Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Giovedì, 27 Giugno 2019 08:21  Asterio Tubaldi  Stampa  505 

In tribunale la storia della 19enne Azka Riaz e del padre che accusato di omicio preterintenzionale.

In tribunale la storia della 19enne Azka Riaz e del padre che accusato di omicio preterintenzionale.

Sarebbe stato proprio lui, Muhammad Riaz, pakistano 45enne, il 24 febbraio dell’anno scorso a picchiare ferocemente la figlia 19enne Azka Riaz e subito dopo stenderla in strada a Trodica e osservare, secondo le testimonianza raccolte ieri mattina in Tribunale a Macerata, mentre veniva  travolta da un auto di passaggio. Si basa su questo l’accusa formulata nei suoi confronti di omicidio preterintenzionale.

Ieri sono state ascoltate diverse testimonianza, in assise a Macerata: il comandante della Polstrada Leonardo Bonfitto ha confermato che “i segni sul corpo della giovane erano compatibili con quelli di una persona sormontata da un’auto. Ascoltata anche la coppia che era bordo dell'auto che è passata sopra il corpo della ragazza che hanno dichiarato che al momento dell’incidente, il padre era lì, accanto al corpo della figlia, impassibile e con la sigaretta in bocca. Solo all’arrivo dei soccorsi ha dichiarato il legame parentale che lo univa alla giovane.

Sul banco dei testimoni anche Giovanni Perniola, carabiniere in forza alla caserma di Recanati, che aveva a suo tempo indagato sull’accusa di maltrattamenti in famiglia che allora era residente in città. In casa, a suo tempo, era stata trovata una mazza da cricket e diversi certificati del pronto soccorso di quando i figli dell’uomo si erano fatti male ufficialmente per cadute dalle scale.

Ma così non era e il corso delle indagini ha appurato che la ragazza, la sorella e i fratelli minori subivano da tempo maltrattamenti e violenza sessuale tanto che sul padre pende una denuncia e loro ora sono parti civili nel processo difesi dall’avvocato Paolo Carnevali. Anzi, pochi giorni dopo quel fatidico 24 febbraio 2018 la giovane, che era rimasta sola in Italia perché i fratelli e la sorella avevano raggiunto la madre in Pakistan, avrebbe dovuto essere ascoltata in Procura.

Ora madre e figli saranno in Italia il 17 luglio prossimo quando si terrà la nuova udienza e saranno ascoltati come testimoni. La tesi dell’accusa è che l’uomo picchiasse i figli e violentasse le figlie; Azka sarebbe anche stata costretta ad abortire.

opinioni a confronto

3 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  29/06/2019 22:54  @MovimentoSocialSovranista

    Certo che permettere che accadano queste cose è proprio da imbecilli.... Riempirsi la bocca con la parola integrazione e poi stare muti di fronte a questi crimini..... Ipocriti. Nella vita di alcune persone con questa cultura questi comportamenti sono normali. E quindi? Tenerli sotto controllo dal primo secondo che mettono piede sul nostro territorio.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  28/06/2019 08:58  Anonimo463

    I servizi sociali sapevano tutto e si è visto come siano intervenuti. La cronaca nazionale ci mostra finalmente quello che tanti di noi sapevano ma era vietato dire e cioè che psicologi, assistenti sociali, magistrati minorili e benefattori vari si muovono solo se c'è il tornaconto. Naturalmente non tutti e non sempre, però non si tratta di un cane sciolto scorretto e criminale, si tratta di organizzazioni criminali che fanno capo a strutture pubbliche, che orrore.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 2  27/06/2019 13:46  Anonimo715

    NEANCHE UN ANIMALE SI SAREBBE COMPORTATO COSI' PER IL SUO CUCCIOLO!!!! Ma QUESTO INDIVIDUO è un uomo, se così si puo' definire, non è neanche un animale!!! A pensare che andava dai Servizi Sociali a chiedere ...... ma RIMPATRIATELI TUTTI!!!!! Sono tutti uguali.....

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
07
12
2019
A Montecassiano, “Aspettando il Natale si accende la piazza”

A Montecassiano, “Aspettando il Natale si accende la piazza”

Domani appuntamenti per grandi e bambini. Alle 10.30 l’arrivo di Babbo Natale, nel pomeriggio l’accensione delle luminarie

 

08
12
2019
Poker di Pera e la Recanatese ritrova la vittoria, 4 a 3 al Porto Sant'Elpidio

Poker di Pera e la Recanatese ritrova la vittoria, 4 a 3 al Porto Sant'Elpidio

Dopo quattro turni i giallo rossi ritrovano i tre punti, gara pirotecnica al Tubaldi

07
12
2019
Recanatese, il punto a metà stagione del settore giovanile

Recanatese, il punto a metà stagione del settore giovanile

Intervista al responsabile Thomas Zani

07
12
2019
Gol di Marziani e Pancaldi, il Villa Musone piega la Castelleonese

Gol di Marziani e Pancaldi, il Villa Musone piega la Castelleonese

Buon debutto del neo tecnico Passarini sulla panchina giallo blu

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür