Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Mercoledì, 15 Gennaio 2020 19:48  Asterio Tubaldi  Stampa  2712 

Altro che polemica sterile. La busta paga è da fame

Altro che polemica sterile. La busta paga è da fame

 

Altro che polemica sterile come l’aveva definita l’assessore all’ambiente Michele Moretti rispondendo indirettamente al consigliere di opposizione Graziano Bravi che aveva avanzato preoccupazione per i sei lavoratori addetti alla pulizia urbana con contratto di lavoro part-time. Di sterile c’è solo la loro busta paga che continua ad essere da fame. La storia. Il 31 dicembre scorso i sei operai addetti al decoro della città, hanno cessato il loro rapporto con la cooperativa Opera per essere assunti dal primo gennaio, con le stesse mansioni, dal Cosmari come già era stato preannunciato dall’assessore all’ambiente Michele Moretti. I lavoratori godono ora di un contratto, sicuramente migliorativo in fatto di paga oraria, ma, purtroppo ancora non a tempo pieno in quanto il Cosmari li ha assunti con il vecchio monte ore settimanali, cioè quello ridotto sin dall’estate scorsa. Infatti, come si ricorderà, il Comune era dovuto ricorrere ad una riduzione dell’orario di lavoro dei sei dipendenti pur di far quadrare i conti. Insomma per buona parte dell’anno scorso i sei lavoratori avevano garantito una pulizia della città svolgendo 36 ore settimanali, cosa che assicurava loro una paga a fine mese discreta con cui mandare avanti la famiglia. Verso la fine dell’estate, però, il Comune si è trovato con le casse prosciugate o, comunque, con scarse risorse a disposizione tanto da dover ridurre di molto i fondi destinati alla cooperativa Opera che, a sua volta, non ha fatto altro che ridurre le ore di lavoro ai sei dipendenti oltre a non rinnovare più i contratti a tempo determinato che erano stati attivati. L’orario così ridotto è proseguito sino al 31 dicembre scorso. Quando il Cosmari è subentrato non ha fatto altro che assumere i sei lavoratori allo stesso monte orario degli ultimi tre mesi dell’anno scorso. Oggi la pulizia della città è garantita dal Cosmari con otto dipendenti: uno proveniente dal Comune, quindi a tempo pieno, il coordinatore ex Opera con 34 ore settimanali, tre dipendenti a 20 ore e gli altri tre rispettivamente a 14,16 e 25 ore settimanali. Claudio Giuliani della Cisl Fit non è affatto contento di come questa vicenda sia stata gestita dal Comune. “Noi, nel passaggio amministrativo (Opera-Cosmari ndr) abbiamo sollecitato affinchè fossero garantite le ore lavorative che erano prima della riduzione. Ma purtroppo il Cosmari si è attenuto alle ore comunicate da Opera. Se il Comune, aggiunge Giuliani, non avesse ridotto le ore il discorso sarebbe stato diverso perché si poteva sollecitare il Cosmari a sottoscrivere contratti a orario pieno. Invece ci troviamo con lavoratori a part time.” Non solo quindi i lavoratori si ritrovano a lavorare di meno e ad avere una busta paga più leggera ma a risentirne naturalmente è anche il servizio, cioè la pulizia della città, tanto più che nel monte ore che devono svolgere i sei lavoratori sono comprese anche quelle della chiusura e apertura dei bagni e degli ascensori pubblici.

opinioni a confronto

22 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  17/01/2020 20:37  Anonimo662

    09:01 Quanta esuberanza, quanta esaltazione per 4 buche attappate in centro!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  1   Rimuovi


  • 1  17/01/2020 16:13  28+ 1= 29

    Legga bene, quasi sindaco Bravi..

    Appalto pulizie e personale acquisito, il COSMARI: "nessun deluso e accordi stretti con dipendenti e sindacati nella piena soddisfazione di tutti. Lavoriamo insieme per avere una città sempre più pulita e vivibile"

     



    Nota congiunta del COSMARI e del sindaco di Recanati Antonio Bravi

    RECANATI - A seguito delle dichiarazioni a mezzo stampa inerenti la gestione del servizio di igiene urbana che il Comune di Recanati ha affidato, come stabilito dall’ATA 3, al Cosmari srl e al monte ore previsto nei nuovi contratti dei dipendenti assorbiti da Cosmari, il Direttore Giuseppe Giampaoli, in accordo con il Sindaco di Recanati Antonio Bravi, ritiene necessario precisare alcuni fondamentali aspetti per meglio chiarire tutta la vicenda.

    Innanzitutto è bene premettere che nell’assumere il servizio di igiene urbana di Recanati, come negli altri comuni dove operavano le cooperative, il COSMARI ha garantito il mantenimento dei posti di lavoro con la conservazione delle stesse ore precedentemente determinate.

    Da sottolineare che sono 7 le unità lavorative a cui è assicurato un futuro certo e un inquadramento contrattuale adeguato.

    Sono 7 unità lavorative (non 6 come indicato), che equivalgono a 5 lavoratori a tempo pieno. Prevedendo il contratto che applica Cosmari retribuzioni orarie maggiori di quello delle cooperative tutti percepiscono salari già più alti a parità di ore.

    A questi lavoratori sono stati subito aggiunti n. 1 unità lavorativa ex Comune e un dipendente Cosmari in possesso di patente C (si ricorda che il progetto prevede un impiego di n. 7 unità lavorative totali).

    A quanto risulta alla Direzione aziendale non risultano esserci lavoratori delusi. Almeno non si sono appalesati tali in nessuna occasione: abbiamo con loro attivato un percorso e sottoscritto accordi in piena collaborazione e direi soddisfazione reciproca.

    I dipendenti hanno ben compreso che Cosmari è una società seria che deve in primo luogo assicurare i servizi al meglio, ma che garantirà a loro una stabilità di lavoro sicuramente diversa dal passato.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  1   Rimuovi


  • 2  17/01/2020 14:56  Don Falcuccio

    510
    Si ma adesso c'è rimasta ancora un po' di trippa per gatti?
    Per questi dipendenti netturbini ci sono ancora gli schèi per loro, oppure no?
    Pure su questo è importante riflettere.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  2   Rimuovi


  • 3  17/01/2020 13:45  Anonimo542

    La busta paga non è da fame ed è superiore a quello che percepivano con la cooperativa

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  2   Rimuovi


  • 4  17/01/2020 13:28  Iram soc

    A quanto risulta alla Direzione aziendale non risultano esserci lavoratori delusi. Almeno non si sono appalesati tali in nessuna occasione: abbiamo con loro attivato un percorso e sottoscritto accordi in piena collaborazione e direi soddisfazione reciproca.

    I dipendenti hanno ben compreso che Cosmari è una società seria che deve in primo luogo assicurare i servizi al meglio, ma che garantirà a loro una stabilità di lavoro sicuramente diversa dal passato.

    Sanno anche che, dopo questo primo periodo, dopo aver stabilizzato il servizio e aver impresso una diversa organizzazione e qualità nello stesso, provvederemo a potenziare le ore di lavoro al personale più impegnato e disponibile.

    In realtà ci sorprende la dichiarazione del Sindacato: primo perché ha sottoscritto tutti gli accordi senza alcun rilievo scritto o verbale, poi perché sapeva benissimo che la stessa procedura è stata seguita nelle altre acquisizioni di personale da parte delle cooperative negli altri comuni.

    Non meno importante, poi, il fatto che nel tempo molti dei dipendenti assunti hanno visto incrementare le ore lavorative anche se il nostro primo obiettivo era ed è sempre garantire il posto di lavoro! Per concludere non siamo per le polemiche ma per fare bene il nostro lavoro.

    Ai nostri nuovi e vecchi dipendenti abbiamo raccomandato di lavorare al meglio per la pulizia di Recanati; vogliamo che capiscano che questa Città richiede un impegno particolare per quello che rappresenta. Queste sono le cose che ci interessano e ci applicheremo in questo lavoro con la massima serietà e disponibilità, come abbiamo dimostrato negli altri comuni, ognuno dei quali rappresenta una ricchezza e particolarità del nostro territorio.

    Lasciamo cadere presunte delusioni o le puntualizzazioni basate sul nulla, tese solo a gettare una luce non positiva sulla nostra società e sugli stessi dipendenti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  1   Rimuovi


  • 5  17/01/2020 13:03  Ex friulano

    Ex Friulano quello vero non esiste più, mi hanno rubato " la firma".

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 6  17/01/2020 09:01  Anonimo510

    O Don Falcuccio non ti ricordi come era ridotta Recanati dopo l'ultima giunta Corvatta?
    Ti ricordi l'ascesa di Marangoni sulle buche sul degrado i derivati?
    Corvatta è uscito sconfitto dopo il secondo mandato mentre Fiordomo con Vivere Recanati ha preso oltre un migliaio di voti!!!!!
    Quindi rifletti!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  3   Rimuovi


  • 7  17/01/2020 08:34  Lista civica Sovranità Popolare

    "Pur di far quadrare i conti" è proprio un'affermazione che non si può sentire da una amministrazione pubblica. I principi economici costituzionali sono ben altri.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  3   Rimuovi


  • 8  17/01/2020 07:46  Ex Friulano

    Friulano quello vero non esiste più, mi hanno rubato " la firma".

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  2   Rimuovi


  • 9  16/01/2020 21:20  Gianni Bonfili

    Anonimo 866-Il suo ragionamento salta l'aspetto delle modalità di utiizzo delle risorse finanziarie disponibili per l'Ente pubblico.Non credo di dire un'eresia se affermo che nell'utilizzo delle risorse pubbliche si debba fare una scala di valori,in cima alla quale,per un motivo di giustizia sociale,ci deve stare il lavoro con un trattamento retributivo che non contraddica il dettato della nostra Costituzione.Concordo che non ci debbano essere favoritismi.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  4   Rimuovi


  • 10  16/01/2020 20:26  Don Falcuccio

    Se so finiti li soldi, chissà se le ultime due precedute amministrazioni comunali avranno fatto troppe spese smisurate?
    Mah chi lo sà, permane il dubbio...
    Forse essi avevano calcolato di far rimanere a casse asciutte i loro successori di schieramento avversario, pensando che fossero i probabili vincitori, ma fatalità vuole che essi stessi per una piccola manciata di voti vincenti si ritrovano oggi come l'aretino Pietro con una mano davanti e l'altra...

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  5   Rimuovi


  • 11  16/01/2020 20:05  Ergife H.

    Non tutti hanno tempo da perdere come il signor nostalgico di Craxi.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  1   Rimuovi


  • 12  16/01/2020 16:12  Gianni Bonfili

    Chiedo troppo ( magari potrebbero chiedere aiuto a qualcuno più preparato )a quanti si manifestano contrari al mio commento a questo articolo limitandosi a ricorrere al pollice verso di argomenare il loro dissenso.Non serve un coraggio da leone,c'è il ripiego dell'anonimato,basta impegnare un briciolo di tempo,ma ne guadagnerebbe la circolazione delle idee,assai utile in questo periodo di confusione estrema.Ribadisco : chiedo troppo? Aggiungo che resto riconoscente a chi dissente,argomentando,dai miei giudizi perchè mi serve a valutare meglio gli stessi.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  4   Rimuovi


  • 13  16/01/2020 13:55  Anonimo728

    Entrare in una società ....mi sembra pubblica.....senza concorso ....se non gli sta bene.....entro io a posto loro....ho anche una laurea

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  1   Rimuovi


  • 14  16/01/2020 13:34  Anonimo866

    Egregio Sig.Bonfili
    Tengo a precisare che i dipendenti pubblici i servizi chi lavora per i servizi come le cooperative e quant'altro sono tutti pagati attraverso la tassazione generale.
    Tale tassazione crea un gruzzoletto che poi va ripartito per pagare mutui,debiti,servizi,welfare,calamità e quant'altro.
    Lei è abbastanza grande da aver vissuto tempi migliori dove nel pubblico si assumeva anche se non serviva.
    Specie in sanità si entrava per le pulizie e grazie al mal di schiena si passava impiegati!
    Erano tempi...d'oro e belli per chi ci sapeva fare tant'è che a Recanati in tempi migliori un addetto ai lavori come operaio comunale ormai ESPERTO aspirava a diventare capo operai dopo il pensionamento del capo e...e guarda un po le magie della politica quel titolo andò ad un raccomandato inesperto.
    Quindi bene i diritti bene l'etica bene tutto ma il passato pesa e i debiti accumulati negli anni che ci tengono soggiogati ai patti di stabilità quelli non si cancellano facilmente!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  2   Rimuovi


  • 15  16/01/2020 11:08  Vale46

    Se il comune non ha sufficienti risorse è giusto che cerchi di far quadrare i conti d'altronde nel privato se i conti non quadrano si agisce nello stesso modo (quando va bene altrimenti si va a casa).
    È un mondo libero se pensano di guadagnare troppo poco sono liberi di cercare di meglio non si può fare sempre l'assistenzialismo a tutti i costi.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  3   Rimuovi


  • 16  16/01/2020 08:34  Gianni Bonfili

    Far quadrare i bilanci incidendo sul costo del lavoro è stata sempre una pratica usata ed abusata dal nostro sistema.E' all'origine del famoso miracolo economico degli anni '60.Da diverso tempo a tale prassi si sono adeguati anche gli Enti pubblici a prescindere da ogni caratteristica degli stessi.Si sorvola con una certa indifferenza sul fatto che nella maggior parte dei casi il lavoratore vive soltanto con il salario che ricava dal suo impiego,che di norma è poco rapportato al costo della vita : infatti oggi emerge la nuova figura del lavoratore povero.Alla faccia del progresso e della giustizia sociale!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  6   Rimuovi


  • 17  16/01/2020 02:37  Anonimo576

    Si vergogni l'assessore Moretti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    16  7   Rimuovi


  • 18  15/01/2020 23:42  Peppe

    Dimissioni

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    9  8   Rimuovi


  • 19  15/01/2020 21:50  Anonimo743

    Il comune non si puó permettersi di avere degli spazzini dipendenti. Eppure paghiamo le imposte più alte d'Italia. Ma dove li buttate i soldi. Non è forse meglio garantire i servizi essenziali visto che i marciapiedi al di fuori del centro storico sono sporchi e pieni cac...te di cani.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    18  4   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
24
02
2020
Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Nutrita partecipazione per il secondo appuntamento della rassegna

02
03
2020
Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Si riprende dalla giornata sospesa nell'ultimo week end dall'Eccellenza in giu'

01
03
2020
Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Non basta il gol di Pezzotti ai giallo rossi che scivolano a meno 7 dalla vetta

28
02
2020
Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

In serie D girone F nessuna gara rinviata, giallo rossi di scena al Della Vittoria alle 14,30

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür