Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Domenica, 24 Novembre 2019 09:01  Asterio Tubaldi  Stampa  3258 

Che significa esser transgender? La mancata testimonianza di Mako all'assemblea degli studenti del Liceo Scientifico di Recanati

Che significa esser transgender? La mancata testimonianza di Mako all'assemblea degli studenti del Liceo Scientifico di Recanati

 

E’ Mako Pilati, 24 anni, laureato in filosofia a Macerata e ora studente a Torino per la specialistica in Storia della Filosofia, il giovane che sarebbe dovuto essere ospite dell’assemblea degli studenti del biennio del Liceo scientifico di Recanati. Un’assemblea che ancora non ha il placet delle autorità scolastiche per il tema delicato che vuol trattare, l’identità di genere, e per la testimonianza che vuol far ascoltare, appunto quella di Mako che, per sentirsi meglio col proprio corpo, ha scelto di dismettere il genere assegnatogli alla nascita, e cioè quello femminile, per passare a quello maschile.

Chi è Mako?

Io sono un ragazzo transgender e nel mio caso particolare vuol dire che ho fatto un percorso di transizione per cambiare il genere assegnatomi alla nascita, cioè da quello femminile a quello maschile. L’identità di genere è una cosa molto complessa e quello che molti non capiscono è che tutti arrivano, prima o poi, a confrontarsi con il proprio genere e a fare la propria scelta, una persona trans è qualcuno che capisce con il tempo il modo in cui vuole esprimere il suo genere e presentarsi agli altri.

Come giudichi quanto è accaduto?

Una reazione di questo genere da parte della scuola mi ha lasciato piuttosto basito perché mi aspettavo magari più diffidenza e scherno da parte dei ragazzi, con domande scomode o commenti cattivi, piuttosto che dalle autorità scolastiche. Non mi aspettavo certo tutta questa resistenza, credo che sia solo un modo di evitare di parlare della questione.

Perché fa ancora paura parlare di questi argomenti?

La questione è che l’identità di genere è vista come un problema dalle persone con un retaggio culturale abbastanza chiuso e vecchio mentre per molti ragazzi oggi è più un orizzonte da scoprire, è una possibilità di esprimersi e capire meglio sé stessi, è una questione che viene vista con libertà piuttosto che con chiusura. Chi la vede come problematica è perché esula dalla norma. Io credo che il problema è che non c’è educazione sessuale in generale nelle scuole e che, anzi, invece di parlare della questione, la si mitizzi o la si lasci nell’oscurità perché non si parla nemmeno di eterosessualità e l’ignoranza fa sì che scelte diverse dalla norma siano viste come altro, qualcosa di dannoso e oscuro. Fondamentalmente è proprio la mancanza di informazione che demonizza la storia così tanto. All’origine c’è la paura di affrontare questi argomenti, è la paura del diverso, di quello che non comprendiamo che ci blocca e questa cosa ha molto a che fare con il tema del razzismo che ultimamente imperversa molto in Italia.

Che cosa avresti raccontato ai ragazzi?

Sarebbe stata importante la mia testimonianza per spiegare, per esempio, come avviene la transizione dal punto di vista legale e per raccontare l’esperienza personale delle persone transgender, dai pronomi da usare ai rapporti che hanno con le persone con cui sono in relazione. Della questione dell’identità di genere non se ne parla affatto, si parla di matrimonio omosessuali o di adozioni per i gay, anche se ancora con molto odio ma se ne parla, invece per quanto riguarda l’identità di genere ci sono ancora molti problemi.

Che cosa rispondi alle obiezioni avanzate dalla scuola?

Trovo assurda la proposta di fare un contradditorio o di chiamare un esperto istituzionale. Avendo frequentato quella scuola, in tutte le assemblee a cui ho partecipato su temi diversi, per esempio la droga, non è mai stata chiesta la controparte. Quindi perché chiedere il contradditorio o un esperto solo per questo tema in particolare? Parlare di controparte significa avere due persone con due punti di vista sull’argomento differenti. Ma qui non si parla di un’opinione ma di una testimonianza di vita, di persone che ogni giorno si vedono la loro esperienza negata o messa in dubbio. Chiedere la presenza di un esperto significa dire che la mia vita non vale. Inoltre non esiste una figura statale preparata sul tema perché a livello istituzionale ci sono pochissime figure che si occupano di transizione e quelle che lo fanno sono psichiatri o psicologi del centro nazionale che si occupa di transgender. Per cui chiedere una figura esperta che parli di queste cose è chiedere di qualcuno che ne può parlare solo dal punto di vista medico.

opinioni a confronto

18 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  27/11/2019 23:24  Daniele

    Si potrebbe dire veramente tanto di questa questione ma io mi limito solo a dirti che Dio ti ama per quello che sei e che alla radice di tante cose c'è spesso un vuoto dentro di noi dovuto a tanti fattori. Cerchiamo di colmarlo ma soltanto conoscendo l'amore di Dio lo possiamo riempire.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  26/11/2019 19:39  Monica Malizia

    Anonimo940/Anonimo402/ .........../ e a tutti gli altri utenti che ancora vivono all'era della clava, vorrei dire che l'identità sessuale è cosa ben diversa dal sesso che si legge sul certificato di nascita, che l'omosessualità, così come la disfonia di genere sono cose normali in natura, quello che invece non è naturale è l'ignoranza di chi, senza mai aver varcato la soglia del saper fare la propria firma, si permette di sentenziare sulle scelte altrui, sui tempi di conoscenza, su chi deve andare a letto con chi. Pontifica che Mako si sarebbe reso ridicolo e facile bersaglio.... ma di chi? di quelli come voi, quelli che non conoscono, che ignorano il mondo e le scoperte scientifiche, ma si sentono in diritto di giudicare gli altri,ebbene a questi dico ..... chi sputa per aria gli torna in faccia, i primi ad essere giudicati sarete voi e non solo dalle persone LIBERE, ma soprattutto dai vostri figli

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  2   Rimuovi


  • 2  25/11/2019 13:16  Anonimo913

    Perchè vuoi metterti nella situazione di essere trattato da "diverso"? Se hai trovato la serenità goditela.
    Vorrei proprio vederli tutti questi adolescenti in assemblea....saresti stato un extraterrestre sulla terra.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  4   Rimuovi


  • 3  25/11/2019 10:51  Anonimo643

    Proprio la scuola censura informazioni ed esperienze, avrebbe potuto aiutare altri giovani a conoscersi meglio e a non aver paura del giudizio degli altri ( e dai commenti che leggo, anche dei propri genitori). Purtroppo proprio l’adulto omofobo, come è noto, è colui che nella maggior parte dei casi ha represso una differente inclinazione rispetto ai canoni leghisti dei ruoli, e quindi vieta ad un figlio di esprimere la sua sessualità, così come il padre ha fatto con lui. Uscire da certi meccanismi è difficile, ma è la scuola che qui dovrebbe fare il proprio mestiere!!!! Peccato

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  4   Rimuovi


  • 4  25/11/2019 10:38  Alos

    Mi pare che questi commenti vadano fuori tema e alle obiezioni portate da Mako non sappiano rispondere e non facciano che evidenziare l'impellente necessità di parlare di questi argomenti, il prima possibile e il più diffusamente possibile. studiando. non dando generiche argomentazioni "perché siamo maschi e femmine" senza sapere cosa sia, il genere, fino a che punto si spinga, che cosa realmente comprenda e significhi. e se non è troppo presto per mettere in guardia i ragazzi sui pericoli della droga, del razzismo o di mille altre cose, non è troppo presto per istruirli (e istruirsi) sull'educazione sessuale. Basta imprimere ai ragazzi giovani ristrettezze antiche. Con questi commenti non fate altro che dimostrare la vostra immotivata chiusura, consigliando, rabbonendo, adducendo generiche esperienze della vostra vita come se fossero universali. I ragazzi dell'assemblea hanno già capito qualcosa di inestimabile: devono educarsi, senza paura.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  6   Rimuovi


  • 5  25/11/2019 02:25  *

    C'é ancora tanto lavoro da fare, lo si capisce dai commenti dei lettori del giornale, veramente sconfortanti. Quindi auguro a Mako di poter parlare non solo agli studenti dello scientifico di Recanati ma anche a molti altri studenti di molte altre scuole e anche in molte altre occasioni extrascolastiche

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  5   Rimuovi


  • 6  25/11/2019 00:41  Anonimo613

    Non mi viene proprio di capire quale sarebbe la "controparte" con cui dibattere, perché non si parla di un'opinione, ma di un'esperienza. Non c'è bisogno di portare il "contro", a meno che non si voglia spettacolarizzare un'esperienza e una testimonianza. E a quei genitori che terrebbero a casa i propri figli perché non vedano e non conoscano la realtà, che è anche questa, consiglierei di tenerli a casa sempre, i loro figli.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  6   Rimuovi


  • 7  24/11/2019 20:07  Anonimo992

    Ma......carissimo Mako , tutte le cattiverie, gli insulti, le porcherie che si attira addosso Luxuria, non ti dicono nulla? Saresti un nuovo bersaglio.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  5   Rimuovi


  • 8  24/11/2019 19:43  ............

    Mako Pilati, diventeresti un fenomeno da baraccone. Soddisferesti soltanto la curiosità morbosa degli ignoranti. Rinuncia a quell' invito, goditi la soddisfazione personale per essere riuscito a trovare te stesso. Non è necessario provare di essere maschio o femmina o altro. Ogni essere umano ha gli stessi diritti universali. Rinuncia.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    11  6   Rimuovi


  • 9  24/11/2019 19:33  Anonimo595

    Anonimo940, conosce la differenza tra cioè che è un crimine per lo stato e c'è che è una devianza per la sua opinione?
    è una domanda retorica, non si affatichi a rispondere.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  4   Rimuovi


  • 10  24/11/2019 19:08  Anonimo426

    se ripijassero gli omofobi nel 2019. l'amore è di tutti e tra tutti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  7   Rimuovi


  • 11  24/11/2019 18:09  Anonimo402

    sicuramente interessante la sua testimonianza a cui sarei curioso di partecipare.
    a mio giudizio però non adatta a ragazzi di 15 e 16 anni, e nemmeno 17 18 e 19.
    e' un tipo di tematica da affrontare in eta' universitaria.

    qualora la scuola desse l'ok non invierei i miei figli a scuola quel giorno.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    11  8   Rimuovi


  • 12  24/11/2019 15:29  bolo

    Mako, innanzitutto complimenti per averci messo la faccia. È veramente una qualità che manca al giorno d'oggi, anche dalla famigerata "controparte" che si professa contro (ma contro che cosa, poi?) e poi non è disposta ad approfondire l'argomento, neanche per sé stessa. E poi non capisco come, di fronte all'umiltà di esporsi e di raccontarsi, certa gente rimane totalmente sorda, pensando di essere il protagonista di vite di altri. Siamo tutti disposti ad accogliere l'esperienza di qualsiasi criminale, ma non di chi commette "il crimine" di diventare pienamente sé stesso. Il mondo del futuro ha bisogno di persone come te e ti assicuro che la tua vita vale e che molte persone ti ascoltano, ti sentono e ti vedono

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    9  8   Rimuovi


  • 13  24/11/2019 13:44  Anonimo597

    Anonimo 940...ma che dici??? Paragoni crimanali con un ragazzo che ha deciso di cambiare sesso??? Proprio per questo si deve parlare e magari gente come te inizierà a capire che esistono differenze e quelle differenze nel genere umano sono la nostr ricchezza e non una vergogna.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    11  3   Rimuovi


  • 14  24/11/2019 13:35  Anonimo590

    https://www.youtube.com/watch?v=U-1G12wV0c8
    .....E allora cosa vuol dire tutto questo lungo argomento?
    Si vuole per caso che dobbiamo diventare tutti quanti transgender?
    Ognuno è rispettato e amato per quello che è, ci mancherebbe!....

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  3   Rimuovi


  • 15  24/11/2019 13:33  Maura Nardi

    Concordo in pieno con quanto detto da Mako. Il problema principale è la paura che di conseguenza provoca una reazione di chiusura e negazione. Per la serie non esiste nessun problema, quindi è inutile parlarne. Per combatterla è necessario informare. Oggi la transizione non è più un tabu come tanti anni fa, ma in pochi, pochissimi, sanno che cos'è la disforia di genere. E vi assicuro che non è una cosa che si trova su Marte, ma è intorno a noi. Conoscerla significa crescere un pochino. Ripeto ancora una volta che questa cosa non è distante anni luce da noi, ma è intorno a noi e anche nelle scuole. Magari non in quelle di Recanati, almeno per ora o forse si, ma conoscere un pochino la questione è un arricchimento e non una perdita di tempo. Se i ragazzi vogliono saperne di più sull'argomento, tanto di cappello. Concludo sottolineando che la nostra non è una scelta. Se fosse stato così avrei sicuramente scelto qualcos'altro. Ma è una necessità, l'unica via da percorrere. Ovviamente sono strade che non si intraprendono a cuor leggero, si segue un percorso psicologico che ci accompagna verso un cambiamento consapevole, ci sono degli step da seguire in un protocollo a volte anche troppo rigido. Non si cambia dall'oggi al domani. Servono anni, è una battaglia giornaliera, a volte stressante per via dei tempi lunghi come quelli del tribunale (il nome si cambia dopo anni dall'inizio del percorso così come la possibilità di accedere agli interventi chirurgici). Ma lo si fa, con determinazione e a testa alta.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    10  7   Rimuovi


  • 16  24/11/2019 10:19  Anonimo940

    Fondamentale! Ed estremamente pedagogico. Questa si che è "Informazione"!
    Si potrebbe proporre la stessa cosa per uno spacciatore o per uno 'ndranghetista o per un "caporale" del lavoro nero.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  21   Rimuovi


  • 17  24/11/2019 09:56  Friulano

    Gentile Mako,
    Posso nutrire solo rispetto nei tuoi confronti, prima e dopo.
    Sicuramente la tua è stata una scelta difficile e coraggiosa.
    L'importanza di tutto è che tu possa acquistare serenità e felicità. Non posso capire anche se vi fosse stata o vi sarà la famosa assemblea, quello che realmente si possa sentire in circostanze come quelle che tu hai vissuto. Non oso condannare ne esprimere commenti poco piacevoli come spesso accade però da persona superflue.
    Personalmente, voglio essere sincero, non sono d'accordo nel fare l'assemblea. Penso che chi come te abbia avuto il coraggio di fare tali scelte, e lo rispetto perché la vita che vivi è la tua, siano strumentalizzati da una certa parte politica che a sua volta non gliene frega nulla di quello che hai fatto. Quindi penso anche che nel mezzo di coloro che vogliono l'assemblea, vi siano persone di una certa parte politica in quanto deboli di poter agire e opporsi a "usi e vizi" attuali. Questo di sicuro non farà onore al tuo percorso/scelta.
    Ripeto non mancano purtroppo "aggressioni incoscienti" da chi politicamente la pensa diversamente.
    Ti auguro felicità ! Spero tu possa incontrare realmente chi di dovere possa affrontare e capire seriamente determinate situazioni.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    18  8   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
24
02
2020
Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Nutrita partecipazione per il secondo appuntamento della rassegna

02
03
2020
Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Si riprende dalla giornata sospesa nell'ultimo week end dall'Eccellenza in giu'

01
03
2020
Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Non basta il gol di Pezzotti ai giallo rossi che scivolano a meno 7 dalla vetta

28
02
2020
Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

In serie D girone F nessuna gara rinviata, giallo rossi di scena al Della Vittoria alle 14,30

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür