Stampa questa pagina

Martedì, 22 Ottobre 2019 07:54  Asterio Tubaldi  281 

Vandali alla stazione di Porto Recanati e il sindaco decide l'ampliamento dell'impianto di videosorveglianza del territorio

Vandali alla stazione di Porto Recanati e il sindaco decide l'ampliamento dell'impianto di videosorveglianza del territorio

intensificati i controlli notturni da parte dei carabinieri

Vandali in azione a Porto Recanati. Nella notte fra sabato e domenica è stata presa di mira la stazione ferroviaria dove è stato divelto con violenza, dalla parete dove era avvitato, un distributore automatico di merendine e bibite dal peso circa di 500 chili. Si cerca ora di risalire all’identità di chi ha commesso un simile gesto tenendo conto che la sala d’aspetto della stazione, dove si trovava il distributore, viene chiusa ogni sera verso le 22 e riaperta alle 5 del giorno successivo e che al suo interno esiste un impianto di videosorveglianza. Molto probabilmente, quindi, i vandali hanno agito subito dopo la riapertura della sala, verso le 5,30 di domenica. Il titolare della ditta che gestisce il distributore automatico ha allertato la Polfer di Ancona che ora indaga sull’episodio.

Intanto, dopo le aggressioni e le segnalazioni di spacciatori in azione, è scattato l’altra sera un blitz dei carabinieri in piazza Brancondi. I militari della stazione di Porto Recanati, con i rinforzi della Compagnia di Civitanova e la Compagnia di intervento operativo ottavo reggimento Lazio, diretti dal capitano Massimo Amicucci, hanno fatto una serie di controlli per individuare l’identità, per lo più tunisini, senegalesi, rumeni e albanesi, di chi è solito stazionare nella piazza e perchè in modo da stroncare i traffici illeciti e le risse notturne.

Per far fronte a questa situazione nel bilancio del Comune è stata stanziata la somma necessaria per l'acquisto di altre 15 telecamere di sorveglianza che saranno posizionate sul territorio.

opinioni a confronto

4 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!