Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Martedì, 10 Dicembre 2019 19:37  Asterio Tubaldi  Stampa  3216 

Recanati: chiusa dopo quasi due secoli di attività, la ferramenta Tartuferi

Recanati: chiusa dopo quasi due secoli di attività, la ferramenta Tartuferi

 

E’ ormai definitivamente abbassata, dopo quasi due secoli di vita, la saracinesca della Ferramenta dei fratelli Carlo e Franco Tartuferi in via Cavour a Recanati. L’attività è stata avviata dal loro bisnonno Michele nel 1832, lasciata poi in eredita al nonno Mariano e da questi a Gino che, a sua volta, l’ha lasciata ai figli, Carlo e Franco, dietro il bancone ormai da 50 anni, con 82 anni sopra le spalle Carlo e 80 il fratello Franco.

Eppure, ci dicono, “ci dispiace dover chiudere questa bottega, rinunciare al rapporto con la nostra clientela e a quello che per tantissimi anni è stato il punto di riferimento di tante generazioni di recanatesi. È dura anche se realisticamente inevitabile. I tempi cambiano e se una volta un’attività lasciata in eredità ad un figlio poteva rappresentante non solo la continuità lavorativa ma un rifugio economico sicuro, oggi le cose non stanno così”. I figli di Carlo e di Franco, infatti, hanno già da tempo scelto una strada diversa.

Quella della “Ferramenta Tartuferi” non è una chiusura qualsiasi, è anche il simbolo di una resa ad un eccesso di adempimenti e di regole, in una parola al mostro della burocrazia che ha reso anche le cose semplici del vecchio commercio una complicata e defaticante lotta giornaliera per mantenere ancora vivo con amore il rapporto con il proprio lavoro.

Per loro, i due fratelli, che ancora oggi avvolgono la merce minuta nei fogli di giornale, con la matita aggiornano l’inventario della merce o sfogliano i prezzi nelle vecchie rubriche, che non hanno mai utilizzato il computer e scrivono ancora le loro lettere con le vecchie macchine a tastiera Olivetti, senza bisogno di ricorrere a software di nuova generazione, sarà pesante dover scrivere sulla porta di ingresso del proprio esercizio “chiuso per fine attività”. Non sarà semplice adeguarsi all’idea di non regolare più la propria vita al di fuori dell’orario del negozio, di non pensare  a caricare sul furgone la merce, come le vecchie bombole a gas o il sale grosso, per portarla a domicilio degli storici clienti, o di rinunciare a che il loro negozio da domani non sia più quel luogo di ritrovo e di scambio di opinioni sulla vita della città e di questa nazione, come nelle vecchie farmacie di paese.

Ma anche per la città e per tutti i recanatesi quella saracinesca che da domani si abbasserà per sempre sarà un triste giorno.


opinioni a confronto

16 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  14/12/2019 13:20  Anonimo715 Gianna

    Chiacchieriamo troppo!
    Ma se i primi siamo noi a non acquistare a Recanati!
    I centri commerciali sono pieni di persone...noi facciamo morire il centro storico non è colpa dell'amministrazione!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  12/12/2019 08:53  Anonimo853

    Se sono durati per quasi due secoli e chiudono per raggiunti limiti di età,una ragione ci sarà!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  2   Rimuovi


  • 2  12/12/2019 07:35  Anonimo327

    Leggendo determinati commenti posso constatare che il fenomeno " leoni da tastiera" invade anche un sito di una radio cittadina al fine di offendere un un'attività commerciale durata ben 200 anni , a quelle persone che si lamentano del fatto che Recanati non ha più negozi e si sta spegnendo risponderei col dire che ogni attività commerciale ha un inizio e una fine , tutto non può durare per sempre , questa ferramenta ha fatto il suo corso , e essendo cambiati anche i tempi ( come specifica anche lo stesso proprietario) è normale che qualche negozio chiuda. Hanno fatto il suo corso ed ora si si meritano un buon riposo .

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  2   Rimuovi


  • 3  11/12/2019 16:51  Anonimo853

    Era ora passata!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  9   Rimuovi


  • 4  11/12/2019 14:59  Vladimir Ismaili

    Persone gentilissime, e con cuore.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  1   Rimuovi


  • 5  11/12/2019 14:05  Anonimo549

    Se il centro storico non fosse ridotto al deserto che è, questa attività avrebbe potuto essere ceduta e una famiglia avrebbe potuto avere di che vivere dignitosamente. A proposito, come faranno a fare multe gli ausiliari della SIS autorizzati dalla precedente amministrazione comunale di cui la presente è degna erede? Quando la mucca viene munta senza criterio smette di dare latte.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  4   Rimuovi


  • 6  11/12/2019 13:28  Anonimo454

    Ancora con questa storia che Recanati sta morendo e la colpa è dell'amministrazione. Sono cambiati i modi di fare acquisti come lo sono cambiati i luoghi. I commerciati devono prenderne atto e non piangersi addosso o addossare colpe a chi amministra. sveglia

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  4   Rimuovi


  • 7  11/12/2019 12:29  Anonimo344

    Se tanti negozi chiudono dopo pochi mesi di apertura, mentre Tartuferi chiude dopo 200 anni, un motivo ci sarà, no? Mi associo ad Anonimo 167: iniziativa, gentilezza e lungimiranza. Entrare da Tartuferi con un problema o un'esigenza domestica, significava essere ascoltati, essere consigliati ed uscire con la soluzione.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  1   Rimuovi


  • 8  11/12/2019 10:52  Anonimo479

    anonimo 167, ma hai letto l'articolo? Ci sapevano fare? O non li conosci o sei uno di loro!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  2   Rimuovi


  • 9  11/12/2019 07:41  Anonimo621

    Era imbarazzante vedere che a 80 anni ancora stavano a lavorare per vendere 2 viti al giorno. Era ora che chiedessero!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  8   Rimuovi


  • 10  10/12/2019 23:37  Anonimo967

    21:52
    Hanno ottant'anni che dovevano fare in un'Italia dove vince le elezioni chi elemosina un'età pensionabile più bassa!
    Il problema si che sono i politici che con queste elemosine di redditi di cittadinanza e quote 100 hanno indebitato il paese tartassando chi lavora.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  5   Rimuovi


  • 11  10/12/2019 23:11  Luciano

    Una città non può essere più bella se il suo centro si sfalda pezzo dopo pezzo. Non è il mancato passaggio generazionale, la questione è chiusura per mancanza di valore e valenza economica. La salacinesca, se si fosse conservata la valenza economica, l' avrebbe trovate altre mani capaci di sollevarla.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  1   Rimuovi


  • 12  10/12/2019 22:20  Gianni Bonfili

    Lungo quella via ricordo un negozio di generi alimentari di fronte alla porta laterale dell'albergo,un negozio di mobili,la sartoria di Athos,un barbiere,un secondo negozio di generi alimentari,lo spaccio di Giorgina,l'ufficio di pratiche della "marescialla"il caffè di Carnevali,il negozio di scarpe di Monaldo ed il negozio di ferramenta di Tartuferi.A testimoniare questa vecchia Recanati era coraggiosamente rimasto Tartuferi.Ora scompare anche lui.Una pagina di storia sociale recanatese si chiude definitivamente.Tutto passa,è fatale,anche se può dispiacere immensamente.Un caloroso saluto ed un affettuoso abbraccio ai due fratelli,amici da anni lontanissimi.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    9  5   Rimuovi


  • 13  10/12/2019 21:52  Capre siete

    Recanati sta muorendo giorno per giorno ... vergogna a chi amministra a chi non fa nulla per far vivere le attività storiche ,attività artigianali ,attività ricche di vita ,attività fatte con il cuore.... costruite un bel centro commerciale in quella piazza triste e priva di nulla ... a Recanati che ci si viene a fare ? Solo per Leopardi il resto .... non c'è un c...o ospedale chiuso ...negozi idem.... complimenti

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    19  9   Rimuovi


  • 14  10/12/2019 20:04  Anonimo167

    I due fratelli sono ormai in età pensionabile e i figli si sono laureati già ai tempi d'oro e già all'ora l'idea di continuare l'attività di famiglia non c'era.
    Questi ci sapevano fare e chiudono per anzianità peggio chi chiude che è giovane che non c'è sa fa!
    Il commercio come la ristorazione sono attività che per far soldi occorre avere iniziativa,gentilezza e lungimiranza.
    Pensare di aprire un bar e tenere chiuso la domenica e non saperci fare non è la partenza per organizzare un futuro ma la via per attribuire i propri fallimenti al sindaco al governo alle banche quando il problema sei tu che non ci sai fare!
    Pensate solo che nella giungla del comercio c'è chi fa soldi a palate nonostante il sindaco il governo e le banche.
    Te capì?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    10  10   Rimuovi


  • 15  10/12/2019 19:57  Steve Job

    Tempus fugit memento mori.........nessuno ...niente e' immortale.
    A 80 e 82 anni cosa dovrebbero fare? Un grande abbraccio ed un augurio di godere un meritato riposo.
    p.s. Si tratta di una chiusura dolorosa, (ai fratelli Tartuferi tutta la riconoscenza di chi li ha conosciuti come amici e come commercianti), che non va imputata all' amministrazione ma .....al tempo che scorre, inesorabile....

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    14  4   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
24
02
2020
Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Nutrita partecipazione per il secondo appuntamento della rassegna

02
03
2020
Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Si riprende dalla giornata sospesa nell'ultimo week end dall'Eccellenza in giu'

01
03
2020
Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Non basta il gol di Pezzotti ai giallo rossi che scivolano a meno 7 dalla vetta

28
02
2020
Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

In serie D girone F nessuna gara rinviata, giallo rossi di scena al Della Vittoria alle 14,30

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür