Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre

ARCHIVIO NOTIZIE

« Ottobre 2017 »
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
per la pubblicità su radioerre.net contatta lo 0717574429
16
10
2017
AUDIONEWS
Emma l’amazzone eroina di Castelnuovo

Emma l’amazzone eroina di Castelnuovo

di Sergio Beccacece

16
10
2017
AUDIONEWS
Pillole Gigliane

Pillole Gigliane

Puntata 16 ottobre 2017

Mercoledì, 05 Febbraio 2014 09:00  Asterio Tubaldi  Stampa  1640 

A Leo Nucci la Cittadinanza Onoraria della Città.

A Leo Nucci la Cittadinanza Onoraria della Città.

Il grande baritono sarà a Recanati il 28 febbraio per ricevere l’onorificenza.

RECANATI 04/02/2014. L’Associazione Beniamino Gigli insieme all’Assessorato alla Cultura, ha deciso di conferire al grande baritono Leo Nucci la cittadinanza onoraria della Città di Recanati. Con questo riconoscimento inizieranno le celebrazioni del centenario del debutto di Beniamino Gigli avvenuto a Rovigo, il 15 ottobre 1914 con “La Gioconda”, insieme alla manifestazione presso l’Accademia Nazionale S. Cecilia, per il diploma di canto. Il baritono renderà ancor più prestigiosa la città, in ricordo del nostro tenore, con la sua esibizione al Teatro Persiani insieme alla grande interprete della lirica Maria Dragoni, una dei più importanti soprani drammatici a livello internazionale. Altro ospite, il giovane tenore Roberto Cresca. Leo Nucci canterà le più belle romanze del suo repertorio e le canzoni simbolo di Beniamino Gigli.  Da quando nel gennaio del 2007, alla fine di un recital, al quarto bis di “Mamma son tanto felice” invitò il pubblico a cantare con lui, chiude gli spettacoli sulle note della famosa canzone, chiedendo la partecipazione dei presenti. «Neanche Pavarotti, neanche Carreras avevano osato tanto. Un karaoke alla Scala! Solo Nucci può permetterselo» (Gian Mario Benzing). Leo Nucci, presente a Recanati nel 2007 per la consegna del “Giglio D’Oro”, come grande appassionato di Beniamino Gigli, ha accettato di venire per questa occasione, con entusiasmo. E’ un personaggio che si distingue per generosità, simpatia e umanità. Emiliano di nascita, ha un’autentica voce da baritono e proviene da una famiglia di musicisti. A soli 9 anni, con il suo bombardino, cantava e suonava nelle osterie di paese. Poi gli studi a Bologna con Mario Bigazzi e Giuseppe Marchesi, a Milano con Ottavio Bizzarri e il debutto a Spoleto nel 1967 come Figaro ne “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini. Nel 1978 la sua consacrazione internazionale al Covent Garden di Londra con "Luisa Miller" al fianco di Katia Ricciarelli e Luciano Pavarotti. A smentire una certa parte della critica che non lo vedeva idoneo nelle interpretazioni delle opere di Verdi, le esibizioni di ben 22 ruoli verdiani. Ma è con le 500 apparizioni nei panni del Rigoletto che si avvicina alla leggenda, perché nessuno come lui è riuscito a combinare perfettamente il canto con la gestualità del corpo e rendere l’interpretazione così intensa. Alla base di tutto vi sono lo studio e un’approfondita ricerca psicologica della verità del personaggio, basato su ciò che voleva l’autore. Dopo 40 anni di onorata carriera, la sua voce mantiene la freschezza di un tempo, ed è forse l’unico caso nella storia dell’opera che ha cantato il Rigoletto e il Barbiere in tutti i teatri più importanti del mondo. Nikla Cingolani

 

 

opinioni a confronto

2 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  20/02/2014 18:03  Anonimo Slobodanka Jokanovic

    Grande onore per noi Marchigiani..

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  07/02/2014 01:55  Achille Mascheroni

    Da non dimenticare che prossimamente uscirà la seconda edizione del libro d'arte "Leo Nucci-un baritono per caso" dello scrittore - poeta Achille Mascheroni, amico fraterno del celebre baritono. Un libro d'arte con tantissime foto, composto come un vero eproprio libretto d'opera, con sinfonia, prologo, atto I°, II° III°, otto scene, compreso l'intervallo e l'epilogo. Testo insolito che ha stupito e meravigliato entusiasticamente pubblico e critica. Volume d'arte che è andato a ruba non solo in Europa, ma pure in Cina, Giappone e ... "in altri siti !" .

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo