Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Giugno 2020 »
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          

ARCHIVIO NOTIZIE

Venerdì, 28 Febbraio 2020 18:45  Asterio Tubaldi  Stampa  1069 

accertato irregolarità in due aziende dedite alla coltivazione  e all’allevamento con metodi “bio”

accertato irregolarità in due aziende dedite alla coltivazione e all’allevamento con metodi “bio”

una si trova a Recanati e l'altra a Serravalle del Chienti

Nell’ambito della campagna di controllo sulla filiera del biologico disposta dal Comando Regione Carabinieri Forestale Marche, i  Reparti Carabinieri Forestali di Macerata hanno intensificato l’attività di controllo presso le aziende agricole assoggettate alla disciplina del biologico. Dai primi controlli espletati mediante sopralluoghi in campo, campionamenti e analisi chimiche di laboratorio, due aziende del maceratese sono risultate irregolari.

In un caso, i militari  della Stazione CC Forestale di Recanati hanno svolto accertamenti e campionamenti sui terreni di un’azienda agricola dedita alla produzione di grano, piselli, bietole, girasole ed erba medica coltivati con metodo biologico. Dalle analisi chimiche effettuate in laboratorio, è emerso l'uso sui terreni di fitofarmaci vietati nelle coltivazioni biologiche. Immediata è stata la comunicazione all’Organismo di controllo e certificazione che ha emesso il "Provvedimento definitivo di sospensione della certificazione biologica" della durata di 6 mesi a carico dell’imprenditore agricolo recanatese, per l’utilizzo di prodotti non ammessi, al quale è stato inoltre, notificato  un verbale amministrativo con sanzione di 6.000 euro.

Nello stesso periodo militari della Stazione CC Forestale di Serravalle di Chienti, a seguito di un’ispezione amministrativa eseguita presso un allevamento bovino biologico ubicato in zona, hanno accertato l’impiego di mangimi per i quali l’allevatore non è stato in grado di dimostrare la conformità alla specifica normativa sulle produzioni agricole, agroalimentari e biologiche (D. L.vo 20/2018). Il mangime è stato sottoposto a sequestro amministrativo e, ai titolari dell’azienda agricola, è stato notificato un verbale amministrativo  di  6.000 euro.

Anche in questo caso, l’Organismo di controllo e certificazione, subito informato delle irregolarità riscontrate nell’attività ispettiva, ha provveduto ad emettere nei confronti dell’azienda agricola, un provvedimento cautelativo che vieta ogni forma di commercializzazione nella filiera bio.

Oltre a ciò, le aziende che risultano irregolari rischiano anche la perdita dei contributi comunitari e regionali erogati con fondi PAC dallo Stato e PSR dalle regioni a sostegno delle produzioni biologiche.

Ovviamente, qualora i prodotti vengono immessi sul mercato e quindi commercializzati verso il consumatore finale, rischiano il deferimento all’A.G. per il reato di frode in commercio.

I Carabinieri Forestali nello specifico settore,  sono intenti a monitorare sia l’uso corretto e proporzionato dei prodotti fitosanitari autorizzati nelle coltivazioni biologiche, sia la successiva filiera zootecnica ed alimentare, sempre al fine di  tutelare il consumatore e i tanti agricoltori che applicano correttamente le regole imposte dalla normativa sul biologico.

opinioni a confronto

4 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  01/03/2020 11:54  

    In Biologico fino a quando il controllato paga il proprio controllore la cosa non funziona, oltre al produttore deve essere multato anche l'organismo di controllo (che non controlla) e i tecnici che seguono l'azienda, la multa non serve a niente, bisogna che i soldi pubblici percepiti vadano restituiti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 1  01/03/2020 10:08  Anonimo943

    Non solo nomi,ma troppo poco, hanno truffato?
    Allora ok per la multa perché non so può mettere in ginocchio l'azienda, ci lavorano sicuramente anche operai e non possono perdere lavoro...ma il certificato bio glielo revocavo a vita... scusate se non li beccano,questi a vita truffavano tutti facendoci contenti e c..... si dice e allora? Vendessero i prodotti per ciò che effettivamente sono, a vita ... hanno dimostrato di fregarsene del biologico e allora ?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 2  29/02/2020 23:14  Anonimo

    Se non si fanno nomi saranno penalizzate tutte le aziende di biologico. Non è giusto.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 3  28/02/2020 21:15  Maria manzotto

    Nomi per favore, questa volta è necessario.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
24
02
2020
Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Nutrita partecipazione per il secondo appuntamento della rassegna

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür