Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Domenica, 05 Gennaio 2020 08:45  Asterio Tubaldi  Stampa  1902 

Recanati: pronta la variante per la casa del commiato. E' tutto a posto?

Recanati: pronta la variante per la casa del commiato. E' tutto a posto?

sarà realizzata trasformando un'area da verde a produttiva

Approderà a breve in Consiglio Comunale per la sua approvazione definitiva la variante per destinare un’area verde accanto al civico cimitero recanatese per la realizzazione della sala del commiato. Un’operazione che ha creato qualche malumore poiché un’area, che si trova accanto al cimitero cittadino, in via Cupa Madonna di Varano, da verde verrebbe trasformata a produttiva.

A dire la sua è anche Nino Taddei, ex assessore al turismo, che non si spiega perché ci si debba incaponire di costruire queste cose in luoghi dove non è consigliabile farlo. “Questa è una storia antica. A Recanati si sono costruite ville dove non si poteva. E’ l’antico vizio di voler per forza forzare certe situazioni come se la politica non riuscisse mai ad aver la schiena dritta. Eppure, conclude l’ex assessore, con tutti quei capannoni vuoti che abbiamo nelle zone industriali perché non utilizzarli”?

A sollevare diverse obiezioni in Consiglio era stata anche l’ex consigliere comunale della lista civica “InComune” Sabrina Bertini. In modo particolare aveva sottolineato che la richiesta di variante era stata avanzata dall’impresa funebre Bamo che, però, non è proprietario dell’area che risulta ancora nella disponibilità dell’impresa edile di Cipolletta Aldo che, nel frattempo ha stipulato un compromesso di vendita con la ditta Bamo che sarà perfezionato solo a variante approvata.

Infine, faceva osservare ancora la Bertini, a fianco dell’area verde sorge un incrocio che dovrebbe ospitare una rotatoria la cui realizzazione sarebbe a carico della stessa ditta Bamo. Solo “che la rotonda prevista a scomputo dovrebbe essere realizzata durante l’esecuzione dei lavori e non dopo, al fine di verificare la compatibilità degli spazi con il costruendo edifico”.

opinioni a confronto

13 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  07/01/2020 19:14  Anonimo835

    A Recanati il comune viene gestito come un privato per di più sbagliando di tanto e in tante scelte una è questa. Questi amministratori non hanno la minimo idea di città ben fatta e ben servita ma intanto rilasciano i permessi x costruire un esempio su tutti è quella cosa assurda autorizzata in via cossio

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  1   Rimuovi


  • 1  07/01/2020 14:20  Anonimo844

    Basta leggere la cronaca per vedere di quanti incidenti stradali sia teatro la bretella paolina. Poi va detto finalmente qualcosa su questa ridicola storia dei terreni incolti (vedi legge 440/78) che andrebbero riqualificati etc. Coltivare terreni argillosi con quelle pendenze vuol dire aumentare i rischi di frana e, dopo i demagogici proclami degli anni 70 del secolo scorso secondo i quali si può combattere la disoccupazione mettendo a coltura le terre incolte, ci si è finalmente resi conto che lasciare appezzamenti di terreno allo stato naturale (provvedendo alla trinciatura periodica della vegetazione spontanea) fa solo bene alla flora e fauna selvativa, alla tutela della biodiversità, limita il dilavamento dei suoli e promuove l'equilibrio del regime delle acque superficiali e sotterranee. Anche se c'è già un capannone in zona sarebbe meglio non insistere nell'errore che è già stato fatto. Si migliori, se si può, la sicurezza della bretella paolina e basta. Piuttosto si cerchi di riapriere la chiesa del Cimitero, vero luogo del Commiato da secoli.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  1   Rimuovi


  • 2  07/01/2020 11:54  Anonimo461

    mi meraviglia il fatto che l'anonimo 546 come tanti altri pensino che l'idea di aver costruire una strada su una zona in frana e venuta male sia colpa di Corvatta o di qualunque altro politico senza invece convincersi del fatto che le responsabilità solo solo ed esclusivamente da addebitarsi ai tecnici progettisti,perchè l'intervento fatto in Via Cossio su area dichiarata inedificabile perchè classificata ad alto rischio frana nonostante sia stata edificata non presenta danni o cedimenti? perchè fatta da un privato e non da un ente pubblico

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  2   Rimuovi


  • 3  06/01/2020 12:32  Anonimo546

    Anonimo 203 sbagliare è umano ma perseverare è diabolico! Vuoi buttare ancora soldi pubblici per una strada costruita da Corvatta su una zona in frana?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  5   Rimuovi


  • 4  05/01/2020 16:55  Anonimo203

    Continuando , se è vero che la perizia geologica , pagata dal contribuente è affidabile
    L’amministrazione precedente avrebbe dovuto provvedere a mettere in sicurezza la strada ,
    Non è stato fatto ?
    Ciò non esonera la nuova amministrazione ad intervenire sul punto
    Una volta recuperata la strada in termini di sicurezza si passerà alla rotonda
    X la casa del commiato iL comune provveda a costruirla in proprio
    E provveda anche a recuperare la Chiesa del Cimiterio x restituirla al culto

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  0   Rimuovi


  • 5  05/01/2020 16:40  Anonimo318

    Non vedo perché la casa del Commiato debba essere costruita da un privato che opera nel settore , si palesa un interesse privato , anzi di due privati .
    Come dire il privato acquista l’area a condizione che il comune darà la licenza a costruire .
    Come dire SPECULAZIONE privata favorita dall’ente Comune ( pubblico )
    X la rotatoria da ampliare credo che prima va messa in sicurezza la strada , che da sempre è soggetta a frane
    Ricordo che il buon sindaco Fiordomo a suo tempo ha ordinato uno studio geologico x un acconto al professionista di 18000 euro .
    iL risultato dello studio si sintetizzava nella necessità’ di traslare la strada più in alto .

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  1   Rimuovi


  • 6  05/01/2020 13:19  Anonimo765

    una tra le varianti al p.r.g. più assurde degli ultimi empi in quanto la normativa applicata prevede in sito l'esistenza di una struttura produttiva esistente , lì esiste una struttura che consenta l'ampliamento dell'attività presente ?
    La giustificazione dell'amm.ne sapete quale è? Dall'altro lato della strada la società richiedente ha un punto vendita di casse da morto, per cui l'attività non è produttiva ma commerciale.
    Altra questione importantissima che dimostra la illegittimità della variante, ma nel contempo evidenzia ,anche, la sua volontà politica di volerla o doverla approvare visti i tecnici ed i richiedenti, è legata al fatto che contrariamente a quanto dichiarato sia dalla società ,che da quanto emerso nella lettura degli atti , non era all'epoca della richiesta proprietaria dell'area e lo è soltanto oggi tramite scrittura privata, quindi come può giustificarsi l'ampliamento di un'attività che in primis non esiste ma che addirittura non è neanche di proprietà di colui che dovrebbe ampliarla .
    Fantozzi direbbe una bogliata pazzesca ma che porta soldini a qualcuno.................
    Nino vai a fondo su questa storia ed una volta capita ti divertirai

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  1   Rimuovi


  • 7  05/01/2020 09:54  Anonimo654

    Penso che un modo come un'altro per riqualificare un terreno incolto alle porte della città. Concordo in parte con l'ex assessore. Sopra il terreno si trova già un capanno in stato di abbandono perciò bene la ristrutturazione e l'utilizzo. Per una società di servizi funebri quale posto migliore se non vicino al cimitero?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  6   Rimuovi


  • 8  05/01/2020 09:52  Anonimo432

    Nessuna cementificazione, c'è già un capannone, basterebbe solo che prima di parlare qualcuno collegasse il cervello, ci sarebbero tante polemiche inutili in meno

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  7   Rimuovi


  • 9  05/01/2020 09:30  Anonimo839

    Concordo con chi dice di utilizzare i capannoni vuoti che ce ne sono veramente tanti a Recanati. E poi ci priviamo del panorama che si può osservare imboccando la bretella Paolina. Bravi a coloro che hanno votato no in consiglio comunale.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  0   Rimuovi


  • 10  05/01/2020 09:17  G.C.

    Buongiorno, secondo me è sbagliato costruire la sala del commiato in quella zona sia perché si trova in area ad alto traffico, sia perché in caso di sviluppo ulteriore del cimitero si potrebbe utilizzare quest'area. Perché la ditta Bamo non verifica la compatibilità con l'area al piano di sopra del supermercato COAL a S. Francesco? La ci sono diversi metri quadrati di superficie e un discreto parcheggio.
    Saluti

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  2   Rimuovi


  • 11  05/01/2020 09:07  Anonimo366

    Concordo nell'utilizzazione di qualche capannone vuoto e inutilizzato invece di cementificare ulteriormente le nostre colline.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    16  2   Rimuovi


  • 12  05/01/2020 09:07  Anonimo404

    Le verifiche ai fanno prima sui progetti e non dopo quando si realizza.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    14  1   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
24
02
2020
Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Nutrita partecipazione per il secondo appuntamento della rassegna

02
03
2020
Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Si riprende dalla giornata sospesa nell'ultimo week end dall'Eccellenza in giu'

01
03
2020
Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Non basta il gol di Pezzotti ai giallo rossi che scivolano a meno 7 dalla vetta

28
02
2020
Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

In serie D girone F nessuna gara rinviata, giallo rossi di scena al Della Vittoria alle 14,30

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür