Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Mercoledì, 12 Giugno 2019 21:35  Asterio Tubaldi  Stampa  593 

Buon senso, per non lasciare solo al nibbio ed alla cornacchia, il castello di Montefiore

Buon senso, per non lasciare solo al nibbio ed alla cornacchia, il castello di Montefiore

il grido d'allarme di Pier Marino Simonetti sullo stato di sicurezza del castello di Montefiore

Questione molto dibattuta quella del castello di Montefiore. Ne sono instancabili artefici, gli abitanti della simpatica frazione viciniori di Montefano, e gli amministratori del Comune di Recanati, di volta in volta, succedutesi nel governo della Città.
La questione della messa in sicurezza del complesso monumentale è alla base della questione, ma molto a cuore agli abitanti della frazione, rimane l’igiene urbana ed il giusto decoro dei luoghi.
Passandoci ripetutamente davanti alla rocca abbandonata, lungi dall’individuare colpevoli e avere in tasca soluzioni, però un'aspetto appare chiaro, e forse, questo, a portata del buon senso. Che il castello debba essere chiuso per motivi di sicurezza, è uno stato di fatto per il quale ci sia poco da inventarsi tempi brevi, chiunque lo comprende. Quanto, però, incomprensibile appare lo stato di completo abbandono delle opere di interdizione messe in atto.
Voglio dire, va bene chiudere gli accessi pericolosi, ma i modi messi in atto per farlo, potrebbero avere una maggiore manutenzione, decoro e, perché no, servire da supporto per il visitatore. Non ci piove che, sia un visitatore occasionale, quanto il turista di passaggio interessato all'architettura militare, possano rimanere delusi dalla successione di sbarre messe in malo modo e alla spicciolata. Mi è capitato qualche anno fa, constatare con disagio, la forte delusione di un turista arrivato alla base della scalinata del rivelino, dopo un'escursione a piedi da Recanati, trovandosi ogni varco visivo intercluso da sbarre, inferriate e quant’altro: nemmeno un secondo fermo, è poi subito ripartito per non so dove, accompagnata dal si solitario gracchiare delle disposta tra un nibbio ed una cornacchia.
Ora, la questione potrebbe essere mitigata, innanzitutto da una cura costate e programma a seconda delle stagioni, dell'igiene urbana, e successivamente, ma da non sottovalutare, una serie di cartelli illustrativi della particolarità architettonica della rocca, nel sistema difensivo militare della città di Recanati, nei confronti delle fortificazioni del territorio. Cartelli come se ne vedono tanti nei complessi monumentali oggetto di restauri spari per la nostra bella Italia. Chimere, insomma, un architetto che al buon senso da cittadini e amministratori, progetti un "piacere della veduta del complesso del castello" anche a rocca chiusa per motivi di sicurezza.
Visti i tempi lunghi del suo pieno recupero alla fruibilità, il castello va comunque reso parte attività per l'economia culturale del territorio. Di architetti bravi e abili a questo compito, credo, ce ne siano in giro e disponibili a confrontarsi con un progetto di visibilità della struttura quasi millenaria, ora abbandonata a se stessa: capaci di salvaguardare, l’aspetto della sicurezza, quanto la tutela di un luogo con delle particolarità uniche.
La scommessa sarebbe di limitare il disagio dei visitatori respinti dall’interdizione diretta ai luoghi, con un'accoglienza multimediale e storica da leggere e da fruire per mezzo di ogni strumento messo in campo che la tecnologia oggi permette. Pannelli, plance, indicazioni, creazione di varchi visivi se possibili, rimuovendo gli eventuali eccessi di strati metallici delle impalcature.
Ma imprenscindibile il decore dei luoghi e la cura degli sbarramenti fisici, che dovrebbe avere almeno un aspetto gradevole, pur rappresentandosi come ostacolo alla piena fruibilità del complesso.
Buon senso, cura e semplice progettualità, per un tentativo di mite, quanto civile presa d'atto della situazione attuale; in attesa di tempi migliori. Un traghettamento che non faccia scendere in ulteriore oblio il lungo senso storico del castello di Montefiore.

L'immagine può contenere: cielo e spazio all'aperto
opinioni a confronto

7 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  17/06/2019 13:44  Daniel Bonacci

    A Montefiore ci sono circa 500 votanti e nelle ultime elezioni 5 residenti si sono candidati sterilizzando ogni prospettiva di rinascita della frazione. Finché vinceranno i personalismi non si andrà da nessuna parte. Solo buoni a lamentarsi questi...... Cornuti e maziati. Contenti loro....

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  13/06/2019 19:10  Anonimo898

    Passare con Montefano al più presto.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  1   Rimuovi


  • 2  13/06/2019 12:03  Anonimo875

    l'amministrazione passata non ha fatto niente per il Castello, dubito che la futura si attiverà

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  1   Rimuovi


  • 3  13/06/2019 10:54  Anonimo903

    Ma come avete votato Bravi al ballottaggio e fate questi comunicati? Non è già tutto promesso?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  0   Rimuovi


  • 4  13/06/2019 09:20  Anonimo288

    Ragionevole proposta. A differenza di quella di Simonacci che parlava di recupero, ma con argomenti da bar, senza dire chi, come e quanto costa, dove si prendono i soldi, e chi gestisce nel tempo il monumento...

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  3   Rimuovi


  • 5  13/06/2019 08:49  Anonimo939

    Alle votazione avete perso un'occasione, se non sbaglio al ballottaggio c'è stata un inversione di voti verso Bravi chissà come mai? Adesso vediamo se mantiene quello che ha promesso!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    9  2   Rimuovi


  • 6  12/06/2019 22:57  Anonimo821

    E a pensare che nei primi anni del 2000 la giunta Corvatta ci spese ben 800 milioni di Lire per il restauro.
    Peccato che non hanno consolidato le fondamenta ed eccolo li!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  1   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
07
12
2019
A Montecassiano, “Aspettando il Natale si accende la piazza”

A Montecassiano, “Aspettando il Natale si accende la piazza”

Domani appuntamenti per grandi e bambini. Alle 10.30 l’arrivo di Babbo Natale, nel pomeriggio l’accensione delle luminarie

 

08
12
2019
Poker di Pera e la Recanatese ritrova la vittoria, 4 a 3 al Porto Sant'Elpidio

Poker di Pera e la Recanatese ritrova la vittoria, 4 a 3 al Porto Sant'Elpidio

Dopo quattro turni i giallo rossi ritrovano i tre punti, gara pirotecnica al Tubaldi

07
12
2019
Recanatese, il punto a metà stagione del settore giovanile

Recanatese, il punto a metà stagione del settore giovanile

Intervista al responsabile Thomas Zani

07
12
2019
Gol di Marziani e Pancaldi, il Villa Musone piega la Castelleonese

Gol di Marziani e Pancaldi, il Villa Musone piega la Castelleonese

Buon debutto del neo tecnico Passarini sulla panchina giallo blu

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür