Stampa questa pagina

Martedì, 22 Ottobre 2019  Asterio Tubaldi  396 

Si apre domani “Interminati spazi” - Convegno Internazionale su “L’Infinito”

Si apre domani “Interminati spazi” - Convegno Internazionale su “L’Infinito”

Docenti e studiosi di diverse discipline si confrontano a Recanati su “L’infinito” di Leopardi

Il valore e la forza del messaggio de “L’Infinito” nella società attuale, sarà il tema del Convegno internazionale “Interminati spazi” che prenderà il via domani  mercoledì 23 ottobre e si concluderà giovedì  24 ottobre,  a Recanati, per le celebrazioni dei 200 anni dalla composizione di Giacomo Leopardi de “L’infinito”.

Organizzato dal Centro Nazionale di Studi Leopardiani in collaborazione con la Cattedra Giacomo Leopardi dell’Università degli Studi di Macerata, il  convegno radunerà  i massimi intellettuali italiani chiamati a riflettere sul significato de “L’infinito” nelle diverse discipline.

Il convegno ospiterà gli interventi di illustri docenti, studiosi  di tutte le dottrine – ha dichiarato il Presidente del Centro Nazionale di Studi Leopardiani Fabio Corvatta  “scienziati, filologi, poeti, matematici, fisici e letterati per riflettere, ognuno nelle proprie competenze, sul positivo impatto dell’ opera di Leopardi nella contemporaneità”.

Interverranno: Luigi Blasucci Scuola Normale Superiore di Pisa, Massimo Cacciari Università San Raffaele di Milano, Marco Bersanelli Università di Milano, Enrico Capodaglio, critico letterario, Franco d’Intino Sapienza Università di Roma, Sergio Givone Università di Firenze, Gaetano Lettieri Sapienza Università di Roma, Gilberto Lonardi Università di Verona, Giacomo Magrini Università di Siena,Francesco Orilia Università di Macerata,  Giangiorgio Pasqualotto Università di Padova, Antonio Prete Università di Siena, Luigi Reitani Università di Udine, Antonio Rostagno Sapienza Università di Roma, Silvano Tagliagambe Università di Sassari, e Paolo Zellini Università di Roma Tor Vergata.

Il Convegno “Interminati spazi” si inserisce nel ricco cartellone di iniziative programmate dal Comitato Nazionale per il Bicentenario de “L’Infinito”, il  primo Comitato nato in Italia per la divulgazione di un’opera poetica che a partire da quest’anno per i prossimi tre anni, programmerà una serie di eventi nazionali ed internazionali per celebrare questo prestigioso anniversario e diffondere la poesia di Giacomo Leopardi come strumento etico di forza e di passione per unire popoli e nazioni.

Tra gli altri eventi promossi quest’anno dal Comitato Nazionale per il Bicentenario de “L’Infinito” ricordiamo in particolare la recente apertura dell’Orto delle Monache, il  Colle dell’Infinito, in collaborazione con il FAI, che ha visto nella sua giornata inaugurale la presenza del Presidente Mattarella; l’esposizione dell’autografo de "L’Infinito" del  1819 a Napoli  nella  mostra “Il corpo dell’idea - Immaginazione e linguaggio in Vico e Leopardi” a cura di Fabiana Cacciapuoti, e l’esposizione dell’autografo de L’Infinito del  1825 a Recanati con la mostra “Infinità /Immensità. Il Manoscritto” a cura di Laura Melosi. Gli eventi del Comitato coinvolgeranno, in Italia, le maggiori istituzioni culturali e  le sei città Leopardiane: Recanati, Bologna, Milano, Pisa, Firenze e Napoli, nel mondo,  le Ambasciate e gli Istituti di Cultura Italiani delle varie nazioni, per favorire la comunicazione tra i popoli all’insegna del messaggio dell’importante componimento.

 

 

 

“Interminati spazi” - Convegno Internazionale su “L’Infinito”

Centro studi Leopardiani, Recanati 23 -24 ottobre 2019

 

Programma

Mercoledì 23 ottobre 2019,

h. 9 - Cerimonia inaugurale

 

Prima sessione. Presiede: Antonio Prete

10.00 – Luigi Blasucci: Infinito mentale e realtà cosmica

10.30 – Francesco Orilia: L’infinito prima e dopo L’infinito

11.00 -11.15 Pausa

11.15 – Enrico Capodaglio: L’illuminazione dell’infinito

11.45 – Giangiorgio Pasqualotto: L’infinito in Oriente

12.15 – Dibattito

 

 Seconda sessione. Presiede: Alberto Folin

15.30 – Massimo Cacciari: Lettura dell’infinito

16.00 – Sergio Givone: L’infinito leopardiano fra antico e moderno

16.30-16.45 Pausa

16. 45 – Antonio Rostagno: Musica e infiniti: dall’infinito umano-redentivo di Verdi all’infinito come naufragio nel non essere di Wagner (con uno sguardo alla contemporaneità)

17. 15 – Luigi Reitani: Lontananze. Il concetto di infinito nel Romanticismo tedesco

17.45 – Dibattito

 

Giovedì 24 ottobre

Terza sessione. Presiede: Sergio Givone

9.30 - Gaetano Lettieri: L’invenzione patristica cristiana dell’idea di infinito e del desiderio inappagabile

10.00 - Marco Bersanelli: L’infinito e la cognizione astronomica di Leopardi

10.30-10.45 Pausa

10.45 – Silvano Tagliagambe: Un luogo non esiste (...) finché non è stato inventato dall’immaginazione

11.15 – Paolo Zellini: L’infinito della vita mortale.

11.45 Dibattito

 

Quarta sessione. Presiede: Luigi Blasucci

15. 30 – Gilberto Lonardi: Appunti sulla ricezione dell’infinito (e come leggerlo “con” Leopardi?)

16.00 – Giacomo Magrini: Alle stagioni

16.30-17 Pausa

17.00 – Franco D’Intino: L’avventura e l’ebbrezza del ritorno

17.30 – Antonio Prete: L’infinito o l’essenza della poesia

18. Dibattito e conclusione dei lavori