Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Dicembre 2019 »
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

ARCHIVIO NOTIZIE

Video Interviste a cura di Asterio Tubaldi
Rubrica a cura di Gabriele Accattoli
Crogiolo via Roma
03
12
2019
AUDIONEWS
Minespazzeska

Minespazzeska

03
12
2019
"La Rocca dei Poeti" a Recanati il 14 dicembre

"La Rocca dei Poeti" a Recanati il 14 dicembre

Presso l’Aula Magna del Comune appuntamento con la V edizione del Festival Nazionale di poesia itinerante 

Domenica, 20 Ottobre 2019 22:46  Asterio Tubaldi  Stampa  1384 

La vendita di alcuni prodotti serve a limitare le perdite della gestione del Colle dell'Infinito

La vendita di alcuni prodotti serve a limitare le perdite della gestione del Colle dell'Infinito

La risposta del vice presidente del fai. Marco Magnifico, al nostro articolo sulla trasformazione dell'ex pollaio delle suore in un negozio.

Gentile signor Tubaldi ho letto il suo pezzo sul “ mini market “ nel pollaio delle monache e, pur rispettando il suo parere,mi pare doveroso da parte mia farle presente che la gestione ordinaria di questi beni ( spero che lei abbia  apprezzato la visita guidata dentro la poesia proiettata al centro studi e poi il restaurato orto ) è per il FAI ( ma lo sarebbe per chiunque se gli standard di qualità che ci si pone di conservare sono alti ! ) un impegno economico molto consistente; al momento la gestione richiede 4 persone a tempo pieno ; ma un solo giardiniere non basta e ne assumeremo un altro ; inutile  dirle che i proventi dalla biglietteria non coprono assolutamente i costi e che nessun sussidio pubblico abbiamo per la gestione ordinaria ; ecco che i modesti proventi generati dalle vendite dei nostri piccoli negozi servono anche a limitare le perdite che , seppur calcolate, devono essere ridotte al minimo. Come mi auguro che lei abbia potuto notare abbiamo deciso di non vendere carabattole e ciarpame vario nel negozio principale collocato  , assieme alla biglietteria , al piano terreno del centro nazionale studi Leopardiani che è e rimarrà l’ingresso principale al bene ; qui abbiamo avuto l’ardire di decidere di vendere solo libri di poesia e sulla poesia , così rinunciando a vendute ed  entrate certamente più cospicue; ecco perché abbiamo pensato di destinare il piccolissimo spazio dell’ex pollaio a luogo ove proporre al pubblico unicamente i prodotti naturali del FAI e cioè le marmellate di agrumi del nostro giardino della Kolymbetra nella valle dei templi e l’olio che produciamo a San Fruttuoso, alla Baia di Jeranto e al Bosco di San Francesco di Assisi . Anche le monache vendevano e vendono i prodotti delle terre dei loro conventi o i dolcetti da loro confezionati. È una vecchia usanza che, alle monache, ai frati così come al FAI consente di diminuire, seppur di poco , le perdite di gestione. Mi auguro che questa mia lunga spiegazione le possa aver chiarito il fatto che ....non si tratta di un ....mini market. La ringrazio per la sua attenzione e le invio un cordiale saluto. Marco Magnifico, vice- presidente FAI.

opinioni a confronto

21 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  23/10/2019 12:45  Anonimo657

    anonimo 409, lei è un perfetto ignorante nel senso che dimostra di non essersi mai interessato ne di storia antica ma neanche di quella degli ultimi 50 anni che forse lei ha vissuto in questa città solo respirando aria buona e guardando in giro senza mai chiedersi il perché di tante cose. Potrei molto di più ma quì mi fermo!!!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  1   Rimuovi


  • 1  22/10/2019 20:41  Anonimo409

    Anonimo 806
    Ma lei come fa ad esserne così certo?
    Viene dal passato?
    Ma mi faccia il piacere...è tutta invidia solo invidia di chi ha sgovernato la città per decenni facendola rimanere al palo.
    Fortunatamente il FAVOLOSO come amate chiamarlo voi sfigati in due legislature ha fatto quello che avreste dovuto fare voi in decenni di amministrazione!!
    E qui mi fermo!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  4   Rimuovi


  • 2  22/10/2019 17:11  Anonimo877

    Ho visto il luogo, ricordo bene Bene che ai Tempi dell'onorevole Franco Foschi fu fatto un attento lavoro di manutenzione dell'Orto senza alcuna trasformazione. Ora che cosa è stato fatto? tolta l'erbaccia, manutenzione agli stradelle e poco altro. Mi auguro che i costi necessari siano stati minimi.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  4   Rimuovi


  • 3  22/10/2019 17:00  Anonimo806

    Le dichiarazioni del Sig. Magnifico dimostra una forte carenza sulla conoscenza della nostra storia e della nostra realtà. Di fatto è un vero sacrilegio e mancanza di sensibilità culturale aver realizzato un punto vendita sul famoso Colle dell'Infinito perché era il luogo dove il nostro Giacomo amava recarsi in religioso silenzio. Ai tempi di Giacomo come tutti sanno, basta consultare una carta catastale, il Monte Tabor era totalmente coltivato da tre famiglie di contadini e di ortolani. Nell'ex convento di S. Stefano da metà “800 circa si stabilirono le suore del Sacro Cuore di Gesù, un ordine di suore che provenivano da famiglie di un elevato livello culturale ed economico che non hanno mai avuto bisogno di vendere nessun prodotto, anzi aiutavano anche alcune famiglie. Se proprio ha necessità di fare un pò di commercio abbia la compiacenza di trovare a quel punto vendita una soluzione diversa magari all’interno dello stabile. Il nostro patrimonio dovrebbe essere gestito da realtà del luogo con la giusta sensibilità e preparazione che sicuramente avrebbe dimostrato il dovuto rispetto.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  3   Rimuovi


  • 4  22/10/2019 16:04  Anonimo503

    mi meraviglio, Corvatta tanto preciso su ste cose

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  1   Rimuovi


  • 5  22/10/2019 12:56  Anonimo504

    a 673
    forse perchè hanno parlato tutti, ma proprio tutti????
    dovrebbe dare la notizia anche per corradini e tutti gli altri marchigiani?
    e poi si è fatto grande con i terremotati dopo che gli ha tolto 5 milioni di euro per la gigli. senza pudore
    no comment

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  3   Rimuovi


  • 6  22/10/2019 09:30  Bellorofonte @ A...256

    @Anonimo256, vede caro amico, apprezzo la sua "moderazione" linguistica, quasi educata, ma nel contempo fa passare Recanati (e l'ex (o quasi) amministrazione) come il paese perfetto,..." di quanto siamo fortunati solo che siamo abituati a criticare a oltranza ". Bene non mi dilungo, ma le faccio notare, con moderazione, una cosa. Se io descrivo un dato di fatto, incontestabile per chiunque, come ad esempio che LA TERRA E' ROTONDA o L'ACQUA E' BAGNATA, bene, lei vedrà che almeno alcuni pollici GIU' (contestazione), ci saranno sicuramente e spesso anche maggiori dei pollici SU (approvazione). Quindi i "Ghibellini recanatesi" criticheranno sempre i "Guelfi", A PRESCINDERE! E per reazione, viceversa. Nostro natio Borgo? Lo vada a dire a Giacomo Leopardi. che lo vedrebbe vertamente peggiorato. Oggi, se vuole capire l' "Infinito", visto il senso di quello che le ho appena descritto, deve scegliere la considerazione sull'Infinito di Einstein, tra l'Universo e la Stupidità Umana: se non lo sa, basta andare su Wikipedia.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  3   Rimuovi


  • 7  21/10/2019 22:30  Anonimo256

    Per 679
    Scusi , ringrazio, ma io non ho proprio ragione di cambiare cittadinanza, lo faccia lei piuttosto se non si trova bene.
    Forse imparerà a voler bene al suo, anzi nostro "natio borgo" dopo che si sarà reso conto vedendo in quanta trascuratezza e degrado sono costretti altri paesini, di quanto siamo fortunati solo che siamo abituati a criticare a oltranza e non ce ne accorgiamo

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    10  1   Rimuovi


  • 8  21/10/2019 21:57  Anonimo673

    COME MAI RADIOERRE NON DA LA NOTIZIA DELL'INTERVENTO DI FIORDOMO ALLA LEOPOLDA?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  3   Rimuovi


  • 9  21/10/2019 21:13  Anonimo679

    Anonimo 256 cittadino recanatese ... se io fossi in lei cambierei cittadinanza

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  6   Rimuovi


  • 10  21/10/2019 14:34  Anonimo249

    L'amministraz. comunale deve solo imparare, e stare zitta visto che sta inanellando una serie di figure di m....pazzesche.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  7   Rimuovi


  • 11  21/10/2019 14:04  Anonimo542

    Le monache di Santo Stefano non vendevano proprio niente e coltivavano l'orto solo per parte dei loro bisogni: se lo lasci dire da quel collegio lo ha frequentato fin da quando era bambino.
    Se fossi stato in voi, avrei ripristinato anche la cappellina, ora usata come auditorium, che era un vero piccolo gioiello.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  6   Rimuovi


  • 12  21/10/2019 12:59  Anonimo582

    Anonimo362.....fantastico!!! 5 minuti di applausi

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  4   Rimuovi


  • 13  21/10/2019 12:04  Anonimo890

    Asterio , per punizione dovrebbero metterti al banco dei prodotti e ad aiutare il giardiniere 3 volte la settimana. Ne usciresti più informato.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  6   Rimuovi


  • 14  21/10/2019 11:46  Anonimo986

    inutile giustificarsi trattasi di un mini market e guarda bene chi sono gli addetti alla vendita ( ragazzi locali vicini al potere )

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    9  7   Rimuovi


  • 15  21/10/2019 10:01  Bellorofonte

    Eccoli in fila indiana, tutti i manager, i laureati in economia e commercio (alla Bocconi o... Boccaloni?), gli esperti in "business", che danno dell' incapace ai commercianti del centro. E si, Recanati é pieno di "super esperti incompresi". Ora, dopo il "Favoloso", abbiamo il "Magnifico", un vero salto di qualità, che dice: "... Anche le monache vendevano e vendono i prodotti delle terre dei loro conventi o i dolcetti da loro confezionati". Ecco, infatti non vendevano prodotti di altri territori, ma quelli del LORO territorio, cioé, LOCALI. Per ora, il grande flusso turistico é indirizzato verso Leopardi (che ha i suoi punti vendita), ne aggiungiamo altri e poi si criticano i commercianti che si beccano la "staggiata sui denti" perché tra Leopardi - IAT - Grottino - Centro Studi - FAI, accentrano le vendite sui turisti, dai libri ai prodotti alimentari, neanche della zona, ma del resto d'Italia. Che libri potrà vendere la Libreria che sta in Piazza Leopardi? Che specialità gastronomiche i vari negozi del centro di fatto in concorrenza, quando il 99% dei turisti passa PRIMA da Leopardi e d'intorni? I grandi manager non producono progetti sapendoli in partenza in "perdita", per poi lamentarsi dei costi di gestione, ed approfittando della "posizione" per andare in CONCORRENZA SLEALE a scapito di altre attività già esistenti. Caro signor "Magnifico", non sono Mini-Market, é vero, ma molti Micro-Market fanno un Micro-Centro Commerciale: 1+1+1+1+1, fanno la somma di 1, ma insieme fanno 5. Il risultato per rispondere ai laureati del blog, é che gli "incompetenti, incapaci" commercianti del centro, si devono accontentare delle "briciole turistiche", perché i primi non diranno: "andate in centro che troverete prodotti migliori!". Certo che volendo prendere spunto dai vari nomi, si potrebbe creare la battuta: " Magnifico..., FAI pure come ti pare", noi (amministrazione e ...) siamo con te! E gli altri? Beh... ci penserà il Favoloso!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  8   Rimuovi


  • 16  21/10/2019 09:43  Anonimo857

    il FAI vende, le monache vendono e poi anche i frati vendono e cucinano. I commercianti che pagano le tasse CHIUDONO, dimenticavo che è per colpa loro che non sanno gestire le loro attività. C'è sempre una risposta a tutto.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  9   Rimuovi


  • 17  21/10/2019 08:56  Anonimo256

    Io da Recanatese sono solo riconoscente al FAI, non vedo il motivo di criticare se non serve.
    L'antagonismo politico non deve oscurare le menti da entrambe le fazioni, è ora di apprezzare quando le cose sono fatte bene, Recanati ora è un' eccellenza, ha finalmente cominciato ad assumere i connotati di città turistica... grazie dobbiamo dirlo alla lungimiranza dell'amministrazione, non deve essere motivo di mal di stomaco, ma di orgoglio cittadino. In questo caso è inconfutabile che ga fatto un capolavoro di cui andare fieri. Forse non verrà pubblicato, ma ho espresso il mio pensiero

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  7   Rimuovi


  • 18  21/10/2019 01:54  Luca

    Capito asterio?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  7   Rimuovi


  • 19  20/10/2019 23:33  Anonimo555

    Quando un bene culturale è in mano al FAI è soltanto in buone mani.
    Il FAI è gestito da gente competente che nella gestione dei beni non abbiamo soltanto il fattore organizzativo ma anche manageriale.
    Con il FAI l'orto delle monache si conserverà e si valorizzerà!
    Con la gestione comunale o dei vari enti preposti il bene in questione va in degrado e non si valorizza!
    Imparate anziché criticare,quel negozio fatturerà a differenza dei vari negozi lungo il centro che chiudono forse perché chi li gestisce non sa cos'è il business!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    13  10   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
06
12
2019
A Montecassiano potenziata l’offerta formativa musicale

A Montecassiano potenziata l’offerta formativa musicale

Stipulata una convenzione tra Comune, il Conservatorio di musica “G.B. Pergolesi” di Fermo e le tre associazioni musicali locali

06
12
2019
Cs Loreto a Monturano per difendere il quarto posto

Cs Loreto a Monturano per difendere il quarto posto

Mariani di nuovo in campo dopo l'amara eliminazione dalla Coppa

06
12
2019
Il Villa Musone all'esame Castelleonese

Il Villa Musone all'esame Castelleonese

Esordio sulla panchina dei giallo blu del neo tecnico Paolo Passarini

03
12
2019
Manita di arrivi alla Recanatese, c'è anche bomber Titone

Manita di arrivi alla Recanatese, c'è anche bomber Titone

Tornano in giallo rosso Palmieri e Lauria, presi anche Pezzotti e il portiere Santarelli

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür