Stampa questa pagina

Giovedì, 31 Ottobre 2019 08:13  Asterio Tubaldi  641 

Giro di vite dei Carabinieri di Civitanova Marche ai ladri, intensificati i controlli del territorio.

Giro di vite dei Carabinieri di Civitanova Marche ai ladri, intensificati i controlli del territorio.

Ieri i militari della Stazione Carabinieri di Porto Recanati, supportati  da personale della Compagnia di Intervento Operativo dell’8° Reggimento Carabinieri Lazio, hanno tratto in arresto in flagranza di reato  un  uomo della provincia fermana, già noto per i suoi trascorsi penali, sorpreso con arnesi da scasso mentre rubava indisturbato del rame in una cabina enel su fondo privato in zona Pineta di quel centro. L’arrestato è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria ed oggi sarà presentato dinanzi al Tribunale di Macerata per l’udienza di convalida ed il giudizio di rito.

Mentre, un giovane straniero residente anche lui nella provincia fermana, ieri sera è stato fermato dai Carabinieri di Porto Potenza Picena dopo la segnalazione di alcuni commercianti che poco prima avevano appena subito dei tentativi di furto nei propri negozi. L’immediato intervento della pattuglia consentiva di rintracciarlo nelle vie del centro insieme al suo correo che, invece, è scappato e fatto perdere le proprie tracce. I due, approfittando della momentanea distrazione dei commessi, avevano tentato di rubare dapprima un computer ed un telefono in un negozio di abbigliamento ma, sorpresi dal proprietario, sono scappati lasciando in strada il maltolto. Non soddisfatti, hanno poi scelto un altro negozio, dove hanno tentato di asportare delle scarpe e capi di abbigliamento ma, anche stavolta, sorpresi dalla titolare, sono scappati. Le ricerche effettuate sulla base della descrizione fornita dai testimoni alla centrale operativa hanno consentito di rintracciarli mentre giravano indisturbati nelle vie del centro, quindi hanno tentato la fuga, uno è stato bloccato ed identificato, l’altro si è reso irreperibile. Il giovane è stato deferito per tentato furto aggravato con il suo complice in corso di identificazione.