Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Marzo 2019 »
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

ARCHIVIO NOTIZIE

19
03
2019
AUDIONEWS
Minestiramisù

Minestiramisù

Savoiardi o Oro Saiwa?

Scrivetecelo nei commenti!

18
03
2019
VIDEONEWS
Intervista a Riccardo Garbuglia, Fabio Mariani, Francesco Russo

Intervista a Riccardo Garbuglia, Fabio Mariani, Francesco Russo

Mostra "L'Infinito" - Atrio Comunale Recanati

Sabato, 18 Gennaio 2014 18:53  Asterio Tubaldi  Stampa  1991 

Le proposte di Giulietto Chiesa per combattere la crisi.

Le proposte di Giulietto Chiesa per combattere la crisi.

Giulietto Chiesa non ha dubbi.  “La crisi è molto più grave di quello che noi immaginiamo ed è un dato scientifico”

Lo ha affermato il giornalista e uomo politico davanti ai numerosi intervenuti all’Assemblea Pubblica presso il Salone del Popolo dopo la presentazione del coordinatore Stelvio Gironella e l’incisiva introduzione di Francesca Agostinelli. Per Chiesa uscire dalla morsa della crisi in prospettiva di un futuro migliore è impensabile senza Ecosostenibilità e Decrescita, due idee basilari del suo pensiero eco-filosofico. Spiega questi concetti servendosi di un principio della fisica molto semplice: in un sistema finito di risorse è impossibile uno sviluppo infinito. La Terra come “sistema finito” che comprende l’uomo e le risorse usate per i fabbisogni, non potrà sopravvivere al sistema economico e sociale su cui ci stiamo basando chiamato Capitalismo essendo la causa dell’esaurimento di ogni risorsa (petrolio, acqua, ecc) e fondato sul continuo e infinito sviluppo. “Diffidate da chi dice: dobbiamo crescere! perché non ci saranno più risorse sufficienti per tutta la popolazione della terra, né energetiche e né alimentari. Per uscire dalla catastrofe bisogna passare all’unica energia che avremo a disposizione: il sole.” Chiesa pensa ad un mondo ecosostenibile dove si investa sulla ricerca scientifica delle energie alternative che porterebbero a nuovi posti di lavoro. Alternativa, nome del suo movimento politico/culturale, propone l’attuazione di una rivoluzione morale e politica grazie alla rieducazione dell’uomo in totale consapevolezza. Tutto questo porterebbe ad un modo nuovo di vivere in una società dove non ci sia più competizione ma amicizia e solidarietà, idea dominante ed essenziale per sopravvivere.  Anche i rapporti tra uomini e donne cambieranno in nome di un’uguaglianza che oggi ancora fatica a compiersi. Tutto può cambiare qualora ogni individuo sia cosciente della propria trasformazione riguardo l’educazione, la scuola, la comunicazione.

Durante il corso della serata, dalle risposte date alle molteplici domande dei cittadini, è emerso un evidente pensiero politico con punti chiari e precisi. Primo su tutti la comunicazione. In anteprima ha annunciato il progetto di aprire una nuova televisione indipendente che sia veramente pubblica, finanziata dai cittadini, con l’obiettivo di riportare la comunicazione nelle mani del popolo e abbattere il potere delle televisioni italiane. “Tu sei qui!” è lo slogan pronunciato per la prima volta davanti al pubblico che avrà la possibilità di raccontarsi e sapere quello che sta accadendo ma che nessun altro canale informativo dice. “Non può esserci democrazia in un paese dove la maggior parte delle persone non sa quello che sta accadendo, senza avere la possibilità di scegliere”. Il secondo punto riguarda l’uscita da ogni alleanza militare. “Vogliamo uscire dalla NATO perché l’unico esercito del futuro sarà quello civile per difendere la popolazione dalle calamità naturali.” Terzo punto è il risanamento del debito senza uscire dall’Euro. L’uscita dalla moneta europea comporta di tornare in possesso della sovranità monetaria gestita dallo stesso sistema di potere che ha creato questa situazione. Il problema non sta nell’Euro ma nelle forze politiche, dove i “maggiordomi” (così chiama i nostri politici) non hanno la forza di impedire alle banche centrali di produrre denaro senza copertura e vietare i derivati. Non è facile cambiare le regole scritte nel trattato di Maastricht e Lisbona in cui è stabilito che se un paese si vuole finanziare, deve rivolgersi al mercato. Il Quarto punto è la costruzione di un’alleanza in Europa con i paesi che sono sotto la strozzatura del debito, per cambiare le regole con una nuova costituzione europea. Alla vigilia delle elezioni europee l’idea è di dar vita a una Lista Civica Nazionale che abbia come candidato alla commissione il greco Alexis Tsipras, essendo la Grecia il simbolo del paese martirizzato dall’Europa. La lista dovrebbe contenere il M5S visto il programma politico comune in alcuni punti. “Non so cosa risponderà Grillo, ma se si arriva separati non si potrà fare nulla.” Nel quinto e ultimo punto dichiara il suo essere per un’Europa democratizzata e unita. Stila il manifesto per la nuova Europa sulla crisi giocata con America, Cina e Russia. La Cina rappresenta un ostacolo insormontabile per l’America perciò i due paesi sono destinati a collidere. L’Europa, avendo un altissimo livello tecnologico industriale e professionale, invece di servire solo gli interessi americani, dovrebbe fare un patto strategico con la Russia proprietaria di tutte le risorse naturali. “L’America sarebbe nostra amica in un rapporto alla pari e non più padrona a casa nostra.”

Chiesa ha terminato il discorso riflettendo sul nuovo sistema di solidarietà che cambierà la qualità dei nostri consumi, dove il tempo sarà speso in cultura, nella società, dove la vita sarà più sobria e orientata in un’altra dimensione. “In questa transizione c’è da combattere contro i maggiordomi e difendere il proprio territorio che è la nostra mente, il nostro corpo, il luogo dove viviamo e lavoriamo.”

 

Nikla Cingolani

 

 Approfondimenti

  • FOTO 1: FOTO 1
opinioni a confronto

10 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  24/01/2014 16:06  Anonimo

    per i lettori di mazinga Z: l' esposto qui sopra non ha niente, purtroppo, di comunista; cerca fra: K. Marx "il Manifesto del Partito Comunista", V Lenin: "Stato e Rivoluzione". La critica in base all' aspetto fisico, anche in
    ambiente mediatico di trollismo libero, denota infezione mentale da teleschermo.
    al il resto del pubblico ricorderei che con l' euro lo stato deve prendere in prestito la moneta a tassi decisi dai mercati, deve contrarre spesa pubblica, tagliare ospedali, servizi pubblici ecc... aspettarsi che i mercati lascino emettere l' euro da istituzioni finanziarie non private è, certamente utopia.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  24/01/2014 14:40  Anonimo

    Ore 10,54...CHIAMALA SINTESI!!! PRENDI IL VOCABOLARIO E DILLE DI IMPARARE I RELATIVI

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 2  21/01/2014 07:11  Anonimo

    UTOPISTICO PARADISO COMUNISTA

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 3  20/01/2014 18:48  Anonimo

    se non vedi bene gironella con marangoni, vedi meglio, forse renzi con berlusconi?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 4  20/01/2014 18:43  Anonimo

    19.49, dalla foto capisci anche perchè non c'era il sindaco e politi? era pieno di brava gente!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 5  19/01/2014 22:14  Anonimo

    dopo la bella serata Gironella non lo vedo per niente bene con Marangoni

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 6  19/01/2014 21:26   Angelo da Recanati

    Questa volta ci siamo... Avanti tutta !!! Un Giulietto, quanti Marangoni può valere?

    P.S. Sicuro che (come spesso accade) non manderete questo mio "pensiero", sarò ugualmente soddisfato per avervi ulteriormenti stimolato (in privato) ad esercitare un pochino di sana democrazia. Saluti allo Staff della comunicazione Radio-errina ... Ciao

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 7  19/01/2014 10:54  Maria Rita Beccacci

    i MIEI COMPLIMENTI A NIKLA CINGOLANI PER L'OTTIMA SINTESI DELL'INCONTRO DI VENERDI SERA.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 8  18/01/2014 21:40  Anonimo

    Da comunista a italiota (porta) valori, adesso da quale pulpito parli?
    Vuoi dire che il dialogo Berlusconi-Russia era cosa buona e giusta?
    La Cina sara' un ostacolo per tutti, cominci la CGIL a trasferirsi a Pechino, sara' l'unico modo per aiutare i nostri lavoratori e i loro.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 9  18/01/2014 19:49  Anonimo

    Dalla foto ho capito perche non c'era il socio de Gironalla (Marangoni), la sala era piena de comunisti.....

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo