Stampa questa pagina

Martedì, 01 Ottobre 2019 20:43  Asterio Tubaldi  374 

“Doppia preferenza di genere”, le donne marchigiane si mobilitano in vista della seduta del Consiglio regionale del 15 ottobre.

“Doppia preferenza di genere”, le donne marchigiane si mobilitano in vista della seduta del Consiglio regionale del 15 ottobre.

Manuela Bora: “Questo è il momento!”

“Questo è il momento!” A dirlo sono le donne marchigiane che si mobiliteranno in vista della seduta dell’Assemblea legislativa del 15 ottobre. In quell’occasione si discuterà la proposta di legge 36/2016, a iniziativa della Giunta regionale, sulla “doppia preferenza di genere” (possibilità di esprimere, se si vuole, il doppio voto per una donna e per un uomo) con l’obiettivo di riequilibrare la rappresentanza di genere in Consiglio regionale (oggi composto da 25 uomini e 6 donne, oltre a un’assessora esterna). Esponenti della società civile, rappresentanti di “Voce donna” (Comitato costituitosi spontaneamente e composto da amministratrici e associazioni, di ogni schieramento politico con oltre 400 aderenti), delle rappresentanze sindacali (Cgil-Cisl-Uil), del Comitato per le pari opportunità, del Tavolo pari opportunità della provincia di Pesaro e Urbino, degli Ordini professionali, oltre alla Consigliera di parità regionale e la presidente del Consiglio comunale di Ancona, hanno incontrato l’assessora alle Pari opportunità, Manuela Bora. Obiettivo è quello di organizzare una massiccia mobilitazione e iniziative di sensibilizzazione e informazione della comunità. In programma anche incontri con i capigruppo di tutti i partiti del Consiglio regionale. “È importante essere presenti e organizzarci, perché siamo all’ultimo miglio di un traguardo che la società civile marchigiana e le donne marchigiane non possono perdere”, ha detto l’assessora Bora.

opinioni a confronto

2 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!