Segnala il commento come inappropriato

Secondo me è giusto far conoscere queste realtà posso solo immaginare il disagio di sentirsi prigionieri di un corpo che non si sente proprio.
È anche giusto che all'assemblea partecipino oltre all'interessato anche qualche psicologo o specialista delle problematiche trattate.
Chi ne fa un discorso politico è miope, pensa forse che il maschio destrorso è un esempio di testosterone?
O come Bossi che chiudeva i comizi con il detto "ce l'ho duro"?
Ma lasciate perdere e provate ad immedesimarvi nel disagio che può aver provato l'ospite in questione.