Stampa questa pagina

Venerdì, 27 Settembre 2019  Mauro Nardi  339 

Villa Musone a caccia del primo successo, domani arriva la Falconarese

Villa Musone a caccia del primo successo, domani arriva la Falconarese

Dopo il primo punto raccolto a Chiaravalle, parola al portiere giallo blu Martino

Il Villa Musone cerca i primi punti casalinghi. Dopo l'esordio casalingo amaro, i villans tornano davanti al pubblico amico per regalargli la prima gioia stagionale. Sabato allo stadio di "Via Turati" arriva la gloriosa nonchè neopromossa Falconarese, proprio quest'anno celebra i 100 anni di vita, attualmente a quota 2 punti in classifica generale, frutto di due pareggi: due segni X giunti dopo due 0-0 a conferma della solidità della squadra ma anche delle difficoltà a fare gol. La compagine del confermato mister Emanuele Bussoletti è ripartita da una base solida, diverse le conferme, a cui si sono aggiunti alcuni nomi interessanti, come il bomber ex Filottranese Nicola Palloni. Una sfida contro una formazione quadrata ma i villans hanno voglia di rifarsi e cercano i primi tre punti della stagione dopo il successo sfumato all'ultimo in quel di Chiaravalle. "Siamo una squadra nuova e dobbiamo cercare la nostra identità - commenta il portiere Daniele Martino - A Chiaravalle sabato scorso ci sono stai dei progressi, anche se dobbiamo stare più attenti su alcune situazioni, però stiamo lavorando tutti bene durante la settimana e speriamo che tutto vada come deve andare". Daniele è uno dei tanti volti nuovi del gruppo nonchè uno dei giocatori più esperti, che conosce molto bene la categoria. "Conosco bene il campionato - continua il portiere gialloblu - Sono tre anni che disputo la Prima Categoria e posso dire che è un campionato tosto. Non c'è nulla di scontato, comunque qui a Villa Musone sto benissimo. Siamo un buon gruppo, composto da tanti ragazzi, e l'unica cosa dobbiamo avere pazienza per trovare la nostra identità". Fischio d'inizio sabato 28 Settembre alle ore 15.30 allo stadio di "Via Turati" a Villa Musone. Dirige l'incontro il signor Tommaso Domizi di Macerata.