Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Lunedì, 05 Agosto 2019 21:24  Asterio Tubaldi  Stampa  802 

Pari e patta fra Comune ed impresa edile di Rimini.

Pari e patta fra Comune ed impresa edile di Rimini.

mai effettivamente iniziati i lavori di ampliamento del Palazzetto dello Sport

Trovato l’accordo con la ditta di Corridonia esecutrice delle opere per conto della ditta C.A.R. di Rimini che aveva vinto la gara, per l’ampliamento del Palazzetto dello Sport, per un importo di un milione e 230 mila euro.  Quei lavori, però, che dovevano concludersi entro120 giorni, di fatto non sono mai iniziati. L’accordo è stato raggiunto nel corso di un incontro fra Comune e impresa edile alla presenza del direttore dei lavori Ing. Doriano Pieretti, del Progettista Ing. Garofolo Gabriele, del Coordinatore della sicurezza, Geom. Lucaroni Lorenzo e del Dirigente del settore Giorgio Foglia. Si è deciso di arrivare ad una risoluzione consensuale del rapporto al fine di non procrastinare ulteriormente le tempistiche e di evitare azioni giudiziarie. Si sono, quindi, fatti i conti: la ditta ha svolto lavori per circa 25 mila euro ma altrettanto è quello che dovrebbe pagare al Comune fra penale e addebiti vari. Pari e patta quindi e ognuno per la sua strada: per il Comune la possibilità di arrivare entro l’anno a consegnare di nuovo l’impianto alla Pallacanestro Recanati e per la ditta nessuna segnalazione all’A.N.AC. della risoluzione del contratto. Resta solo da restituire da parte della ditta al Comune quanto già anticipato per i lavori non eseguiti per un importo complessivo di 170.547 euro.

opinioni a confronto

6 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  10/08/2019 08:15  Anonimo761

    Fateci sapere quando rientrano questi 170 mila euro.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  07/08/2019 18:32  Anonimo268A

    ma perchè sempre i tecnici sono quelli legati al potere?
    Ancora non vi vergognate del modo in c ui affidate gli incarichi, ma pensate che i recanatesi non se ne rendano conto...................purtroppo no altrimenti non vi avrete mandato al governo per altri cinque anni, in fondo avete vinto anche per l'appoggio che questi tecnici vi hanno dato, uno di essi ADDIRITTURA IN PASSATO è STATO CONSIGLIERE COMUNALE DI ALLEANZA NAZIONALE,

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  1   Rimuovi


  • 2  07/08/2019 14:02  Anonimo767

    Non è una questione di fiducia ... ma di legge. L'anticipo contrattuale e dovuto per legge

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 3  06/08/2019 08:10  Anonimo457

    Ma per favore ......

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  0   Rimuovi


  • 4  06/08/2019 07:33  Anonimo958

    le 170 mila euro che la ditta deve restituire è l'anticipo che il Comune fiducioso gli aveva dato inizialmente per i lavori da fare, non ci regala niente, anzi

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  1   Rimuovi


  • 5  05/08/2019 22:22  Anonimo633

    Non è proprio pari e patta......la ditta deve restituire 170 mila €

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  3   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür