Stampa questa pagina

Martedì, 18 Giugno 2019  Asterio Tubaldi  665 

LORETO SUCCESSO DELLA STAGIONE TEATRALE 2019

LORETO SUCCESSO DELLA STAGIONE TEATRALE 2019

intervista con l’assessore alla cultura Luca Mariani

Il 18 maggio scorso con lo spettacolo “Incontro in musica tra Faber e Gaber” con Neri Marcorè si conclusa la stagione teatrale 2019 con una media di 250 spettatori e con alcuni sold-out. In attesa degli eventi estivi con l’assessore alla cultura Luca Mariani abbiamo fatto un resoconto.

Assessore dopo alcuni anni sottotono quest’anno si è ritornati al top «si l’affluenza è cresciuta del  40% rispetto al 2018 e ciò conferma la qualità delle rappresentazioni andate in scena che hanno riportato il pubblico a frequentare il teatro»

Sicuramente la risposta del pubblico sarà da stimolo per la prossima stagione «certamente il pubblico è da sprono per progettare la prossima stagione al meglio e colgo l’occasione per ringraziare la preziosa collaborazione del T.U.L.(Teatri Uniti Loreto) e le realtà locali che lo compongono quali Allegra Brigata, Arcobaleno, Artisrica…mente, il Focolare, Nuovi Linguaggi, Teatro Terra di Nessuno, Ubo Teatro, oltre alla Pro Loco “Felix Civitas Lauretana” per il supporto logistico ed ai vari sponsor che ci hanno sostenuto »

La stagione 2019- 2020 come sarà strutturata «cercheremo come quest’anno di proporre nomi di fama nazionale, ci sarà il teatro per i piccoli, che quest’anno ha riscosso un notevole successo coinvolgendo numerose famiglie, che hanno gremito nelle domeniche pomeriggio di spettacolo il nostro teatro, poi ovviamente spazio alle compagnie locali che stanno crescendo in maniera esponenziale rappresentando oltre che le classiche commedie dialettali, anche autori nazionali ed internazionali»

Per l’estate che cosa c’è in programma «stiamo lavorando, anche se le linee guida sono tracciate, quando il programma sarà completo lo presenteremo alla cittadinanza ».

Il teatro è cultura e l’abitudine di frequentarlo sin da bimbini è importante, in quanto apre la mente a nuove visioni e culture che nel mondo odierno si stanno perdendo.

Giovanni Pespani.

1 commento