Stampa questa pagina

Venerdì, 22 Agosto 2014 18:00  Asterio Tubaldi  1324 

Con Israele il terrorismo non passerà

Con Israele il terrorismo non passerà

di Galliano Nabissi

Più di 1.000 miliziani e vari capi di Hamas sono stati uccisi,purtroppo sono morti anche civili sacrificati da Hamas per vincere la guerra mediatica; 32 tunnel che portavano in Israele sono stati distrutti insieme a molte rampe di lancio e depositi di munizioni. Durante il conflitto Israele non ha mai chiuso i valichi verso Gaza, ha inviato anche numerosi Tir con tonnellate  di alimentari,medicinali e tutto quello che poteva servire alla popolazione che Hamas si guarda bene dal soccorrere. Ha allestito un ospedale da campo per curare i feriti palestinesi,ospedale che purtroppo ha lavorato poco a causa del divieto di Hamas e amici di recarvisi. In cambio… Razzi e sempre razzi! TUTTO QUESTO PERO’ NON SI DICE!

Molti parlano di pace, ma per queste persone ,cos’è la pace? Per stare in pace bisogna volerla in due. Oggi Abu Mazen responsabile dell’organizzazione nazionale palestinese,può decidere di trattare per la pace? NO! Ha un esercito  al suo comando ?  La terra di Gaza è in mano a bande islamiche che vogliono annientare lo Stato ebraico; allora queste persone che si riempiono la bocca della parola pace, di quale pace parlano. La parola pace viene usata in modo generico e,riferita al problema arabo-palestinese-israeliano non significa niente. Non è  una parola che possa influire sui movimenti terroristici,  i quali annullano a loro piacimento le tregue e iniziano a lanciare centinaia di razzi(molti fermati dalla tecnologia israeliana)nel Sud di Israele e verso Tel Aviv. Hanno intenzione di colpire l’aeroporto Ben Gurion,Gerusalemme;hanno provato a colpire altre importanti città israeliane. PACE,questa parola santa continua a non essere recepita dai nemici di Israele e di conseguenza gli israeliani devono combattere per non essere eliminati. Tutto ciò non è prerogativa di ogni nazione? Ricordo che Hamas è stata fondata per distruggere Israele.

Il popolo ebraico è preparato ad ogni scenario,ha il diritto di difendersi,di vivere in pace , di non scomparire, e, se per arrivare a ciò è costretto a fare la guerra…allora… guerra sia fino in fondo CON DISONORE DEL NEMICO!

 

Galliano Nabissi.