aumento del dibattito politico. Anzi ha sostituito gli argomenti: non si è votato spesso per qualcosa, ma per qualcuno che mi era parente, amico, collega. Penso però che l'esito sul Sindaco sia stato il migliore possibile, sebbene rocambolescamente

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 1  12/06/2019 15:04  Anonimo949

    Anonimo 525 chi ha venduto il gioiello ASTEA !! dove sono finiti i 22 milioni
    Altro fatti un giro in paese e senti

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  3   Rimuovi


  • 2  12/06/2019 12:21  alby

    il problema e' che i recanatesi sono diffidenti e prudenti per natura e quando sembrano lamentarsi per qualcosa che suppongono non vada bene lo fanno solo per partecipare a un dibattito o discussione da bar che sia, ci si conosce tutti e ognuno vuol dire la sua ma................in realta' non tutti intervengono a proposito ........ e non si puo' considerare il loro intervento come adesione a un progetto politico....... la loro va considerata come una riflessione a distanza........ io a volte quando devo parlare tanto per parlare preferisco il silenzio........ cordiali saluti signor cuomo.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  1   Rimuovi


  • 3  12/06/2019 09:48  Salvatore testa

    Solidarietà e grande stima al prof.Cuomo...È uno che studiava li ri di storia fin da adolescente.......sempre lucido di e acuto mente...leale e schietto...sempre sinceramente ossequiente al bene comune...Tutti requisiti allarmanti....nel paese più familista del mondo....il Cui popolo vanta un gruppetto di fenomeni iche eccellono n tutti i campi senza paragoni all estero....ma poi detiene il turpe primato di una classe media più ottusa e superficiale del mondo...sono foglie al vento facilmente persuasibili per poi ripudiare dopo due ore chi li aveva persuasi. Gente incapace di alimentare il bene comune...Ed è sbagliato criticare sempre i piani alti della piramide sociale...quando queste masse senza testa aspirano mai a spodestare quelle caste....ma piuttosto a entrare nelle loro grazie.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    12  11   Rimuovi


  • 4  12/06/2019 07:56  Anonimo592

    Recanati non merita la sua riflessione , alcuni potrebbero ritenerla offensiva;

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    11  10   Rimuovi


  • 5  12/06/2019 07:16  Anonimo531

    I figli i padri e fratelli ormai sono cose note nella politic, non solo recanatese.
    Sta di fatto che il cambiamento che che ci si aspettava era di persone, è inutile che bravi dice “proseguiamo con il cambiamento” prima di tutto perché sembra rinnegare ciò che ha fatto finora seconda cosa sono sempre tutti di loro.
    Molti recanatesi come me hanno votato Simonacci perché era il meno peggio, o semplicemente perché dopo 10 anni di amministrazione si crea quel giro clientelare attorno all’amministrazione paragonabile ad una piccola mafia. La legge che vieta un terzo mandato allo stesso sindaco esistite proprio per questo motivo, ma come tutte le cose in Italia basta invertire sindaco con il suo vice ed il gioco è fatto.
    Attribuire l’amministrazione di un comune per 15 anni alle stesse persone significa limitarne la crescita

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    19  11   Rimuovi


  • 6  11/06/2019 23:11  Anonimo, inutile solo per quelli come ano 458

    Per anonimo 458, la sua affermazione circa il ruolo degli architetti nell' attuale società da lei definiti "inutili" anzi li pone tra i PIU inutili, la qualifica. E più esattamente la pone tra quella folta schiera di sempliciotti e mediocri che rafforzano il senso comune e di appartenenza a quelli che l illustre Leopardi definiva " volgo zotico e vile"... Si guardi intorno e soprattutto vada alla ricerca di informazioni utili a rivedere il suo modesto sapere... troverà vie e piazze intitolate a grandi uomini con titolo di architetti , ma assai pochi ingegneri e ancora meno geometri..tutto cio non le dice niente immagino , non mi stupisce, anzi forse nel suo intimo continuerà a pensarla così.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  5   Rimuovi


  • 7  11/06/2019 21:43  Anonimo889

    Esattamente ce lo dica lei perché il PD di Recanati ha lasciato Antonio solo? Forse perché qualcuno non ha ottenuto ciò che voleva,?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    14  7   Rimuovi


  • 8  11/06/2019 21:24  Anonimo518

    Qualcuno me lo traduce?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    24  4   Rimuovi


  • 9  11/06/2019 21:17  Anonimo312

    .... che paura, che pericolo che ha corso !!!!!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  6   Rimuovi


  • 10  11/06/2019 20:47  Anonimo525

    L'amministrazione precedente madre di questa nuova è stata la migliore amministrazione che la città abbia avuto dalla nascita dei comuni!
    Ricordiamoci chi ha venduto le Clarisse agli IRCER o facciamo un passo indietro al palazzetto dello sport incompiuta per decenni!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    13  17   Rimuovi


  • 11  11/06/2019 20:08  Anonimo458

    Quindi? Gli architetti, figure inutili nell' attuale società.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    12  15   Rimuovi


  • 12  11/06/2019 20:05  Anonimo760

    ma che ca... vole dì,se ho ben capito ha avuto paura di perdere i valori ascrivibili alla sinistra?
    Ma se così fosse questo signore forse non conosce bene chi ha governato per 10 anni e i danni che essi hanno fatto in 10 anni e che i valori che lui attribuisce alla sinistra in realtà sono più forti e meno clientelari a destra, provare per credere, faccia un giretto all'interno del comune e capirà,

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    16  15   Rimuovi


  • 13  11/06/2019 19:48  Anonimo804

    se Recanati ha corso il rischio di perdere questa decennale esperienza amministrativa, perchè lei si è candidato, con la sua lista , a sostegno del candidato sindaco Graziano Bravi e non direttamente con Antonio Bravi? Chissà forse per colpa dei figli di, i fratelli di, gli amici di e, nelle ultime settimane, dei nipoti e padri di,o forse...... solo perchè questa decennale esperienza amministrativa non le era piaciuta

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    25  7   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
18
07
2019
Montefano, in cantina l’omaggio ai 200 anni dell’Infinito di Leopardi

Montefano, in cantina l’omaggio ai 200 anni dell’Infinito di Leopardi

Sabato 20 luglio 2019, Ore 18.30 - Casa Vinicola Accattoli - Via del Donatore 25 - Montefano

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür