Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Giovedì, 28 Novembre 2019 18:59  Asterio Tubaldi  Stampa  404 

L’IMPEGNO DELLE ISTITUZIONI PER COMBATTERE LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

L’IMPEGNO DELLE ISTITUZIONI PER COMBATTERE LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

ma a Luca Marconi (Popolari Marche-UdC) e al gruppo consiliare della Lega qualcosa non va

“Tutte le donne devono avvertire la vicinanza delle istituzioni. Il nostro impegno è quello di  prevenire e contrastare ogni tipo di violenza, dando il necessario sostegno alle vittime ed ai loro figli. E’ necessario utilizzare gli strumenti già esistenti e contemporaneamente fornire ulteriore incisività alle politiche di contrasto e di prevenzione. Occorre lavorare intensamente per promuovere un reale cambiamento di mentalità”. L’ha detto il Presidente , Antonio Mastrovincenzo,  in occasione della seduta consiliare dedicata al “Rapporto annuale sul fenomeno della violenza contro le donne”, contenente i dati   raccolti dall’Osservatorio marchigiano per le  politiche sociali, sulla base delle rilevazioni  effettuate dai cinque Centri antiviolenza delle Marche, strutturati a livello provinciale. Illustrato in Aula dall’assessore Manuela Bora, delinea il quadro complessivo della situazione con 534 donne che nel 2018 si sono rivolte ai Cav, rispetto alla 409 del 2017. Non un aumento dei casi, “ma piuttosto – come evidenziato dalla Bora –  una maggiore emersione del fenomeno ed una più adeguata capacità della Regione di intercettare e rispondere alla esigenze delle vittime di violenza”.

Il necessario cambiamento culturale al centro dell’intervento del Presidente della Giunta, Luca Ceriscioli, che ha parlato “della goccia che scava la roccia da fronteggiare con un’altra goccia, che sappia cambiare lo stato di cose esistente”.

I dati del 2018 segnalano che  le donne rivoltesi ai Cav sono soprattutto italiane  (74%), coniugate per il  45,4% , con un diploma di scuola media superiore per il 44,8%  (o una laurea per il 22% )  e con una occupazione per il 37,8%. Rispetto al passato cresce la percentuale delle donne con figli che hanno assistito o subito violenza, compiuta attraverso modalità di tipo psicologico, economico, fisico e sessuale tra loro associate.

La disamina della situazione anche attraverso gli interventi della Presidente Cpo (Commissione regionale pari opportunità) Meri Marziali e della sociologa e criminologa Antonella Ciccarelli. “Il nostro intervento – ha sottolineato la Marziali – deve essere a tutto campo, riservando particolare attenzione anche ai figli di chi è vittima di violenza. Per i bambini possono esserci conseguenze importanti, soprattutto a livello psicologico. Anche in questa direzione la Commissione ha attivato diversi progetti”.

Relatori dell’atto, nominati dalla Commissione sanità,  Francesco Micucci  ed Elena Leonardi , che è intervenuta anche in qualità di referente del Comitato per il controllo e la valutazione delle politiche. Nel corso della seduta proiettato il video “La sfida tra donne e uomini” di Luca Iavarone e presentati alcuni progetti realizzati dagli studenti dell’Istituto “Medi” di Senigallia.

NOTA DEL GRUPPO CONSILIARE LEGA MARCHE

Nella odierna seduta consiliare  in cui si celebra la giornata contro la violenza verso le donne, la Regione Marche, con  indiscutibile maestria è riuscita a propinarci una lezione  svolta dalla classe V del Liceo Medi di Senigallia  sulla parità di genere, cercando di inculcare l'idea che le differenze tra maschi e femmine siano dovute a condizionamenti e stereotipi, piuttosto che a differenze genetiche.

Come Lega ci siamo sorpresi di come potesse essere stato inserito un simile discorso, associandolo all'argomento della violenza contro le donne.

E' plausibile pensare che si voglia continuare ad imporre un progetto di dubbia validità , che ha sollevato reazioni  spontanee da parte di moltissime famiglie e che, dietro ai soliti camuffamenti di lotta al bullismo, violenze di genere, stereotipi e prevenzioni, si palesa invece come un enorme tentativo di corruzione delle giovani generazioni.

“Ci dissociamo senza se e senza ma – interviene il Capogruppo Sandro Zaffiri – dal modus operandi di sviluppare una tematica  così importante e di enorme valore sociale, presentando a sorpresa un progetto che, per superare stereotipi e pregiudizi, mira ad annullare e negare le differenze di due sessi, piuttosto che promuoverne la valorizzazione.  La vera tolleranza dell’altro, - conclude il consigliere Marzia Malaigia - passa attraverso la promozione di comportamenti di interazione, confronto e cooperazione mantenendo intatte  le singole specificità ed inclinazioni. Siamo profondamente infastiditi che questa giornata non sia stata l’opportunità per approfondire con rispetto e sensibilità un tema cosi importante come la violenza sulle donne.”

NOTA DI LUCA MARCONI - POPOLARI MARCHE-UdC

MARCONI: “BELLA INIZIATIVA MA CON INTERVENTI DISCUTIBILI”

“Seduta significativa, certamente necessaria, ma parzialmente rovinata dall'inopportuno intervento che ha pubblicizzato il progetto di educazione sessuale gender di Senigallia”. Così il consigliere Luca Marconi (Udc-Popolari Marche) a margine del Consiglio aperto dedicato al “Rapporto annuale sul fenomeno della violenza contro le donne”, con i dati raccolti dall’Osservatorio marchigiano per le politiche sociali, sulla base delle rilevazioni effettuate dai cinque Centri antiviolenza delle Marche.

“Ritengo discutibile la relazione dell'assessore Bora - prosegue Marconi - che ha rappresentato la famiglia fucina di ogni male con la grande maggioranza dei minori coinvolti nelle violenze domestiche. E' curioso che non si faccia cenno ad altro tipo di unioni, ma quando c'è da presentarla in forma negativa la famiglia, per qualcuno, è sempre protagonista”.


opinioni a confronto

4 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  30/11/2019 15:29  Anonimo534

    Vorrei ricordare le parole di Padre Igino Ciabattoni a Francesca Baleani, la donna maceratese massacrata di botte, messa in un sacco e buttata in un cassonetto dal suo ex Bruno Carletti. Padre Igino Ciabattoni, nella cui struttura fra Treja e San Severino il dott. Bruno Carletti era stato confortevolmente ospitato in attesa di processo, disse alla dott.sa Baleani che non avrebbe più trovato qualcuno che la amasse a tal punto. Non ci risulta che la gerarchia ecclesiastica abbia sanzionato in alcun modo Padre Ciabattoni. Il dott. Bruno Carletti, da parte sua, è già naturalmente libero. Il consigliere Marconi si adegua alla linea della Chiesa con filiale devozione. Amen.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 1  30/11/2019 15:08  Anonimo325

    Brava Monica, ragioni con la tua testa.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 2  28/11/2019 21:43  Monica Malizia

    credo che Zaffini e Marconi debbano occuparsi di altro visto che di parità di genere, disforia di genere, femminicidi e violenza non sanno nulla, ma sono i primi ad ergersi a giudici della santa inquisizione: vogliamo parlare dell'intervento di Don Lorenzo Guidotti che alla 17nne stuprata sul treno ha detto "mi spiace mia cara, ma te la sei cercata?" o di padre Groeshcel che disse " sono i bambini a provocare i preti" o, per finire, del consigliere leghista La Morgia che sostiene che il 90% delle denunce fatte dalle donne sono false?
    ma questi esemplari sono ovunque, che dire del consigliere del Pd Davide Miele che come amministratore della pagina fb "Sesso, droga e pastorizia" si è ben guardato dal moderare gli insulti sessisti sulla sua pagina diretti verso Selvaggia Lucarelli e le donne in generale.
    Qua di verginelle non ce ne sono, pertanto non veniteci a parlare di cose che non conoscete nè ad insultare la nostra intelligenza parlando di qualcosa che non esiste, la famosa "teoria gender", quello svolto dagli studenti è un lavoro sull'educazione all'affettività e lotta al bullismo. Eh.... caro Zaffiri, il tentativo di corruzione delle giovani generazioni non lo fa chi insegna a rispettare le diversità, ma chi si approfitta dell'ignoranza e dell'ingenuità di chi a loro si affida

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  0   Rimuovi


  • 3  28/11/2019 19:14  Anonimo914

    Quindi?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
24
02
2020
Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Nutrita partecipazione per il secondo appuntamento della rassegna

02
03
2020
Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Si riprende dalla giornata sospesa nell'ultimo week end dall'Eccellenza in giu'

01
03
2020
Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Non basta il gol di Pezzotti ai giallo rossi che scivolano a meno 7 dalla vetta

28
02
2020
Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

In serie D girone F nessuna gara rinviata, giallo rossi di scena al Della Vittoria alle 14,30

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür