Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Sabato, 21 Settembre 2019 16:20  Asterio Tubaldi  Stampa  2041 

Ma Recanati così trasformata si può ancora dire che è la città di Giacomo Leopardi?

Ma Recanati così trasformata si può ancora dire che è la città di Giacomo Leopardi?

lettera aperta di Antonio Baleani e Sergio Beccacece al Presidente della Repubblica

Lettera aperta al Signor Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Sua prossima e graditissima visita al Colle dell’Infinito rende onore alla città di Recanati e nel contempo offre l’occasione per una riflessione riguardante le trasformazioni che hanno interessato i luoghi così detti “Leopardiani” ed in particolare lo stesso Colle.

Ci permettiamo di portare pochi esempi, anche fotografici, delle citate trasformazioni.

1846 (regnante Papa Pio IX ed in vita Monaldo, Carlo e Paolina Leopardi): fu aperta Porta Colonna (oggi Porta Nuova) così come il nuovo “viale” (Vincenzo Spezioli Guida di Recanati 1898).

1898 (regnante Umberto I di Savoia): fu cambiato il nome del Colle da Monte Tabor a Colle dell’Infinito.

1937 (regnante Vittorio Emanuele III e Primo Ministro Benito Mussolini): in occasione del primo Centenario della morte di Giacomo furono operate sul Colle trasformazioni radicali in virtù delle quali l’antica selva di acacie ha preso l’attuale aspetto di “Pincio”.

Sempre durante il Ventennio fu decisa la costruzione, a ridosso del seicentesco Palazzo Leopardi, dell’edificio (in stile dell’epoca) che ospita il CNSL.

Infine ai giorni nostri, mentre alcuni luoghi Leopardiani come S. Leopardo e S. Maria in Varano sono abbandonati, l’area prossima alla Scalinata Nerina e a Porta Nuova ha visto la nascita di un’opera ultra moderna in metallo e vetro.

Sorge spontanea la domanda se i mutamenti apportati sono rispettosi della realtà storica dei luoghi originali che hanno costituito l’ambientazione di alcuni sublimi canti del Poeta.

Il nostro Giacomo redivivo riconoscerebbe e sentirebbe come suoi i luoghi attuali così modificati e prenderebbe da essi ispirazione?

Siamo a disposizione per fornire ulteriori documentazioni e testimonianze in nostro possesso.

Con i più rispettosi e cordiali saluti

Recanati 21 settembre 2019

 

Antonio Baleani Sergio Beccacece  (Appassionati di storia “patria”)

 

opinioni a confronto

21 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  26/09/2019 16:54  Anonimo599

    Quanta invidia espressa da parte di chi ormai non ha più un ruolo!
    E aggiungo!
    Quante occasioni perse per prendersi quel ruolo a tempo debito vuoi per incapacità o per non sapersi organizzare,vedi vendita Clarisse agli Ircer o la sede distaccata UNICAM di Recanati con ritorno di costi per la collettività!
    Riflettiamo,riflettete,ancora abbiamo giornate serene in queste ottobrate affacciamoci dal balcone di Palazzo Venieri ed osserviamo il sole che riflette da quei pannelli e riflettiamo!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  6   Rimuovi


  • 1  25/09/2019 10:30  Anonimo730

    Sotto il Colle dell'infinito ferraie da per tutto, meno dove veramente serviva, perchè dove il ferro serviva hanno messo lastre di vetro.
    FAI = acronimo di FARE ABOMINI ITALIANI.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    15  23   Rimuovi


  • 2  25/09/2019 06:31  La ginestra della curva del Pincio

    Dall'ultima giunta Ottaviani che non si faceva la manutenzione del verde in quella zona.
    Ricordo fino alla prima giunta Fiordomo il verde era destinato a se stesso.
    I due estensori che hanno amministrato per più di un decennio che tipo di proposte hanno fatto per mantenere integro il colle o per lo meno di fare manutenzione del verde?
    La foto delle precedenti amministrazioni la possiamo identificare in quella ginestra rincignita che era collocata subito dopo la curva del Pincio,ormai più morta che viva simbolo di una città conservatrice e chiusa.
    Per fortuna grazie alle ultime amministrazioni Recanati è una città al passo con i tempi.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    22  5   Rimuovi


  • 3  24/09/2019 19:32  Battiato

    18:16
    Lei che proposta avrebbe per convogliare il traffico altrove?
    Uno dei settantenni aveva in progetto una bretella che da Beato Placido sfociava nei pressi della Bretella Paolina poi non so da li poi le auto che giro avrebbero dovuto fare per collegarsi alla statale 77.
    Dobbiamo pur viverla questa città!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    22  4   Rimuovi


  • 4  24/09/2019 18:16  leopardiano antico

    Perché non chiedete un parere a coloro che amano davvero Recanati e Leopardi? Per davvero... e non per interessi diversi. E' chiaro che non sarebbe possibile tornare all'Ottocento ma preservare l'atmosfera senza innovazioni ridicole questo sì che sarebbe stato possibile. Oggi il Colle dell'Infinito non è più lo stesso.. chi vi arriva è assordato dai rumori delle auto in bella vista lungo la passeggiata... Con le piante piccole piantate che già appassiscono, abbandonate al loro destino. Leopardi non serve solo a "far soldi" con il turismo! Chi arriva, al di fuori di gruppi organizzati e troppe volte incurante di tutto, cerca qualcosa di più, cerca ciò che ha ispirato il Poeta, cerca le sue sofferenze, cerca il suo sguardo. Viceversa Recanati sarà un qualunque sito, simile a tanti altri (e non lo è). Spiace leggere le offese a due storici "settantenni" che si preoccupano giustamente di fronte a certe scelte... Eppure sarebbe bastato poco: la cura, la cura, la cura... quella che solo la sensibilità fa comprendere essere necessaria.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  18   Rimuovi


  • 5  23/09/2019 22:36  Anonimo562

    Ma si! Riportiamo Recanati a quella che Giacomo chiamava "borgo selvaggio" abitato da "gente zotica e vil". Demoliamo Piazza Leopardi e il nuovo palazzo comunale costruiti dai liberali sabaudi, ricostruiamo il vecchio municipio del 400 e il vecchio convento dei Domenicani, quello dei Silvestrini. Ricostruiamo le vecchie porte demolite e ricostruiamo il colle di Montevolpino sfondato dai fascisti per costruire Via dell'Impero, demoliamo il Centro Studi Leopardiani e ricostruiamo la scaletta in cotto che portava a piazzale S. Stefano. Chiudiamo la circonvallazione da sole e Porta Nuova, ecc., ecc.
    Ma con l'età vi siete rincoglioniti? Dal 1200 in poi l'evoluzione urbanistica di Recanati è stata continua e non si fermerà. Si tratta di governarla con intelligenza e lungimiranza, salvaguardando la bellezza di quello che abbiamo.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    18  3   Rimuovi


  • 6  23/09/2019 11:20  Sandro

    Sicuramente i due estensori conosceranno la natura degli interventi avvenuti sul colle negli anni Trenta e quelli degli anni precedenti e successivi (ad esempio la strada). Come del resto attestato dalle belle foto pur assai più tarde rispetto all'epoca del poeta. Insomma chiedere a un redivivo Giacomo di riconoscere i suoi luoghi a distanza di circa due secoli, è operazione piuttosto audace. Mi ricorda una recensione su Trip Advisor che lamentava che a Recanati la siepe non sarebbe più quella originale. Se poi si vuole tornare a inizio Ottocento, perchè non cominciare dagli abiti degli abitanti...Credo che una evoluzione, nell'ambito del buon gusto e del rispetto, che includa anche una innovazione nei materiali e nelle forme sia inevitabile e anche opportuna. Nel merito del gusto, naturalmente il dibattito è sempre aperto. Però, rassegnamoci, per non vedere più le stesse cose viste da Giacomo non c'era bisogno di aspettare le recenti innovazioni...

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  8   Rimuovi


  • 7  22/09/2019 23:50  Anonimo264

    certo che tutto si trasforma ma in certi luoghi e con l'ambiente ci vuole molta ma molta più sensibilità di quello che è stato fatto il colle dell'infinito è diventato un deserto!! hanno tolto molto verde molte piante cosa ci dovrebbe andare a fare ora uno? Stessa cosa fatta a villacoloredo togliendo il laghetto per farci un parcheggio e una baracca come bar e stessa cosa fatta ai giardini venieri tolti molti alberi per farci una fontana colorata .... i parchi e il verde a Recanati non vanno di moda sono vista da chi ci amministra come un impiccio ... sono stati dei vandali i nostri amministratori che hanno distrutti questi parchi nel cuore di Recanati

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  6   Rimuovi


  • 8  22/09/2019 16:39  Anonimo331

    Il dottore può anche esporre il problema della tomba della poetessa bonacci!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  1   Rimuovi


  • 9  22/09/2019 15:09  Canaso

    Non c'avete proprio da fà niente eh? Conservatori reazionari di tutto il mondo unitevi. Chi se ne frega se Recanati non è la stessa di 200 anni fa, ci mancherebbe. Siete fuori dal mondo.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    10  15   Rimuovi


  • 10  22/09/2019 13:37  Rubammo ostie

    Il mio messaggio doveva essere messo in calce a quelli che già c'erano, facendo perdere significato a quanto scritto.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  7   Rimuovi


  • 11  22/09/2019 11:41  Anna Maria Dalla Casapiccola

    Grazie, Anonimo 950. E' proprio come dice lei! E' inconcepibile che abbiano stravolto la zona dell'ex Grottino, scalinata di Nerina, ingresso del Pincio ed abbiano fatto guerra di 15 anni a me per rifare il casale com'era (soltanto con fondazioni ed interni rifatti,) per avere poi, come risultato, i miseri resti di una casa colonica, non certo bella agli occhi dei visitatori di Recanati! Ma purtroppo è così: invidia di alcuni, ignoranza di altri, bla bla di giornalisti, Ministri, soprintendenza, Fai,Italia Nostra, all'ascolto dei suddetti invidiosi hanno fatto sì che io ormai non ho più voglia nè mezzi per fare lavori e chi ne patisce è RECANATI. I mutamenti di strade e servizi vanno con i tempi e si possono accettare, altri...... no!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    14  20   Rimuovi


  • 12  22/09/2019 11:31  Rubammo ostie

    Vedo che anche su questo sito, di cretini c'è ne sono molti, infatti, che cavolo c'entra l'età dei due estensori? Forse che oggi i giovani dimostrano più sensibilità, interesse per i valori che non siano l'alcool, il calcio è il telefonino? Poi eliminare le strade perché le auto non c'erano, e chi lo scrive dovrebbe eliminare la testa visto che anche ora non c'è il cervello dentro. Un luogo poetico, creato, voluto, rispettato, visitato non solo dalle scolaresche, manutenuto, almeno fino all'amministrazione del signore che oggi passa a Renzi sperando che torni vincente. Domanda, ai denigratori dell'iniziativa: visto che il mondo va avanti, perché non costruirci un grattacielo, dato il gratta gratta che c'è in terra, ancora, perché non una moschea, dato chi quelli che si vanno a prendere, non sanno certamente chi fosse un certo Leopardi Giacomo. Fortuna che viene Sgarbi ogni tanto, oggi sai quante "capra, capra, capra" strillerebbe?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    11  18   Rimuovi


  • 13  22/09/2019 10:42  Anonimo272

    10:09
    La zona sotto il colle è stata tutelata ulteriormente da leggi fatte durante la giunta Corvatta dove i due settantenni erano in maggioranza!
    Di che stai a parlare di che parli?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    19  4   Rimuovi


  • 14  22/09/2019 10:09  Anonimo940

    Il problema è che per politica si può stravolgere tutto anche in zone leopardiane, mentre un privato proprietario di una casa non può toccare neanche una finestra. Come si comportano i politici nazionali, per allontanare i cittadini in modo da fare le porcate, vogliono più assenteismo al voto.Legge sbarramento al 40% resto tutti a casa e non si cambia bandiera.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    13  10   Rimuovi


  • 15  22/09/2019 09:52  Anonimo300

    Ma vi pare che il nostro Mattarella con tutti gli impegni che ha trova il tempo per leggere i capricci di due settantenni?
    Perché non gli raccontate anche la storia dell'ospedale?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    18  6   Rimuovi


  • 16  22/09/2019 09:16  Mattarello

    Sti due giovinotti. Dio mio.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  7   Rimuovi


  • 17  22/09/2019 01:26  Anonimo950

    Tutta la parte che gravita attorno al colle dell'infinito e luoghi leopardiani, vincolati dalla Sovrintendenza, non possono essere toccati al punto tale che alla Sig.ra Anna Maria della Casapiccola è stato impedito di ristrutturare una sua vecchia casa colonica perché avrebbe stravolto la fisionomia del luogo.
    E allora perché quell'obbrobrio a posto dell'ex Grottino, perché la trasformazione del Pincio in scenario da film e così dicasi dell'orto delle monache di Santo Stefano che è sempre stato solo ed esclusivamente un orto?
    Quei luoghi non sono più "leopardiani" di quanto non lo fosse la casa colonica della Sig.ra Anna Maria?
    Una buona manutenzione era giusta e doverosa, lo stravolgimento NO.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    17  13   Rimuovi


  • 18  21/09/2019 20:34  Giacomì

    Ma come state messi?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    14  4   Rimuovi


  • 19  21/09/2019 20:06  Nostalgia canaglia396241

    Inoltre c'erano. I carri con i buoi, di lavava alla fontana, nelle casa non c'erano cessi, si ballava il sartarello. Perche' non lasciare tutto com'era?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    20  9   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
16
12
2019
CENA DI NATALE -LEGA RECANATI SALVINI PREMIER

CENA DI NATALE -LEGA RECANATI SALVINI PREMIER

nota di Benito Mariani - Coordinatore Lega Recanati - Salvini Premier

15
12
2019
Recanatese raggiunta in zona Cesarini, i gol di Titone e Nodari non bastano per battere il Vastogirardi

Recanatese raggiunta in zona Cesarini, i gol di Titone e Nodari non bastano per battere il Vastogirardi

Giallo rossi bloccati sul 2 a 2 in Molise, domenica prossima al Tubaldi scontro diretto con il Matelica per il secondo posto

15
12
2019
Il Villa Musone coglie il secondo successo consecutivo, 3 a 1 alla Laurentina

Il Villa Musone coglie il secondo successo consecutivo, 3 a 1 alla Laurentina

Decide la doppietta di Marziani e il gol di Camilletti

14
12
2019
Il Recanati Calcio a 5 chiude un girone d'andata da record, tredicesima vittoria consecutiva

Il Recanati Calcio a 5 chiude un girone d'andata da record, tredicesima vittoria consecutiva

Giallo rossi corsari sul campo del Pieve D'Ico 8 a 14

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür