Stampa questa pagina

Mercoledì, 12 Febbraio 2020 19:03  Asterio Tubaldi  383 

Porto Recanati: Città Mia interroga sul regolare versamento della tassa IMU da parte di una società

Porto Recanati: Città Mia interroga sul regolare versamento della tassa IMU da parte di una società

Il gruppo consiliare Città Mia interroga l’Amministrazione Comunale e chiede che l’interrogazione venga portata al primo Consiglio comunale utile.

PREMESSO CHE:

-  Con richiesta di accesso agli atti n. prot. 39989 del 23 dicembre 2019, il sottoscritto consigliere di minoranza Michele Bianchi, richiedeva la verifica del regolare versamento della tassa IMU relativamente all'anno 2019, da parte di una società sui lotti di sua proprietà tutti ricadenti sul Foglio 15 del NCEU del Comune di Porto Recanati;

- tale richiesta veniva riscontrata dall'Ufficio tributi, con documento prot. n. 1543 del 15 gennaio 2020, nel quale si rilevava come la suddetta società, aveva omesso il pagamento per intero dei due ratei IMU relativamente all'annualità 2019 (16/06/2019 e 16/12/2019);

RILEVATO CHE:

- nel medesimo documento si faceva notare come nei confronti della suddetta società è stato prodotto avviso di accertamento n. 123 del 5 dicembre 2019, per omesso parziale versamento della tassa IMU relativamente all'anno 2014, per un importo complessivo pari ad € 24.436,00;

CONSIDERATO CHE:

- la suddetta società risulta intestataria di diversi lotti oggetto di recenti delibere di variazione urbanistica, finalizzata alla realizzazione di strutture turistico-ricettive e residenziali;

-  stante l'entità dei fondi posseduti, la suddetta società risulta essere uno dei soggetti maggiormente contributori nei confronti dell'Ente per l'imposta IMU e conseguentemente, il mancato od omesso pagamento da parte della stessa produce in capo all'Ente un sostanzioso residuo attivo che nel corso degli anni e in caso di reiterato mancato pagamento, produce un aumento del FCDE direttamente proporzionale;

- INTERROGA IL SINDACO PER SAPERE:

- L'importo complessivo spettante all'Ente per omesso e/o parziale pagamento da parte della suddetta società, derivante dalla tassazione IMU, ovviamente comprese le sanzioni previste dalla normativa vigente, per gli anni in cui non è più contemplabile il ravvedimento operoso;

-  Se e quali siano le iniziative messe in campo dall'amministrazione comunale, tese al recupero di tali somme, oltre l'avviso di accertamento già citato;

-  Se intenda vincolare la suddetta società, a poter ottenere qualsiasi strumento urbanistico finalizzato al rilascio di licenza edilizia, solamente previa sua totale regolarizzazione contributiva.

Michele Bianchi - Capogruppo Città Mia