Segnala il commento come inappropriato

Questo genere di furti non è nuovo e nelle Marche sono molteplici i casi registrati un po' ovunque. Azioni del genere vengono pianificate in maniera dettagliata, conoscendo luoghi e orari; non sono frutto d'improvvisazione. Non sarebbe il caso che la Regione dotasse le farmacie e i depositi ospedalieri di appositi sistemi d'allarme antintrusione, da collegare alla più vicina postazione delle forze dell'ordine? Certi consiglieri regionali, sempre pronti a gridare allo scandalo su ogni minima faccenda, fosse anche il colore da dare agli uffici della Regione, dove sono? Dormono?
Si tratta di tutelare un bene pubblico di estrema rilevanza. Possibile che nessuno, ripeto NESSUNO, in questi anni ci abbia mai pensato? Andiamo avanti ancora con la convinzione che "da noi tanto non succede"?