Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Settembre 2020 »
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        

ARCHIVIO NOTIZIE

Mercoledì, 05 Febbraio 2020 12:11  Asterio Tubaldi  Stampa  621 

Recanati: ecco perchè mi sono astenuto sul piano socio-sanitario regionale

Recanati: ecco perchè mi sono astenuto sul piano socio-sanitario regionale

comunicato stampa del consigliere regionale Luca Marconi

Ho sempre sostenuto che il Piano Socio-Sanitario Regionale sarebbe stato uno strumento poco efficace in quanto:

  1. Le decisioni più importanti sono già state assunte nel corso di questa legislatura con leggi e delibere di giunta.
  2. Senza una modifica del Decreto Ministeriale 70/2015 le regioni non hanno la necessaria autonomia e devono semplicemente eseguire ciò che il governo nazionale ha deciso.
  3. Mancano le risorse per le regioni, almeno un miliardo in più all’anno per realizzare riforme concrete.

Nonostante ciò ho collaborato intensamente alla stesura del piano cercando di portare qualche idea utile per nuovi indirizzi da applicare nei prossimi cinque anni. Queste le mie proposte che sono state accolte e votate praticamente all’unanimità sia in commissione che in aula:

  1. Un nuovo grande impegno contro la denatalità per aiutare le donne e le coppie a generare nuova vita togliendo ogni ostacolo alla procreazione e cercando di applicare la 194 nella logica della prevenzione dell’aborto e non del diritto allo stesso;
  2. Prevedere che la Conferenza dei Sindaci di Area Vasta si riunisca almeno cinque volte l’anno per un controllo stringente dell’attività amministrativa nella provincia di competenza;
  3. D’ora in poi il bilancio di previsione e consultivo della sanità e gli stanziamenti destinati alle aziende ospedaliere dell’ASUR dovranno essere preventivamente esaminati dalla commissione consiliare competente;
  4. Gli ospedali di comunità dovranno essere utilizzati al massimo delle loro possibilità, occupandone tutti i locali disponibili e avviando nuovi servizi per riabilitazione, la diagnostica e le cure anche con ricovero;
  5. Viene inserito un processo di semplificazione delle strutture socio-sanitarie oggi previste in più di 110 tipologie, un numero decisamente elevato.
  6. Si dovrà avviare un programma di informazione telematica che renda trasparente il sistema sanitario e facilmente accessibili tutti i servizi erogati;
  7. Per le aree interne, dovranno essere garantiti parametri numerici più favorevoli rispetto al resto della regione per tutti i servizi socio-sanitari.

Purtroppo non sono stati accolti due emendamenti che ritengo fondamentali per dare una svolta all’organizzazione sanitaria della nostra regione. Anche questo è stato un segnale della debolezza del piano nel quale non sono state fatte quelle poche scelte fondamentali che necessitavano coraggio e unità politica. Proprio questa è mancata all’interno della maggioranza e perciò ho preferito astenermi al fine di sottolineare la necessità che in futuro si riprendano queste questioni e finalmente si risolvano. I punti in oggetto sono due:

Il primo riguarda la creazione di una nuova azienda ospedaliera Marche Sud, prevista nel vecchio piano, oggi cancellata. L’azienda Marche Sud dovrebbe raccogliere le provincie di Macerata, Fermo ed Ascoli Piceno, l’azienda Marche Nord allargarsi a tutta la provincia di Pesaro, l’INRCA/Osimo trasformarsi in azienda Marche Centro per comprendere l’intera provincia di Ancona. L’azienda Ospedali Riuniti di Torrette resterebbe l’unico ospedale di secondo livello marciando su standard di qualità sempre più elevati, per lasciare le specializzazioni più semplici e comuni alle altre aziende.

La seconda proposta riguarda invece la riorganizzazione delle case della salute e degli ospedali di comunità. Per tutti, la necessità di un nuovo accordo con i medici di medicina generale che favorisca una loro maggiore partecipazione nella conduzione di queste strutture e consenta la creazione di poliambulatori funzionanti dal lunedì al sabato e dalle 8:00 alle 20:00. Inoltre i medici di medicina generale dovrebbero gestire, unitamente al personale ASUR, i ricoveri diretti in cure intermedie, la diagnostica e i Punti di Intervento Immediato in sostituzione dei vecchi Punti Accesso Territoriale e Punti Primo Intervento, come previsto dal nuovo piano. Infine ritengo opportuno che, alla luce della necessaria revisione della legislazione nazionale, si possa ritornare al progetto che prevedeva, per gli ospedali di comunità, la possibilità di gestire posti di lunga degenza e l’attività chirurgica programmata. Questo consentirebbe l’alleggerimento degli ospedali di rete sia perché avrebbero più spazio a disposizione sia perché le sale operatorie sarebbero liberate da interventi che ne ingolfano l’attività e allungano le liste d’attesa.

Ancona, lì  05 Febbraio 2020

 

opinioni a confronto

11 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  07/02/2020 09:05  Anonimo957

    Sempre comunicati stampa lunghissimi, ma l'operato in Regione non mi è sembrato il massimo.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 1  06/02/2020 10:01  Bellorofonte e la Sanitaria di Comunità.

    Questo dimostra che le cose giuste da fare si sanno, (la verità é sempre una sola), ma per motivi "Politici" e di "Poltrona", non si fanno. Caro Marconi, stai facendo più interventi... pubblici in 3 mesi, che in quasi 5 anni. Come mai? Prima c'eri o se c'eri dormivi? No! Stando col PD (Komunisti), dovevi partecipare alle decisioni "Cerisciolesche & Co,", altrimenti come potevi essere e restare Assessore? L'aria politica attuale, specie per le Marche, tira molto di più a Dx di prima, ed é probabile un "Change" (Cambiamento) nella Regione, quindi, tu da perfetto "Katto-Komunista", fai la manfrina ed esci dicendo che molte volte non eri d'accordo, tanto cher affermi, proprio all'inizio: "Ho sempre sostenuto che il Piano Socio-Sanitario Regionale sarebbe stato uno strumento poco efficace...", ma alla fine lo avete (hai) votato. Quindi? In 5 anni hai lasciato che si concretizzasse la distruzione di numerosi ospedali, in primis il S. Lucia di Recanati, ex gioiello sanitario "degradandolo" a Casa della Salute (come fosse una Sanitaria). Non Ospedale di Comunità, ma Sanitaria di Comunità dovevate rinominarlo. Mi fermo per non cadere, quasi certamente, nelle volgarità che mi stanno sorgendo spontanee.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    11  0   Rimuovi


  • 2  06/02/2020 08:57  Anonimo474

    Che brutta figura ma d'altronde che ti vuoi aspettare da uno che per tenersi la poltrona fa di tutto pensa un po' come siamo ridotti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  0   Rimuovi


  • 3  05/02/2020 21:22  Anonimo557

    Ulteriore occasione in cui avresti fatto meglio a stare zitto.
    Avresti fatto più bella figura, dal momento che da tempo non incanti più nessuno!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    11  0   Rimuovi


  • 4  05/02/2020 17:14  Anonimo800

    Speriamo che non si ripresenti candidato alla Regione!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    15  0   Rimuovi


  • 5  05/02/2020 16:27  Anonimo218

    E' chiaro a tutti che il motivo vero è che alle prossime elezioni regionali farai il salto della quaglia per cui ti devi piegare alle volontà di Salvini & Co, altrimenti non te rcoie su.....

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    13  1   Rimuovi


  • 6  05/02/2020 16:06  Anonimo813

    Semplice: ti sei astenuto perchè stai passando armi e bagagli dalla parte di chi consideri vincitore. Come al solito, niente di nuovo.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    20  0   Rimuovi


  • 7  05/02/2020 15:24  Anonimo714

    troppo tardi: dovevi dissociarti prima! Hai lasciato chiudere il nostro ospedale! Ci rivediamo a maggio...

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    22  0   Rimuovi


  • 8  05/02/2020 14:31  Anonimo428

    Questa presa di distanza sembra alquanto tardiva.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    22  0   Rimuovi


  • 9  05/02/2020 13:55  Anonimo397

    AVEVAMO un ospedale.............

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    23  0   Rimuovi


  • 10  05/02/2020 12:35  Goffredo Natalucci

    Estraneo alle necessità e alle esigenze dei cittadini. Assolutamente digiuno della realtà sociale delle Marche. Solo teoria e acqua fresca. Come sempre.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    22  1   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
24
02
2020
Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Nutrita partecipazione per il secondo appuntamento della rassegna

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür