Stampa questa pagina

Lunedì, 28 Ottobre 2019 21:11  Asterio Tubaldi  774 

I lavori per il consolidamento del Colle creano difficoltà persino ai pedoni

I lavori per il consolidamento del Colle creano difficoltà persino ai pedoni

I lavori per il consolidamento del Colle dell’Infinito stanno creando persino disagi ai pedoni. La nuova viabilità ha creato, sin da questa mattina, non pochi disagi agli utenti dell’ospedale cittadino. A muoversi per primo, preoccupato di quanto stava accadendo, è stato il direttore dell’Area Vasta 3, Alessandro Maccioni, che si è messo subito al telefono per contattare gli addetti ai lavori, dal direttore dell’ufficio tecnico all’assessore ai lavori pubblici, con i quali sono state concordate modifiche alla viabilità. Una storia che si ripete a distanza di appena un mese quando l’arrivo in città del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, per l’inaugurazione dell’orto del Colle dell’Infinito aveva trasformato l’area intorno al quartiere di Montemorello, dove si trova, oltre che Casa Leopardi e il CNSL, anche l’ospedale, in una zona off limits con l’inevitabile caos dei servizi ospedalieri e la sicurezza degli utenti. Ieri mattina, sono apparsi subito evidenti evidenti i disagi derivati dalla realizzazione delle canalizzazioni del traffico in via Colle dell’Infinito e via N. Sauro con conseguente regolazione della circolazione a senso unico alternato, disciplinata da due lanterne semaforiche, e la chiusura del tratto che da Viale Trento conduce all’innesto con la circonvallazione, all’altezza dell’entrata sud dell’ospedale. Un problema per le ambulanze in uscita dall’area del Punto di Primo Intervento, costrette a fare un altro percorso per raggiungere la circonvallazione, direzione Macerata. C’è poi il grande problema degli utenti che hanno necessità di accedere all’area di parcheggio posta nell’ala nuova dell’ospedale dove sono posti importanti servizi come la dialisi, la camera mortuaria e l’Avis ma che si sono trovati nell’impedimento di ripercorrere in uscita la stessa strada, trovandosi così a dover attraversare un tratto di strada interno all’ospedale che passa davanti la camera mortuaria che a mala pena ha lo spazio per il passaggio di un veicolo. Se dovesse stazionare un carro funebre davanti l’obitorio la loro uscita sarebbe, però, abbastanza ostacolata. Dopo una serie di telefonate e di trattative si è deciso di porre rimedio a questo disagio con l’apposizione di un terzo semaforo per regolare l’uscita verso l’ex statale 77. Inoltre sono stati tolti molti parcheggi lungo la circonvallazione che costeggia l'ospedale nella parte sud. Persino i pedoni trovano difficolta a percorrere questo tratto di strada.

opinioni a confronto

15 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!